Alessandro Borghi è il nuovo “Diavolo” della Tv

18 10 2019 di Alessia Sironi
Credits: Getty Images

Si chiama Devils ed è una delle nuove serie che vedremo nella prima metà del 2020 su Sky: 10 episodi in cui Borghi ha l’opportunità di fare il grande salto verso il cinema internazionale. Con un cast da fare invidia

La prima prova internazionale del bel Alessandro Borghi è all’insegna della televisione: la nuova serie si chiama Devils ed è tratta dall’omonimo libro di Guido Maria Brera con un cast davvero eccezionale. Oltre a Borghi, fino ad oggi conosciuto soprattutto per i suoi ruoli in Distretto di polizia, Don Matteo e Suburra, la serie vanta un protagonista di tutto rispetto, Patrick Dempsey, l’ex dottor Stranamore di Grey’s Anatomy di recente tornato alle avventure seriali con La verità sul caso Harry Quebert. E poi Kasia Smutniak (nel ruolo di Nina Morgan, la seducente moglie di Dempsey), Laia Costa, Malachi Kirby, Paul Chowdhry, Pia Mechler, Harry Michell e Sallie Harmsen.

LA TRAMA

Devils è ambientata a Londra (anche se girata a Roma) e racconta i retroscena della crisi finanziaria europea attraverso la storia di Alessandro Borghi-Massimo de Ruggero, un trader italiano che ha raggiunto il potere nell'olimpo della finanza, seguendo i consigli del direttore di una delle più importanti banche al mondo e cioè Patrick Dempsey-Dominic Morgan. Divenuto suo successore, Massimo si trova al centro di una guerra economica: l'America vuole sferrare un attacco ai debiti pubblici degli Stati più poveri dell'Eurozona per evitare di perdere il ruolo di guida e così Massimo deve decidere se difendere gli interessi del proprio Paese o allearsi con l'uomo che lo ha reso "famoso". Quale strada sceglierà l'affascinante Alessandro Borghi?

Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Credits: Getty Images
Foto

I PRIMI LAVORI

Nato nella Capitale il 19 settembre del 1986, Alessandro inizia a lavorare come stuntman prima di ottenere piccoli ruoli in sceneggiati televisivi minori. Borghi si sente però attratto dal grande schermo ed esordisce al cinema nel 2011 con il film Cinque, ottenendo poi il ruolo di co-protagonista in Roma criminale, Suburra e Non essere cattivo per cui viene nominato miglior attore protagonista ai David di Donatello e rivelazione dell'anno. Nel 2017 interpreta il cantante Luigi Tenco nel film biografico Dalida, sulla vita della cantante e gli viene assegnato il ruolo di padrino della 74ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia. L'anno successivo interpreta Stefano Cucchi in Sulla mia pelle con cui fa incetta di premi.

GLI AMORI

Borghi non è solo uno dei giovani attori italiani più promettenti ma è anche uno dei più desiderati, per bellezza e prestanza, da entrambi i sessi. Ma è un uomo innamorato. Dopo la fine della lunga storia d'amore con la ballerina Roberta Pitrone, l'attore romano (che non ama molto parlare della sua vita privata e tiene molto alla sua privacy) dalla scorsa estate frequenta Irene Forti, la modella allergica ai social, laureata alla Luiss, di origine romana ma residente a Londra. Che lui vorrebbe si trasferisse in Italia per vivere con lui.

Riproduzione riservata