La nostra mentor Elisa Bonandini ci svela tutti i segreti per valorizzare con l'armocromia la stagione Inverno

In armocromia applicata alla persona, alle varie tipologie cromatiche, vengono abbinate delle palette colori che si rifanno agli schemi colore delle stagioni climatiche. Le stagioni con schemi colore freddi sono l’estate e l’inverno: mentre quelli dell’estate sono chiari, desaturati e soft, quelli dell’inverno sono più scuri, saturi e brillanti. Allo stesso modo la donna inverno ha in sé dei colori freddi, che vengono esaltati da tonalità altrettanto fredde, declinate in 3 diverse palette a seconda del colore di occhi e capelli. Vediamo tutte le caratteristiche della donna inverno nei suoi sottogruppi per saper scegliere i colori più adatti e valorizzare la sua bellezza.

Identikit della donna stagione Inverno

  • -Sottotono: freddo
  • -Sovratono: tende al rosa, oppure all’olivastro, ma in alcuni casi può essere anche neutro-giallo
  • -Colori di occhi: nocciola, castani, neri, verdi, azzurri, grigi
  • -Colori di capelli: castano cenere o anche ramati, da medi a scuri e neri
  • -Segni particolari: se è chiara si abbronza con fatica, magari scottandosi, l’abbronzatura è rossiccia e il segno del costume scompare velocemente; se è olivastra si abbronza bene e velocemente diventando scura.
Laboratorio di Armocromia: impariamo a riconoscere i “colori amici”

VEDI ANCHE

Laboratorio di Armocromia: impariamo a riconoscere i “colori amici”

Come non confondere la donna inverno con la donna autunno

Spesso succede che si confondano queste due tipologie cromatiche per via di una caratteristica in comune e cioè i capelli e gli occhi castani. La differenza sta nel sottotono (ciò che comanda i colori giusti per se): quello della donna autunno è caldo e quello della donna inverno è freddo. Il sovratono della donna autunno tende più al neutro, giallo o ambrato, mentre quello della donna inverno al neutro, rosa o olivastro. I capelli possono avere sia sfumature calde che fredde in entrambi le categorie e spesso non coincidono col sottotono, così come il colore di occhi non fa testo: per questo motivo se il sovratono non è spiccatamente caldo o freddo, ma risulta neutro, è sempre meglio misurare il sottotono con un’analisi cromatica per non sbagliare categoria di appartenenza e penalizzarsi con i colori scorretti!

L’armocromia per la donna della stagione Autunno

VEDI ANCHE

L’armocromia per la donna della stagione Autunno

Le tre tipologie della donna inverno: fredda, brillante e profonda

In base al colore di capelli e di occhi e a come contrastano con la pelle, la donna inverno può rientrare in 3 categorie: fredda, brillante o profonda. Queste ultime sono chiamate “dominanti”, cioè una particolare caratteristica che salta subito all’occhio e colpisce di quella persona. I colori che stanno bene alla donna inverno saranno sempre freddi, ma in base alla dominante variano di intensità e saturazione, perché è sì importante scegliere i colori per temperatura (caldi o freddi), in base al proprio sottotono, ma anche il loro grado di intensità e il modo in cui si abbinano influiscono molto nel ricreare una perfetta armonia sotto il viso.

Armocromia: scopri se sei una donna Inverno e la palette colori che ti valorizza

VEDI ANCHE

Armocromia: scopri se sei una donna Inverno e la palette colori che ti valorizza

La donna inverno freddo

La versione fredda dell’inverno è quella considerata “media”, a metà tra la brillante e la profonda. Esempi di celebrities inverno freddo sono Alessandra Mastronardi, Anne Hathaway e Kristen Davis. La pelle è chiara con sovratono roseo o neutro; gli occhi possono essere di colore nocciola, verdi o castani; i capelli possono essere castano medio-chiaro, generalmente cenere, ma possono avere anche sfumature ramate. La palette ideale per la donna inverno freddo è sì fredda ma attenzione a troppa brillantezza e contrasto molto alto tra gli accostamenti di colori, perché tra le donne inverno è la più delicata. Il make-up dovrebbe contemplare colori spiccatamente freddi e di intensità media. La donna inverno freddo castana non dovrebbe scurire troppo i capelli perché potrebbero sovrastare il viso, può spingersi però verso un mezzo tono in più. Se ha i capelli di un cenere medio si potrebbe pensare che schiarire verso il biondo sia la soluzione più semplice, ma quella non è la tonalità migliore per lei, che vuole comunque un minimo di intensità e una nuance fredda come il cenere appunto, che sia in armonia con il sovratono roseo o neutro. I bijoux e gioielli che esaltano maggiormente questa tipologia sono di oro bianco e argento.

