Kate Middeton: gli zoom-look da copiare in smart working

La duchessa di Cambridge è famosa nel mondo per la cura dei suoi look durante eventi in patria o tour all'estero e il suo guardaroba durante il lockdown non è stato da meno. Ecco i look zoom-friendly da copiare in smart working

Per molti di noi il lockdown ha significato un drastico cambio di look, stile, immagine e, ovviamente, anche del nostro guardaroba che si è pian piano riconvertito in pezzi strategici come magliette, maglioncini, camicette e foulard da legare al collo. Anche Kate Middleton, insieme agli altri membri senior della Royal Family si è adeguata all stile Zoom-friendly riuscendo, con capi per lo più riciclati ad essere chic, semplice ed elegante allo stesso tempo.

Ovviamente, nel caso della duchessa di Cambridge, nulla è lasciato al caso e, da sempre attenta anche ai messaggi che lanciano i capi indossati, ha sfoggiato ripetutamente l'azzurro, il colore di medici e infermieri per eccellenza, in segno di rispetto per una categoria che ha fatto e sta facendo moltissimo per proteggere il Paese, ma anche outfit colorblock (come il maglioncino di zara color becco d'anatra andato a ruba in meno di 24 ore) che richiamano l'arcobaleno, diventato il tutto il mondo il simbolo di una nuova rinascita e ripartenza - ricordate gli striscioni dipinti dai bambini e appesi alle finestre che auguravano #andratuttobene?

Perfino Kate Middleton ha ammesso durante una "call" con i bambini di un'istituto di essersi concessa look più casual e comodi. Sì, perché lo stile smart-working ci permette di abbinare camicette da ufficio con i più classici pantaloni della tuta. E chi può biasimarla? Sicuramente nei giorni di chiusura forzata abbiamo tutti (o quasi) scoperto che è era piuttosto sciocco sfilare per la casa in calzamaglia vintage in pelle e tacchi alti per non vedere nessuno. Va bene regalarsi qualche soddisfazione e non lasciarsi andare, ma a tutto c'è un limite.

Getty Images

Kate indossa un maglioncino Raey.

Getty Images

La T-shirt marinara a maniche lunghe è firmata L.K. Bennett.

Getty Images

L'abito floreale con colletto bianco di Beulah London richiama lo stile Lady Diana degli anni Ottanta. 

Getty Images

Un riciclo creativo dell'abito Sandro.

Getty Images

Il maglioncino Zara è andato sold out in 24 ore. 

Getty Images

Abito azzurro Ghost per ringraziare medici e infermieri. 

La Duchessa è riuscita ad ottenere il giusto compromesso per la webcam, tanto che i suoi tipici abiti floreali e chintzy particolarmente english non sono mai sembrati più allegri e bon ton. Inoltre, sostenere i designer britannici in un momento in cui supportare il Regno Unito non è mai stato così importante, è diventato essenziale e la duchessa lo ha dimostrato indossando "artisti" del calibro di Beulah London, Tabitha Webb, L.K. Bennett, Boden Clothing e Marks and Spencer.

Infine, gli appassionati di moda reale con occhi sopraffini non hanno potuto fare a meno di notare, ancora una volta, il richiamo alla Lady Diana degli anni Ottanta, a quella principessa del Galles icona di stile che ancora oggi fa sognare ed è continuamente imitata. Kate è apparsa infatti in un video di un minuto per Heads Together, (l'ente benefico sostenuto dai duchi di Cambridge e dal principe Harry) nella Settimana della consapevolezza sulla salute mentale dove indossa un abito simile a quello di Donald Campbell indossato da Diana nel 1986.

Ancora un riciclo con l'abito di Altuzarra. 

Ancora un riciclo con l'abito di Altuzarra. 

Riproduzione riservata