Sai cos’è un somatotipo? Scopri a quale appartieni e come valorizzarti con stile

2/5
di

Elisa Bonandini

Linee curve o spigolose? Corportura piena e morbida o spigolosa e asciutta? Muscoli in evidenza oppure nascosti? Queste le caratteristiche dei 3 somatotipi, ovvero le 3 strutture fisiche principali, alle quali tutte noi apparteniamo. Sai qual è la tua e come valorizzarla con l'abbigliamento e i tessuti? Scoprilo con noi!

Per somatotipo si intende la costituzione corporea, studiata e classificata nel 1940 dal medico Americano William Herbert Sheldon, che individuò 3 somatotipi: l’endomorfo, il mesomorfo e l’ectomorfo. Queste 3 strutture corporee si distinguono nelle linee, nel peso, nella grandezza delle ossa, e nella forma della silhouette, oltre che nel temperamento e nel carattere. Ogni somatotipo ha un’alimentazione e un tipo di sport più idonei per mantenere una salutare e piacevole forma fisica, ma quello su cui ci concentriamo oggi è come valorizzare ciascuna struttura fisica con l’aiuto dell’abbigliamento e dei tessuti. Sì, perché forse ancora non sai che in base alle linee del tuo corpo (curve o spigolose) puoi scegliere tessuti più o meno adatti ad armonizzarle. Vediamo come!

Somatotipo endomorfo: corporatura morbida

Questa struttura fisica è piena e morbida, con una prevalenza di linee curve. L’attrice Christina Hendricks la impersona perfettamente nel suo essere procacemente curvy! Generalmente si presenta con spalle più strette e spioventi, rispetto a fianchi generosi e gambe voluminose, seno abbondante, e tende a ingrassare facilmente. Ha una struttura ossea medio-grande. Visivamente è curvilinea e non mostra i muscoli.

Nell’abbigliamento è bene prediligere tessuti leggeri che cadono fluidi, e tagli scivolati che non stringono troppo, ma che non siano nemmeno troppo larghi (ingrossano!). Jersey di cotone o seta, crepe, rayon, viscosa, maglieria sottile, chiffon, sono i tessuti che funzionano meglio su questa corporatura.

È una corporatura che necessita di essere anche un po’ definita, soprattutto se le spalle sono molto strette rispetto ai fianchi: via libera a giacche, giubbottini e gilet, che mettono “struttura” visiva, sì a linee geometriche e asimmetrie che smorzano le rotondità.

Se il punto vita è segnato, anche se la pancia non è propriamente piatta, va messo in mostra perché aiuta a far percepire la silhouette come più snella. Se appartieni a questo somatotipo aiutati anche con la giusta biancheria shaping, soprattutto quando devi indossare abiti scivolati che potrebbero “segnare”. 

  • 1 4
    Credits: Getty Images

    Christina Hendricks ha una corporatura piena e morbida, in cui predominano le linee curve. Funzionano bene lo scollo a V e l'evidenziare il punto vita per assottigliare la silhouette. I Tessuti sottili e asciutti si adattano bene e non mettono ulteriore peso visivo.

  • 2 4
    Credits: Getty Images

    Ashley Graham, somatotipo endomorfo, indossa un tailleur giacca e pantalone che regala "struttura" e definizione alla sua figura curvilinea.

  • 3 4
    Credits: Getty Images

    Vanessa Incontrada ha una costituzione morbida: l'abito dalla scollatura geometrica con spalline introduce un elemento squadrato che rende il busto più definito.

  • 4 4
    Credits: Getty Images

    Un abito sottile che cade fluido, con scollo a V e punto vita leggermente sottolineato è perfetto per una corporatura piena e morbida

Somatotipo mesomorfo: corporatura muscolosa

La caratteristica principale di questa struttura sono i muscoli, che saltano subito all'occhio! Ben delineati e tonici rendono la silhouette e il portamento un po’ mascolini, scattanti, alla Cameron Diaz. Può avere spalle larghe e fianchi stretti. Quando il somatotipo mesomorfo non si allena tende a mettere su peso e perdere un pochino di definizione, ma di base rimane una costituzione mascolina.

