Tendenze a quadri e righe

  • 1 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Givenchy by Riccardo Tisci

  • 2 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Jo No Fui

  • 3 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Junya Watanabe

  • 4 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Kenzo

  • 5 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Krizia Top

  • 6 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Laura Biagiotti

  • 7 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Marni

  • 8 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Max Mara

  • 9 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Nicole Farhi

  • 10 10
    Credits: Luca Cannonieri

    Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini.
    La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina.
    Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore.
    Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono.
    Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

    Paul Smith

Ci sono le striscioline fitte e verticali o le bande spesse e orizzontali, gli scacchi optical e i quadretti che fanno pensare a Elmer, il mitico elefantino dei libri per bambini. La geometria della primavera non è rigida e astratta, ma solare e sbarazzina. Gli accostamenti (ma anche i tagli) di Paul Smith e Nicole Farhi, Marni e mettono di buon umore. Un effetto rilassante che arriva anche con il bianco, il nero o il tono su tono. Come dimostrano le proposte di Max Mara, Krizia, Laura Biagiotti e Kenzo.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te