Zadie Smith 2014
Zadie Smith

BookCity 2020: gli scrittori più attesi (online)

BookCity 2020, il festival letterario di Milano, diventa digitale, con incontri e interviste in streaming per raggiungere tutti. Ecco gli scrittori più attesi (e ci siamo anche noi di Donna Moderna!)

Non poteva mancare, nonostante il Covid, uno tra gli appuntamenti più attesi dagli amanti dei libri. BookCity 2020, il festival letterario di Milano, diventa digitale, con incontri e interviste in streaming per raggiungere tutti. Punta su “I talenti delle donne” e sulla “Terra nostra” - come si chiamano le due sezioni principali del programma - in oltre 400 eventi gratuiti che si possono seguire dall’11 al 15 novembre su Bookcity Milano..

Tyler Jones
1 di 8 - Ilaria Capua
2 di 8 - Daria Bignardi
3 di 8 - Aldo Cazzullo
Contrasto
4 di 8 - David Quammen
Ansa
5 di 8 - Edoardo Albinati
Getty Images
6 di 8 - Francesco Carofiglio
Getty Images
7 di 8 - Zadie Smith
Getty Images
8 di 8 - Bernardine Evaristo

Donne da (ri)scoprire. La più attesa è la londinese, e newyorkese di adozione, Zadie Smith, che inaugurerà la manifestazione ricevendo anche, virtualmente, il Sigillo della città di Milano. Zadie Smith, che si era fatta conoscere con il romanzo sull’integrazione Denti bianchi (Mondadori), torna sul tema del razzismo. E parla anche della pandemia, del ruolo della scrittura oggi e della necessità di salvare il nostro Pianeta, prendendo spunto dalla raccolta di saggi, scritta durante lo scorso lockdown, Questa strana e incontenibile stagione (SUR).

Tra le autrici attiviste di questo BookCity c’è pure l’inglese di origine nigeriana Bernardine Evaristo: presenterà Ragazza, donna, altro (SUR), con cui ha vinto nel 2019 il Booker Prize, a pari merito con Margaret Atwood. Un romanzo corale con 12 protagoniste: etero, gay, attiviste transgender, artiste, insegnanti, nere e di sangue misto, giovani e anziane. Tra le voci più originali: l’inglese Jeanette Winterson, autrice di Frankissstein (Mondadori), versione rivisitata del mostro di Mary Shelley; Daria Bignardi con il nuovo Oggi faccio azzurro (Mondadori), che fonde arte e narrativa; Silvia Avallone, che con Un’amicizia (Rizzoli) parla di rapporti e social e pone la domanda “La vita ha bisogno davvero di essere raccontata per esistere?”. Silvia Avallone converserà con Alessandra Tedesco venerdì 13 novembre alle ore 18.30.

Daria Bignardi: prenderci cura di noi

VEDI ANCHE

Daria Bignardi: prenderci cura di noi

Poesia e attualità. Si intitola A riveder le stelle (Rizzoli) l’ultimo romanzo di Aldo Cazzullo dedicato a Dante. E di poesia si tratta anche per Francesco Carofiglio, che ha appena pubblicato una raccolta di versi, illustrati da lui, sul periodo che stiamo vivendo: Poesie del tempo stretto (Piemme). Di Covid e nuovi scenari parlano la virologa Ilaria Capua, autrice di Il dopo (Mondadori) e David Quammen, scrittore del libro cult Spillover (Adelphi).

Ilaria Capua: «La mia vita contro i virus»

VEDI ANCHE

Ilaria Capua: «La mia vita contro i virus»

A Milano, città creativa per la letteratura secondo l’Unesco, è dedicato l’incontro a cui partecipa Edoardo Albinati, autore di Desideri deviati (Rizzoli). Mentre di economia parlerà il professore e autore Einaudi Jean-Paul Fitoussi.

Non manca il focus sulla dislessia con Francesco Riva e il suo Dove sei Albert? (Dea). Presenta il libro la nostra Isabella Fava. Barbara Rachetti invece presenta il libro di Andrea Vianello Ogni parola che sapevo (Mondadori) sulla riconquista del linguaggio dopo l'ictus, insieme a Fulvio Ervas, autore del best seller Se ti abbraccio non avere paura (Marcos y Marcos). L'evento è a cura del Centro Benedetta D'Intino.

David Quammen: «Prepariamoci a convivere con i virus»

VEDI ANCHE

David Quammen: «Prepariamoci a convivere con i virus»

«Gli studenti sono i miei maestri»

VEDI ANCHE

«Gli studenti sono i miei maestri»

Riproduzione riservata