Se sei mesomorfa dovresti cercare di renderti più aggraziata e femminile anche con l’aiuto di dettagli leziosi, come fiori, nastri e fiocchi, e stampe romantiche. Per quanto concerne i tessuti funzionano meglio quelli di peso medio come il jeans, la pelle sottile, cotone e lana di peso medio, poliestere, neoprene. Attenzione a capi molto strutturati come le giacche classiche: tendono ad “indurire” ed appesantire questa figura già di per se strutturata e definita. Infine opta per tagli e linee tondeggianti che introducono morbidezza, e uno stile femminile e delicato.

  • 1 4
    Credits: Getty Images

    Cameron Diaz, somatotipo mesomorfo e quindi muscoloso, si rende più aggraziata con una tuta dalle linee morbide. 

  • 2 4
    Credits: Getty Images

    Madonna, super-tonica e con muscoli iper-definiti si ingentilisce con un lezioso abito in seta rosa arricchito da rouches e fiocco.

  • 3 4
    Credits: Getty Images

    Jada Pinkett Smith, fisico muscoloso e tonico, lo rende aggrazziato con un abito dal tessuto sottile e decorazioni floreali romantiche e molto femminili.

  • 4 4
    Credits: Getty Images

    L'attrice Hilary Swank è visibilmente muscolosa. Il taglio asimmetrico dell'abito e la stampa floreale ammorbidiscono la struttura fisica rendendola più femminile.

Somatotipo ectomorfo: corporatura longilinea

Ossa lunghe e sottili, magrezza e leggerezza, linee spigolose, sono le caratteristiche principali del somatotipo ectomorfo. Spalle, clavicole, polsi, ginocchia e caviglie sono ossuti e molto esposti, proprio come la bellissima attrice Keira Knightley. Questo somatotipo prende peso difficilmente e non riesce a sviluppare la massa muscolare, a volte può essere percepito come “scheletrico”. Che fortuna appartenere a questa categoria starai pensando…si mangia a più non posso tanto non si ingrassa mai.

Certamente è una figura molto aggraziata ed elegante, d’altro canto in alcuni casi potrebbe sembrare poco femminile per la mancanza di “curve”. Se appartieni a questa struttura il tuo obiettivo è “riempire” e “ammorbidire” le linee e i vuoti (come il seno minuto!), grazie all’uso di tessuti corposi e lavorati, colori brillanti, linee e fantasie tondeggianti e contrastate. Sì a lino, cotone popeline, denim, velluto, pelle, matelassé, macramè, lana e cotone lavorati e spessi, jaquard, raso lucido, tessuti doppiati e strutturati, così come via libera a capi con spalline sostenute, colli e scolli rotondi, volant e rouche, applicazioni. Questa silhouette ha bisogno di aggiunta di “peso visivo” e di linee tonde per smorzarne la spigolosità.  

  • 1 4
    Credits: Getty Images

    Keira Knightley è un somatotipo ectomorfo: super esile e ossuta! Abiti con fantasie contrastate e colori brillanti, arricchiti da rouches, plisse e arricciature "riempiono" visivamente questa corporatura sottile. 

  • 2 4
    Credits: Getty Images

    Lily Collins ha un fisico longilineo e molto sottile: un abito lavorato con applicazioni è quello che ci vuole per dare corpo alla figura.

  • 3 4
    Credits: Getty Images

    Victoria Beckham opta correttamente per un maglione over a coste bianco che dona molto al suo fisico ectomorfo.

  • 4 4
    Credits: Getty Images

    Olivia Palermo ha un fisico molto sottile, a cui dona molto questo tailleur in velluto che da struttura e corpo alla sua silhouette.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te