Addominali perfetti: ecco come ottenerli  

Addominali: in genere sono i muscoli che subiscono di più gli effetti di una gravidanza e di un par

Addominali: in genere sono i muscoli che subiscono di più gli effetti di una gravidanza e di un parto.

Se avete partorito con un parto naturale, comunque, avranno subito lo “stress” dei nove mesi di gravidanza e dopo il parto avranno bisogno di un po’ di allenamento per tornare quelli di un tempo. In caso di parto cesareo, poi, ci vorrà una vera e propria “rieducazione” dei muscoli addominali. Con un po’ di calma e molta costanza, potrete tornare in forma, seguendo i consigli della nostra esperta.

Lo sappiamo, sembra ripetitivo eppure la prima cosa da fare è: “camminare, camminare, camminare” - ci conferma la nostra esperta, la personal trainer Ale Santarelli. Camminare è una delle primissime attività che si possono fare dopo aver partorito, senza il rischio di lacerare punti (nel caso di taglio cesareo) o di fare sforzi eccessivi: mantenendo una postura corretta mentre si cammina, si fanno lavorare anche i muscoli addominali.  Appena il vostro medico vi autorizza, camminate tutti i giorni per circa 30 minuti (all’inizio è sufficiente a giorni alterni), anche spingendo il passeggino, con l’accortezza di mantenere sempre una postura corretta: schiena dritta, collo alto, provate a contrarre i glutei mentre camminate.

Se avete partorito con taglio cesareo, chiedete prima al vostro medico quando è il momento opportun

Se avete partorito con taglio cesareo, chiedete prima al vostro medico quando è il momento opportuno  per ricominciare a far lavorare i muscoli addominali, in tutta tranquillità. Solo allora, se vi piace, andate in palestra consiglia la nostra personal trainer - altrimenti a casa, potete eseguire degli esercizi semplici ma di sicura efficacia. L’importante è iniziare sempre in modo dolce e poi aumentare il livello in modo graduale, senza eccedere. Non dimenticate di prestare attenzione alla postura ed alla respirazione!

Distese supine – su un apposito tappetino per evitare problemi alla schiena raccomanda Ale Santare

Distese supine – su un apposito tappetino per evitare problemi alla schiena raccomanda Ale Santarelli  - incrociate le braccia, portando le mani sulle spalle (opposte: la sinistra sulla spalla destra e la destra sulla spalla sinistra). Piegate le gambe a 45°, come nella foto, e puntate i talloni a terra. Iniziate con una serie da 10, poi, fate una piccola pausa e provate a fare un’altra serie da 10.

Aumentate ogni giorno la vostra serie di addominali, consiglia la personal trainer Ale Santarelli, c

Aumentate ogni giorno la vostra serie di addominali, consiglia la personal trainer Ale Santarelli, cercando di superare il vostro limite. Senza eccedere però: non dovete mai andare in affanno. I primi giorni aumentate di uno o massimo due esercizi, ogni serie e se avete qualsiasi dubbio sulla postura, sulla respirazione, sulla frequenza, rivolgetevi sempre ad un esperto.

Distese supine, stendete le braccia accanto al corpo. Sollevate le gambe come nella foto e piegatele

Distese supine, stendete le braccia accanto al corpo. Sollevate le gambe come nella foto e piegatele leggermente. Portate il busto leggermente in alto, come se doveste toccare le ginocchia con la fronte, tenendo le braccia sempre in basso, parallele al busto. Iniziate con una serie da 10 e poi, incrementate ogni giorno un poco.

Riproduzione riservata