Dalla scuola dell’infanzia alle elementari: un passaggio delicato

Credits: Olycom
1 4

Il passaggio dalla scuola materna alle scuole elementari, è spesso traumatico. Ma per chi? A volte, più per i genitori che per il bambino. Infatti, da genitori si tende a ingigantire questo momento, anzi a esasperarne il presunto lato "drammatico".

Insomma, il pulcino che fino a qualche tempo prima era protetto e accolto nel rassicurante (anche se non per tutti) grembo della scuola materna e del gioco, ora è catapultato verso una dimensione completamente diversa in cui gli insegnanti si aspettano qualcosa da lui, con nuovi compagni e addirittura con un giudizio che lo attende.

Premettendo che questo passaggio è toccato davvero a tutti, non è poi così vero che si tratti di dimensioni totalmente differenti. O, perlomeno, il passaggio è pensato (nelle modalità) per essere il più possibile graduale e per azzerare sul nascere ipotetici traumi.

È importante, a questo proposito, nutrire la massima fiducia nel corpo insegnante e nelle risorse del proprio bambino (che, spesso, i genitori non riescono a vedere per un eccessivo istinto di protezione).

/5

Passare dall'ambiente materno della scuola dell'infanzia a quello delle elementari, non è sempre facile. Soprattutto per le mamme

Il passaggio dalla scuola materna alla scuola primaria, genera spesso una tale ansia da coinvolgere tutti i membri della famiglia in un turbinìo di emozioni. Infatti, alla sola idea che i bambini possano lasciare il rassicurante grembo della scuola dell'infanzia, per lanciarsi in una nuova e performante avventura, può destabilizzare mamme e papà. Come si gestisce un passaggio cruciale di questo tipo? Fondamentalmente con la massima fiducia nel corpo insegnanti. Infatti, saranno gli stessi docenti a preparare e costruire, con il tempo, un contesto ideale per l'apprendimento e la crescita emotiva dei piccoli. Inoltre, è bene aver fiducia anche nei propri figli e nelle loro risorse naturali che consentiranno un progressivo adattamento a nuove, e più stimolanti, situazioni. E che, in sintesi, permetteranno loro di crescere.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te