La donna inverno brillante

La versione brillante dell’inverno è quella in cui c’è un altissimo contrasto tra pelle e capelli e gli occhi sono chiari e brillanti (azzurri, verdi, blu). Esempi di celebrities inverno brillante sono Megan Fox, Zooey Deschanel, Jennifer Connelly. La pelle è molto chiara; gli occhi possono essere azzurri, verdi o blu; i capelli possono essere castano da medio a scuro o neri. La palette ideale per la donna inverno brillante è spiccatamente fredda, vivida e luminosa e gli abbinamenti di colori che funzionano meglio sono quelli a contrasto. Il make-up dovrebbe mettere in risalto zigomi e labbra con colori vividi, a base fredda, che mettano in risalto gli occhi “gioiello” di questa bellissima tipologia cromatica. La donna inverno brillante, se castana di intensità media, può scurire di un mezzo tono o un tono i capelli, per rafforzare il contrasto con la pelle e mettere in risalto gli occhi; invece non dovrebbe schiarirli perché perderebbe la sua naturale intensità. I bijoux e gioielli che esaltano maggiormente questa tipologia sono di oro bianco o argento.

La donna inverno profondo

La versione profonda dell’inverno è quella la cui dominante è spiccatamente scura, come ad esempio una pelle olivastra e occhi e capelli molto scuri. Esempi di celebrities inverno profondo sono Maria Grazia Cucinotta, Dua Lipa, Salma Hayek. La pelle è medio-scura, neutra o olivastra; gli occhi possono essere di colore castano medio-scuro o neri; i capelli possono essere castano scuro o neri. La palette ideale per la donna inverno profondo è fredda e scura e gli abbinamenti di colori che donano dovrebbero essere tono su tono, meglio se medio-scuri. Il make-up può essere tono su tono, a base fredda, senza esagerare nell’intensità (perché potrebbe indurire questa tipologia cromatica). La donna inverno profondo non dovrebbe schiarire i capelli, ma piuttosto esaltarne l’intensità. Se però ha il desiderio di maggiore luminosità intorno al viso può schiarire qualche ciocca sottile, nelle tonalità del nocciola, sfumatura che rimane abbastanza fredda. I bijoux e gioielli che esaltano maggiormente questa tipologia sono di oro bianco o argento, ma può funzionare anche l’oro giallo quando si è abbronzate.

Colori base e accento del guardaroba

Ciascuna stagione armocromatica ha dei colori neutri ideali che costituiscono la base del guardaroba. Quelli della donna inverno sono il bianco ottico, il nude in versione rosata, il grigio, il blu e il nero.
I colori accento invece sono quei colori più accesi che completano gli outfit e vengono utilizzati sia negli abiti che negli accessori ma il loro utilizzo dipende da quanto piace vestirsi e accessoriarsi “colorate”. I colori accento di riferimento della donna inverno sono il rosso lampone, il bordeaux violaceo, il fucsia, il viola indaco, il giallo limone, il blu elettrico.
Avere una base di colori neutri e accento freddi, in linea con il proprio sottotono, aiuta a creare outfit cromaticamente sempre armonici. Proprio a questo serve la palette colori ideale: per muoversi al suo interno creando abbinamenti facili e belli senza paura di sbagliare, che esaltano la propria unicità e bellezza.

Elisa Bonandini
Elisa Bonandini
Beauty & Style Coach

Architetto di formazione, inguaribile edonista e autrice del libro Smart Beauty, ridisegna la tua immagine, persegue bellezza e stile in tutte le loro manifestazioni. Vive e lavora a Milano, è beauty e style coach, content creator e contributor di magazine femminili e collabora con aziende di beauty, moda e ottica. Lo style coaching dedicato alla persona è il cuore del suo lavoro: intuirne il potenziale d’immagine inespresso per portarlo alla luce con l’obiettivo di renderla più sicura e soddisfatta di se. Le piacciono i grattacieli, il Cosmopolitan e la Carbonara, il colore fucsia è il suo mantra e il sorriso la sua firma.

Riproduzione riservata