Alimentazione bambini: come fare il pieno di vitamine

Crescere sani è il risultato di vari fattori combinati, tra i quali spiccano senza dubbio attività fisica e alimentazione corretta. La dieta ideale per un bambino è, prima di tutto, varia e completa. Ciò significa che, per fare il pieno di tutti i nutrienti necessari alla crescita, è necessario evitare la monotonia (per esempio, mangiare sempre e solo pasta in bianco o cotoletta) ed è, invece consigliabile, arricchire i menu di colore e gusto.

Infatti, i cibi salutari sono anche quelli più golosi se preparati con cura e fantasia. Per quanto riguarda l'apporto vitaminico, tutto ciò di cui necessita l'organismo di un bambino può arrivare dalla sua alimentazione, senza il bisogno di ricorrere a particolari integratori o supplementi (se non, ovviamente, in casi particolari segnalati dal pediatra).

Alimentazione bambini, come fare il pieno di vitamine

Una dieta equilibrata e completa garantisce al bambino tutte le vitamine di cui necessita. Senza bisogno di supplementi

 

Facciamo la spesa insieme

Evviva il mercato

Le linee guida dei nutrizionisti parlano chiaro: ogni giorno si dovrebbero consumare cinque porzioni di vegetali (tra frutta e verdura), variando il più possibile il colore. A ogni tonalità, infatti, la natura ha associato una particolare vitamina (o più) dalle numerose proprietà benefiche.

Ma lo scoglio "frutta e verdura" resta uno dei più complessi da arginare, soprattutto se si tratta di ortaggi "verdi". Un'idea è avvicinare i bambini al cibo, facendo loro toccare ciò mangeranno e, soprattutto, lasciando loro la possibilità di scegliere. Per questo, è una buona soluzione fare la spesa al mercato insieme ai piccoli di casa, in mezzo a tante bancarelle colme di frutta e verdura colorate.

Verdura: vitamine e minerali

Meglio cruda o nei sughi

Parlando di verdure e bambini, spesso, si tocca un tasto dolente. Eppure, sappiamo bene quanto gli ortaggi siano importanti per la buona salute di grandi e piccini. La verdura è, infatti, ricca di vitamine, minerali e fibre. Al contempo, è povera di grassi e calorie.

Di solito, i piccoli apprezzano maggiormente alcuni tipi di verdura: pomodorini, carote crude, zucchine...Diciamo che le crudité da sgranocchiare sono, bene o male, apprezzate dai bambini. Invece, esistono verdure come broccoli o finocchi che non incontrano il gusto dei giovani palati. In questi casi, le verdure possono essere trasformate in sughi per pastasciutte golose, lasagne vegetariane, torte salate e polpettine.

Merenda? Vitaminica!

La scuola, palestra di salute

I menu delle mense scolastiche, in questi ultimi anni, hanno subito una trasformazione in positivo. Rispetto a qualche tempo fa, infatti, vene maggiormente incentivato tra i bambini il consumo di frutta e verdura. Quindi, la varietà di vegetali aumenta (e con essi le vitamine) mentre diminuiscono formaggi e carni rosse o salumi.

Sull'onda di questo trend positivo, si può trasformare la merenda di metà mattina in un concentrato vitaminico. Come? Unendo sapore e benessere: macedonie coloratissime (irrorate con succo di limone, così non anneriscono), verdure crude da sgranocchiare, frutta secca, spremute...Ormai, la maggior parte dei bambini, a scuola, riceve anche un'educazione di tipo alimentare, perciò i piccoli sono spesso più ferrati degli adulti sugli alimenti per loro benefici. Perciò, via libera a idee originali e super vitaminiche!

Fragole, arance, kiwi

Sistema immunitario forte con la vitamina C

La vitamina C è preziosa, anche per la salute dei bambini. Infatti, non solo stimola il buon funzionamento del sistema immunitario, ma questa vitamina agisce anche da antinfiammatorio e protegge le mucose (per esempio, della bocca) da batteri e virus.

Dove si trova la vitamina C? In molti frutti amati dai bambini: le fragole, per esempio, ne contengono davvero moltissima e sono apprezzate da quasi tutti i bimbi. Poi i kiwi e le arance. La macedonia, per esempio, diventa un'ottima soluzione per fare il pieno di vitamina C con golosità: kiwi, fragole, mirtilli, mandarino e una spruzzata di limone. Ottima a merenda ma anche per le colazioni estive, quando il caldo toglie l'appetito.

Tanto pesce anche per loro

Vitamina D per le ossa che crescono

La vitamina D è importante per la salute delle ossa e una sua carenza può portare a diversi tipi di disturbi. Come farne scorta? Si tratta di una tipologia di vitamina contenuta in alcuni grassi "buoni" come l'olio di pesce.

Perché il bambino non ne sia carente, è bene che la sua dieta settimanale preveda quindi anche il consumo di pesce, soprattutto azzurro (salmone alla griglia, alici al forno), di uova e di latte.

Per quanto riguarda il gusto dei bambini, solitamente il pesce non rientra nella top ten dei cibi più amati. Però, anche in questo caso, basta un po' di fantasia: polpettoni di tonno, spiedini di salmone e patatine, alici impanate croccanti...

Riproduzione riservata