Kristen Stewart
Kristen Stewart, 31 anni

Kristen Stewart, Lady Diana nel film Spencer: intervista

In Spencer, adesso al cinema, Kristen Stewart è una strepitosa Lady Diana. Che sia perché sa bene cosa significhi essere nel mirino di paparazzi e tabloid? «Non scappo né fingo: non sento il bisogno di piacere a tutti»

Kristen Stewart è l’interprete più interessante della sua generazione. A 31 anni l’attrice americana - cresciuta sotto i riflettori da quando a 11 anni David Fincher l’ha voluta accanto a Jodie Foster in Panic Room e diventata una star con la saga di Twilight e con film d’autore come Still Alice con Julianne Moore che ne hanno certificato il talento - è una giovane donna sicura di sé.

Getty Images
1 di 48
Getty Images
2 di 48
Getty Images
3 di 48
Getty Images
4 di 48
Getty Images
5 di 48
Getty Images
6 di 48
Getty Images
7 di 48
Getty Images
8 di 48
Getty Images
9 di 48
Getty Images
10 di 48
Getty Images
11 di 48
Getty Images
12 di 48
Getty Images
13 di 48
Getty Images
14 di 48
Getty Images
15 di 48
Getty Images
16 di 48
Getty Images
17 di 48
Getty Images
18 di 48
Getty Images
19 di 48
Getty Images
20 di 48
Getty Images
21 di 48
Youtube
22 di 48
Getty Images
23 di 48
Getty Images
24 di 48
25 di 48
Getty Images
26 di 48
27 di 48
28 di 48
Getty Images
29 di 48
Olycom
30 di 48 - Con Woody Allen
Getty
31 di 48
Getty
32 di 48 - Con l'attuale compagna, Alicia Cargile
Getty
33 di 48 - Con Blake Lively, Woody Allen e Jesse Eisenberg
Getty
34 di 48
Olycom
35 di 48 - Nel 2008 con Robert Pattinson
Getty
36 di 48 - 2007
Getty
37 di 48 - 2004
Getty
38 di 48 - 2002 - giovanissima con Jodie Foster con la quale ha recitato in Panic room
Pinterest
39 di 48
Getty Images
40 di 48 - Kristen Stewart
Olycom. Blake Lively, Woody Allen e Kristen Stewart al photocall di Café Society, Cannes 2016
41 di 48
Olycom. Blake Lively, Woody Allen e Kristen Stewart sul red carpet di Cannes 2016.
42 di 48
Olycom
43 di 48 -

Chi: Kristen Stewart in Chanel

Ci piace perché: il total white per il giorno è perfetto

Olycom
44 di 48 -

Chi: Kristen Stewart in Chanel

Ci piace perché: ha gestito al meglio le trasparenze

45 di 48
46 di 48
Getty
47 di 48 -

RENDI LA TINTA BRILLANTE

Il problema del castano è che assorbe tutta la luce tendendo a essere spesso spento e opaco.

IN SALONE «Se non ci sono capelli bianchi, un trattamento all’henné neutro è perfetto per tirare a specchio le chiome» suggerisce Mirko Schifone, hairstylist di Smalto Lounge. «In alternativa bene un impacco a base di mallo di noce che lucida, aggiunge riflessi scuri e mimetizza i primi bianchi».

A CASA «Il segreto è utilizzare prodotti specifici per proteggere il colore e prolungarne la tenuta» avvisa Cinzia Rutta, trainer Jean Louis David. «Fai attenzione soprattutto allo shampoo che non deve racchiudere una grande quantità di solfati e parabeni, sostanze che tendono ad aumentare l’ossidazione del colore». Un segreto facile da mettere in pratica subito? L’ultimo risciacquo con l’acqua fredda. Non è una prova di corraggio, funziona davvero: chiude le squame alla perfezione permettendo così al capello di riflettere al massimo la luce.

Getty
48 di 48 -

Kristen Stewart

Kristen Stewart e il coming out

Basti pensare al modo in cui ha gestito la fama: mentre a Hollywood molti nascondono il proprio orientamento sessuale per paura di ripercussioni sulla carriera, Kristen Stewart ha fatto coming out in tv al Saturday Night Live 5 anni fa. La relazione con la sceneggiatrice Dylan Meyer, iniziata nel 2019, va talmente bene che presto si sposeranno. «È stata lei a chiedere la mia mano, la proposta di matrimonio è stata semplicemente perfetta» esclama Kristen Stewart con occhi pieni d’amore. Già pianificata la cerimonia? «Non ancora, devo iniziare a pensarci» ammette.

Kristen Stewart sposa la fidanzata Dylan Meyer

VEDI ANCHE

Kristen Stewart sposa la fidanzata Dylan Meyer

Kristen Stewart è Lady Diana al cinema

C’è da dire che, fino a questo momento, è stata particolarmente impegnata: il suo ultimo ruolo, quello di Lady Diana nel film Spencer, l’ha portata in giro per il mondo e le è valso la prima nomination all’Oscar come migliore attrice. Il film è una favola nera ambientata a Natale del 1991: tre giorni da incubo durante i quali la fragile e infelice Diana, intrappolata nella residenza di Sandringham con i reali, decide di lasciare Carlo. «È la storia universale di una persona che vuole liberarsi: quando non abbiamo la possibilità di esprimerci finiamo per implodere, come accade a lei».

Kristen Stewart Lady Diana
Kristen Stewart è Lady Diana in Spencer di Pablo Larraín, adesso al cinema.

