Il ritorno degli Abba dopo 40 anni con un nuovo album

Un nuovo "disco" di inediti e uno show di ologrammi con gli "Abba-tars": il quartetto svedese ha annunciato anche una serie di concerti londinesi dove appariranno solo come avatar. I fan sono già in delirio

Ci voleva una pandemia (e quattro decenni) perché gli Abba tornassero sulla scena mondiale. E in grande, grandissimo stile. Il gruppo musicale svedese, che ci ha fatto ballare con hit come "Mamma mia" o "Dancing queen", e che ha venduto quasi 400 milioni di dischi, ha infatti annunciato con una diretta YouTube, l'uscita di due nuovi brani, preludio dell'album "Voyage".

Oltre a una serie di concerti londinesi che stanno già creando scompiglio tra i fan rimasti "felicemente sconvolti" dalla news. Niente scherzi: Bjorn Ulvaeus, Benny Andersson, Agnetha Faltskog e Frida Lyndstad hanno finalmente deciso di pubblicare nuova musica. E dare il via al loro ABBAtar Voyage Tour. E, come è facile immaginare dal titolo della tournée, a dispetto dell'età dei quattro protagonisti, lo show sarà realizzato con la migliore tecnologia e gli Abba appariranno come ologrammi. O avatar, se vogliamo essere più moderni.

Non pensate però di vedere ultrasettantenni sgambettare sul palco. Quelli che vedremo sono gli Abba del 1978. Ma con una live band di dieci elementi in un'arena costruita appositamente nella capitale inglese all'interno del Queen Elizabeth Olympic Park.

«L'ispirazione principale per tornare di nuovo in studio di registrazione viene dal nostro coinvolgimento nella creazione del concerto più strano e spettacolare che sia mai possibile immaginare», racconta Bjorn Ulvaeus che spiega come la versione digitale del gruppo sia stata creata grazie a settimane di riprese con motion capture non solo con i quattro membri della band ma con un team di 850 elementi della Industrial Light & Magic, la compagnia fondata nientemeno che da George Lucas, alla sua prima incursione nella musica. Insomma lo show sarà un vero e proprio mash up tra passato e futuro, tra digitale e reale grazie al quale gli Abba sembreranno esibirsi davvero fisicamente ma con l'aspetto che avevano negli Anni Settanta.

Gli Abba sono infatti nati nel 1972 e, nonostante siano rimasti attivi musicalmente solo per poco più di un decennio, hanno avuto un successo talmente straordinario da permettere loro di campare di rendita e diritti a vita.
Per il magico tour bisognerà aspettare il prossimo 27 maggio. Ma il nuovo disco arriverà il 5 novembre e i due singoli, I Still Have Faith In You e Don’t Shut Me Down, sono già disponibili.

Riproduzione riservata