Capelli bambini, (non) darci un taglio

Credits: Getty
1 4

Per lei

Le bimbe, di solito, sono più vanitose e attente alle tendenze moda. Per loro quindi, ci vuole una proposta originale, fashion ma facile da gestire. «Si può scegliere un taglio corto nella parte posteriore, in modo da creare sulla nuca una linea rotonda e morbida» spiega Stefano Milani, direttore artistico di Mitù Wella Professionals. «La scalatura poi prosegue ai lati allungandosi progressivamente sul davanti fino a raggiungere la massima lunghezza nelle due ciocche che incorniciano il viso. Perfetta la frangetta corta: è divertente e sbarazzina ». Questo taglio, pur essendo abbastanza corto, è molto versatile. «È sufficiente portare i due ciuffi laterali dietro alle orecchie, oppure legarli sulla nuca con un elastico, un nastro o un fermacapelli per ottenere un effetto sempre diverso» suggerisce l’hairstylist. Se la bambina ha i capelli ricci, si può realizzare un taglio molto simile apportando solamente qualche piccola modifica. La scalatura va proseguita anche sul davanti ma senza allungarsi a punta. La frangia in questo caso sta meglio più lunga e leggermente sfilata ai lati. Se, invece, la piccola vuole proprio la lunghezza più accentuata davanti, accontentala pure: per essere in ordine le basterà fermare i capelli al lato del viso con mollette o clips.

/5

Per sentirsi più grandi e pavoneggiarsi con i compagni di scuola, i ragazzini vorrebbero una pettinatura trendy.
Il problema è che bisogna conciliare le loro esigenze con la praticità del look. E le soluzioni ci sono: un carré sfilato e asimmetrico per lei, una testa un po’ punk, tutta ciuffi e creste, per lui

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te