Intervista a Kristen Stewart


Come hanno reagito i suoi genitori all’annuncio della nomination agli Oscar?
«Mio padre mi ha abbracciata, con mia madre ho parlato al telefono. Si era appena svegliata e ha detto: “Brava, tesoro, ma ricorda che i premi non sono la parte più importante di questo lavoro”. Poi ha fatto una pausa, ha realizzato l’enormità della cosa e ha commentato: “Forse sono ancora sotto shock, non mi rendo conto!” (ride, ndr). Ero una bambina molto timida e un giorno le dissi che mi sarebbe piaciuto recitare: è stata lei a sostenermi sin dall’inizio, a portarmi in giro per provini e a credere in me. Le sono grata».

Girare questo film ha avuto un impatto sulla sua opinione della famiglia reale?
«Non conoscevo bene la loro storia: sono nata a Los Angeles e avevo 7 anni quando Diana è morta. Ricordo l’emozione che c’era nell’aria il giorno del suo funerale e ci sono immagini radicate nella mia memoria, come i mazzi di fiori depositati davanti a Buckingham Palace. L’ho sempre ammirata: era una donna normale e meravigliosa, dotata di una luce che faceva stare bene gli altri. Interpretarla è stato bellissimo, ha lasciato il segno su di me».

Non sarà stata una passeggiata, però…
«A pochi giorni dalle riprese è successa una cosa strana. Mi ero preparata per 5 mesi e avevo studiato tanto, tra libri, interviste e documentari: mi ero fatta una mia idea e poi avevo cercato di dimenticare ciò che sapevo per fidarmi solo del processo creativo. All’improvviso ho iniziato a soffrire di un disordine temporomandibolare, perciò non riuscivo ad aprire la bocca: volevo convincermi di non avere paura, ma il mio corpo mi stava dicendo il contrario. Poi, per fortuna, i sintomi sono scomparsi».

Kristen Stewart sarà Lady Diana nel film “Spencer”

VEDI ANCHE

Kristen Stewart sarà Lady Diana nel film “Spencer”

Pensa che sareste andate d’accordo?
«Mi sarebbe piaciuto essere sua amica e sedermi con lei a chiacchierare, ridere e spettegolare. Mi chiedo come mai non avesse una migliore amica, un affetto stretto sempre al suo fianco. C’era una vasta cerchia di persone intorno a lei, ma Diana viveva in uno stato di isolamento costante. Credo che sia stato anche questo a spingerla a cercare una connessione forte con la gente, a sviluppare tanto la capacità di essere empatica. Avrebbe sentito lo stesso bisogno se avesse avuto una vita familiare più normale? Non lo sapremo mai».

Come si sarebbe comportata al suo posto?
«C’è chi nella vita è bravo a indossare delle maschere, anche se non credo che alla lunga sia salutare, perché finisce per logorarti. Io non sarei in grado di fingere, tanto che cerco sempre di mostrarmi per come sono, a prescindere dalle opinioni altrui».


Avevo 7 anni quando diana è morta. Ricordo le foto dei fiori davanti a Buckingham Palace. Aveva un sacco di GENTE intorno, ma si sentiva sola. Mi chiedo come mai non avesse una migliore AMICA.


È così che ha fatto i conti con la popolarità?
«Il film sostiene che le donne vengono trattate in modo diverso dai media rispetto agli uomini: Diana era un animale in gabbia, non appena usciva di casa c’erano orde di paparazzi ad attenderla. Conosco la sensazione di quando tutti ti stanno guardando: talvolta è una paranoia, ma spesso è la realtà. Rispetto a lei ho sempre sentito di avere un certo controllo nel mio rapporto col pubblico, ma non posso paragonare la mia fama alla sua: nessuno si aspetta qualcosa da me, non devo incarnare gli ideali di un’intera Nazione».

Kristen Stewart è la migliore Diana: ecco il teaser di Spencer

VEDI ANCHE

Kristen Stewart è la migliore Diana: ecco il teaser di Spencer

Anche lei, però, è stata nel mirino di paparazzi e tabloid.
«Sono fortunata perché amo il mio lavoro, ma penso che la soluzione stia nel non pensare troppo a certe attenzioni effimere e nel concentrarmi su altro. Non posso controllare il modo in cui mi percepisce il resto del mondo, ma in fondo non sento il bisogno di piacere a tutti: perciò va bene così. I paparazzi non li tollero, però non sto scappando da qualcosa come faceva Diana».

Diana viveva in un mondo pieno di regole da cui voleva liberarsi. Lei ha delle regole importanti che segue nella vita?
«Sì, cerco di tenere a mente che devo fidarmi dell’istinto. Ho un buon fiuto e so quello che voglio, mi piace mettermi alla prova. Ricordando sempre che è importante muoversi con grazia, senza fare del male a noi stessi e agli altri».

Lady Diana regina (ancora oggi) dell’hair styling

VEDI ANCHE

Lady Diana regina (ancora oggi) dell’hair styling

Back to school: è Lady Diana la mamma più cool di sempre

VEDI ANCHE

Back to school: è Lady Diana la mamma più cool di sempre

Lady Diana: a 22 anni dalla tragica scomparsa a Parigi è ancora la Principessa del popolo

VEDI ANCHE

Lady Diana: a 22 anni dalla tragica scomparsa a Parigi è ancora la Principessa del popolo

Lady Diana: la favola della principessa triste che affascina ancora oggi

VEDI ANCHE

Lady Diana: la favola della principessa triste che affascina ancora oggi

Riproduzione riservata