Omogeneizzati fatti in casa

Gli omogeneizzati sono un argomento molto "caldo" nei discorsi tra mamme: alcune sono assolutamente a favore, altre invece si scagliano contro questi prodotti accusandoli di essere decisamente poco genuini. Poi ci sono le mamme "via di mezzo", ovvero le madri che a volte comprano e usano gli omogeneizzati industriali e, a volte, sperimentano gustose ricette casalinghe per svezzare il bebé.

E i pediatri dove si collocano? in linea di massima, i pediatri sono a favore dell'utilizzo di omogeneizzati industriali, se non altro per la facilità con cui è possibile calcolare le giuste dosi a seconda dell'età del bambino.

Preparare in casa gli omogeneizzati, però, è possibile e anche relativamente facile. Certamente, si tratta di un procedimento più laborioso rispetto all'apertura di un vasetto pronto, però con molte più soddisfazioni in termini di gusto e varietà.

Tra i pro dell'omogeneizzato fatto in casa, c'è sicuramente la possibilità di scegliere le materie prime e di variare maggiormente sapori e colori dei menu del bebé.

Omogeneizzati: è possibile farli in casa?

Durante lo svezzamento, l'omogeneizzato è un fedele alleato delle mamme. Nonostante gli omogeneizzati industriali siano sicuri, con le preparazioni casalinghe puoi variare i sapori, risparmiare e scegliere con attenzione le materie prime

 

Gli omogeneizzati sono da sempre oggetto di discussione tra mamme. Infatti, si tratta di prodotti sicuri che spesso, però, vengono "accusati" di essere poco genuini o troppo ricchi di proteine e zuccheri. In realtà, la composizione degli omogeneizzati è calibrata proprio sulle esigenze nutrizionali del bambino, l'importante è rispettare le giuste dosi. Nonostante gli omogeneizzati industriali siano sicuri, è possibile prepararne anche versioni casalinghe. In questo modo, si potranno scegliere le materie prime (puntando sul biologico e sulla rotazione stagionale), variare i sapori e anche risparmiare a tutto vantaggio del budget familiare

Omogeneizzati di frutta

Frutta grattugiata o schiacciata

Tra tutte le varietà di omogeneizzati, quelli a base di frutta sono forse i più semplici (e convenienti) da preparare in casa. Infatti, occorre semplicemente frutta fresca (preferibilmente di stagione) da passare al mixer, eventualmente insieme a un po' di succo di mela non zuccherato.

C'è però da aggiungere che la frutta, a partire dal compimento del sesto mese, può essere semplicemente grattugiata in purezza e, nel caso della banana, schiacciata bene con la forchetta. In questo modo, preparandola al momento, la frutta conserverà anche minerali e vitamine termolabili.

Importante: non aggiungere zucchero alla preparazione, la frutta infatti ne contiene già a sufficienza per avere un sapore gradito al bambino.

Omogeneizzati di verdura

Creme e puree gustose e ricche di minerali

La ricetta "tradizionale" della pappa per lo svezzamento, prevede la preparazione di un brodo vegetale (senza sale) a base di zucchine, carote e patate (a cui aggiungere, strada facendo, altre varietà di ortaggi).

Una volta preparato il brodo, si filtra e si aggiungono cereali (in crema, inizialmente) o pastina, le proteine di carne, pesce o formaggio e le verdure scolate e passate al passaverdura o al mixer. Però la purea di verdura, così preparata, passa attraverso l'ebollizione perdendo molte sostanze preziose per la salute e la crescita del bambino.

Perché, dunque, non preparare un omogeneizzato di verdura in casa? Il procedimento è semplice, anche se è consigliata la cottura degli ortaggi al vapore per mantenere inalterate tutte le proprietà e il gusto di questi cibi salutari. Alle verdure passate, poi, si aggiungerà un filo di olio EVO a crudo (meglio se biologico) e, a seconda del pasto e dell'età del piccolo, anche puree di legumi oppure proteine di carne, pesce o formaggio fresco.

Esempi di abbinamenti gustosi e graditi ai bambini: patate, zucchine e lenticchie o, ancora, carote, zucca e stracchino.

Da sapere: per risparmiare tempo e avere tutto a portata di mano per la settimana, è consigliabile surgelare sia il brodo vegetale, sia le verdure passate in monoporzioni. Perfetto per questo uso, il contenitore del ghiaccio.

Punta su varietà e colore

Più sapori, più amore per il cibo

Uno dei vantaggi degli omogeneizzati preparati in casa, è senza dubbio la possibilità di poter offrire al piccolo tante combinazioni differenti di sapore e colore. Infatti, l'aspetto cromatico è fondamentale per trasmettere al bambino la gioia di mangiare e sperimentare ogni giorno qualcosa di diverso.

Dal punto di vista del gusto, gli omogeneizzati fatti in casa superano i prodotti industriali, proprio perché è possibile scegliere solo verdura di ottima qualità e di stagione, aggiungendo olio biologico e nessun tipo di conservante.

Sempre tenendo conto dell'età del bambino e delle indicazioni del pediatra, infatti, è consigliabile seguire la stagionalità di frutta e verdura. Per ottenere colorazioni apprezzate dai bambini, sono indicati gli ortaggi ricchi di betacarotene come zucca e carote. Oppure, quelli verde brillante come spinaci e biete. In quest'ultimo caso, però, è bene passare velocemente la verdura dopo averla immersa in acqua e ghiaccio per evitare di sbiadirla e ossidarla con calore e lame d'acciaio.

Esiste anche la possibilità di preparare una pappa "viola", utilizzando il radicchio per fare il brodo e aggiungendo poi alla pappa, il radicchio omogeneizzato e la pastina.

Carne e pesce cotti al vapore

Carne tenera e gustosa

Gli omogeneizzati industriali di carne e di pesce sono sicuri e calibrati nelle quantità, a seconda del bisogno proteico legato all'età del bambino. In linea generale, però, per anni la tendenza è stata quella (poco salutare) di eccedere in proteine animali pensando che, in questo modo, il bambino potesse crescere meglio e più sano.

In realtà, l'organismo di un bambino può "sopportare" e gestire al meglio solo una giusta quantità di proteine animali, senza eccessi. In tal senso, preparare omogeneizzati casalinghi di carne e di pesce, richiede un'accurata attenzione alle quantità. Il primo step è, dunque, consultare il pediatra riguardo alla grammatura di carne e di pesce consentita.

Per la preparazione, occorreranno: una bilancia per alimenti, una vaporiera (o un accessorio per la cottura al vapore) e un elettrodomestico specifico per omogeneizzare (mixer, robot...). La carne e il pesce cotti al vapore sono più morbidi e saporiti, rispetto agli stessi bolliti.

Omogeneizzando in casa, è inoltre possibile scegliere varietà di carne più gradite ai bambini puntando, preferibilmente, sul biologico. Per esempio, per quanto riguarda il pesce, i bambini di solito preferiscono il sapore della sogliola (anche se più costosa) a quello della platessa (affine alla sogliola e onnipresente negli omogeneizzati industriali). Grazie a preparazioni casalinghe, i piccoli apprezzeranno a mangiare anche il pesce e, soprattutto, a riconoscerne i diversi sapori.

Riproduzione riservata