Linda Evangelista deformata: il dramma della top model

Un raro effetto collaterale di una procedura di chirurgia estetica ha modificato pesantemente l'aspetto dell'ex modella canadese tanto da essere costretta a chiudersi in casa: ecco il commovente messaggio via Instagram

Sappiamo bene che ci sono tante celebrity "pentite" della chirurgia estetica. Molte le star che hanno scelto di tornare sui loro passi. Rimuovere protesi. Oppure fare dietro-front sull'utilizzo del botulino. Purtroppo, oggi sappiamo che, da alcuni interventi non si può più tornare indietro. O, almeno, non è così semplice. A dare conferma di ciò è stata, attraverso un commovente messaggio sui social, che ha scatenato moltissima solidarietà, l'ex modella canadese Linda Evangelista.

«A chi di voi si chieda come mai non abbia più lavorato, mentre la carriera delle mie colleghe ha prosperato, vorrei dire che la ragione è questa: sono stata brutalmente sfigurata dalla procedura Zeltiq CoolSculpting, che ha fatto esattamente l’opposto di quanto promesso. Invece di diminuire, ha aumentato le mie cellule adipose lasciandomi deformata in modo permanente, anche dopo aver subìto due interventi correttivi dolorosi e inutili».

Getty Images
1 di 19
Getty Images
2 di 19
Getty Images
3 di 19
Getty Images
4 di 19
Getty Images
5 di 19
Getty Images
6 di 19
Getty Images
7 di 19
Getty Images
8 di 19
Getty Images
9 di 19
Getty Images
10 di 19
Getty Images
11 di 19
Getty Images
12 di 19
Getty Images
13 di 19
Getty Images
14 di 19
Getty Images
15 di 19
Getty Images
16 di 19
Getty Images
17 di 19
Getty Images
18 di 19
Getty Images
19 di 19

Parole che hanno "sconvolto" non solo le colleghe top model con cui la 56enne ha condiviso tante passerelle, ma anche molte donne che avrebbero voluto sottoporsi a procedure simili proprio per assomigliare alle invidiate top. Tante le domande arrivate via Instagram all'ex modella sul tipo di intervento effettuato e sul tipo di strumento coinvolto: «Zeltiq CoolSculpting è un macchinario di Allergan Aesthetics, azienda leader nel campo estetico, che serve per la criolipolisi, procedura usata per sciogliere le cellule adipose e favorire il dimagrimento», scrive Linda Evangelista che spiega come «la criolipolisi viene effettuata su aree localizzate per sciogliere gli accumuli adiposi tramite dei manipoli che raggiungono temperature di raffreddamento importanti».

La modella, come prevedibile, ha deciso di fare causa all'azienda perché «Ho sviluppato un’iperplasia adiposa paradossale o PHA, un rischio di cui non ero stata informata prima di sottopormi alla procedura».
«PHA non solo ha distrutto la mia carriera, ma mi ha gettato in un circolo di profonda depressione e tristezza fino ai livelli più intensi di disprezzo per me stessa. Sono diventata una reclusa. Con questa causa sto andando avanti per superare la vergogna, rendendo pubblica la mia storia. Sono così stanca di vivere in questo modo. Vorrei uscire dalla mia porta a testa alta nonostante non mi si riconosca più», ha postato coraggiosamente Linda Evangelista che negli ultimi anni si è spesso sentita attaccata.

Difficile non pensare alla copertina del Daily Mail che titolava «Irriconoscibile Linda» nel 2017 sottolineando quanto non fosse più la "bellezza" di un tempo. Certo il magazine ignorava le cause. Ma quella prima pagina, evidentemente, ha fatto male alla modella già in lotta con se stessa e con i suoi demoni.

Riproduzione riservata