Laboratorio di Armocromia: impariamo a riconoscere i “colori amici”

La nostra mentor Elisa Bonandini ci guida a riconoscere i colori che più ci donano con un laboratorio pratico di armocromia

I colori che applicate al vostro corpo sotto forma di abiti, make-up, bijoux, colori di capelli, sono come una sorta di eco delle vostre caratteristiche cromatiche naturali e hanno il potere di esaltare la vostra bellezza, così come la natura l’ha concepita; al contrario, i colori possono anche penalizzare la vostra immagine se sono in disarmonia con essa.

Il principio numero uno dell’armocromia infatti è scegliere i colori per “ripetizione” e quindi emulare quelle che sono le vostre caratteristiche personali (mix di tono di pelle, occhi e capelli) attraverso un corretto uso del colore. Ogni persona possiede infatti una palette di colori ideali in grado di esaltare la propria bellezza e il proprio stile: ecco qualche dritta per individuarla!

Significato della parola Armocromia

La parola Armocromia significa “armonia dei colori” e può essere applicata a qualsiasi ambito: nell’arredamento ad esempio, alla persona, o ancora ad una composizione di oggetti per uno scatto fotografico. Armocromia significa cercare una risonanza tra i colori che si accostano, per creare un insieme esteticamente appagante. È una disciplina che ha dei fondamenti che provengono dalle teorie del colore in pittura dei primi del ‘900 ed è poi stata sviluppata in diversi ambiti, tra cui quello dell’immagine personale. Dopo circa 100 anni di studio, sviluppo e applicazione di questa disciplina oggi è possibile stabilire abbastanza precisamente una famiglia di colori ideali per ognuno di voi tra le 4 a disposizione: i colori caldi, chiari e luminosi della primavera; i colori freddi, chiari e soft dell’estate; i colori caldi, intensi e ricchi dell’autunno; i colori freddi, intensi e brillanti dell’inverno. Quali saranno i vostri?

Il colore come fenomeno fisico

Il colore ha tante sfaccettature, è un fenomeno che possiamo definire fisiologico, psicologico, ma anche fisico. Due colori accostati non rimarranno uguali a se stessi ma cambieranno a livello percettivo nel loro interagire: se c’è sintonia l’effetto sarà estremamente piacevole, se invece non c’è percepirete disarmonia. Questo succede anche quando indossate un rossetto, un maglione, oppure cambiate colore di capelli: se il colore che avete scelto è in sintonia con i colori del vostro viso ne trarrete un enorme beneficio estetico, viceversa potreste rischiare di vedervi invecchiate, spente o incupite.

Un bijoux di palette. Come scegliere i gioielli secondo l’Armocromia

VEDI ANCHE

Un bijoux di palette. Come scegliere i gioielli secondo l’Armocromia

I benefici del conoscere i propri “colori amici”

  • Rendono l’incarnato più omogeneo, come se fosse corretto con del make-up
  • Fanno risplendere occhi e capelli
  • Liftano i lineamenti
  • Ringiovaniscono
  • Migliorano lo stile
  • Fanno risparmiare soldi e tempo
  • È più facile fare gli abbinamenti negli outfit
  • Rendono più sicure di sé
Coltiva la tua unicità e crea il tuo stile personale

VEDI ANCHE

Coltiva la tua unicità e crea il tuo stile personale

L’elemento colore nello stile personale

È stato dimostrato da ricerche che il colore impatta sulla valutazione di una persona tra il 62% e il 90%, questo significa che con il solo uso corretto e armonico del colore potete fare una fantastica prima impressione… oppure no! Il colore è un grande alleato di stile e molte donne considerate icone della moda hanno fatto del colore il loro cavallo di battaglia: una di queste è sicuramente la ex-Spice Girl e oggi affermata stilista Victoria Beckham. Le sue combinazioni cromatiche non sono mai scontate e i suoi look sempre riconoscibili.

Getty

Il sottotono di pelle: è caldo o freddo?

Il punto di partenza per capire quali colori donano è conoscere il vostro sottotono di pelle, che altro non è che il colore di fondo della vostra carnagione non visibile a occhio nudo: può essere caldo oppure freddo. Il sovratono di pelle invece è il tono e l’intensità della pelle così come la vediamo: rosea, olivastra, tendente al giallo o ambrata; lattea, chiara, media o scura. È proprio il sottotono che indica quale famiglia di colori si armonizza meglio con voi: freddi se è freddo, caldi se è caldo.
Se avete un sottotono freddo e indossate colori freddi l’incarnato si omogenizza e si illumina (invece con i colori caldi si spegne e risulta più discromico) e di conseguenza se avete un sottotono caldo sarete valorizzate dai colori caldi e non quelli freddi. Nel corso della vita il sottotono non cambia, quindi esserne consapevoli per individuare la propria palette colori di riferimento è una piacevole e utile scoperta che vi accompagnerà per sempre!

Misurare il sottotono “fai da te”

Individuare il sottotono non è affatto facile, tutto dipende da quanto sono visibili i cambiamenti sul vostro incarnato sottoposto ai vari colori, ma vale la pena fare un tentativo. Fate in questo modo: procuratevi due indumenti o pezzi di stoffa uno color arancione e uno color fucsia e mettetevi davanti allo specchio, struccate, alla luce naturale del mattino. Ora posizionate il drappo fucsia appoggiato sul decolleté sotto al viso e con il drappo arancione tra le mani fate su e giù un po’ di volte: se con il drappo arancione vi vedete ingiallite e discromiche probabilmente avete un sottotono freddo e infatti con il fucsia la vostra pelle risulterà più omogenea, chiara e luminosa; se invece con l’arancione vi vedete omogenee e luminose mentre con il fucsia vi vedete ingrigite, spente e discromiche, è probabile che abbiate un sottotono caldo. Se con questa combinazione di colori non riuscite ancora a capire il vostro sottotono provate con altre coppie di colori rispettivamente caldi-freddi: cammello e grigio, giallo ocra e limone, rosso corallo e lampone.

Le 4 stagioni cromatiche

Dopo aver individuato il vostro sottotono potete inserirvi in una delle 4 categorie cromatiche in base al vostro colore di occhi e di capelli. Se il sottotono è caldo potete rientrare nella palette primavera o autunno, se invece è freddo nella palette estate o inverno. Tutto dipende dalla vostra intensità: le chiare e delicate sono donne primavera se hanno sottotono caldo o donne estate se hanno sottotono freddo, le medio-scure sono donne autunno se hanno sottotono caldo o donne inverno se hanno sottotono freddo.

Lo scopo dell’Armocromia quindi è di capire se vi stanno bene colori caldi e chiari (primavera), caldi e intensi (autunno), freddi e chiari (estate) o freddi e intensi (inverno) per creare quell'armonia, tra voi e i colori che indossate, che vi farà risplendere!

Elisa Bonandini
Elisa Bonandini
Beauty & Style Coach

Architetto di formazione, inguaribile edonista e autrice del libro Smart Beauty, ridisegna la tua immagine, persegue bellezza e stile in tutte le loro manifestazioni. Vive e lavora a Milano, è beauty e style coach, content creator e contributor di magazine femminili e collabora con aziende di beauty, moda e ottica. Lo style coaching dedicato alla persona è il cuore del suo lavoro: intuirne il potenziale d’immagine inespresso per portarlo alla luce con l’obiettivo di renderla più sicura e soddisfatta di se. Le piacciono i grattacieli, il Cosmopolitan e la Carbonara, il colore fucsia è il suo mantra e il sorriso la sua firma.

Riproduzione riservata