Il principe Andrea pagherà un indennizzo a Virginia Giuffre: niente processo

I legali del Principe Andrea trovano un accordo con l'accusatrice Virginia Giuffre: una sostanziosa donazione all'associazione da lei fondata. La Regina gli aveva già tolto il titolo di Altezza Reale, com'era accaduto alla principessa del Galles dopo il suo divorzio dall'erede al trono

Niente processo per il Principe Andrea, travolto dal coinvolgimento nello scandalo del giro di giovani prede sessuali messe a suo tempo a disposizione di amici ricchi e potenti dal faccendiere americano Jeffrey Epstein, morto suicida in cella a New York nel 2019. La notizia colpisce perché sembrava che i suoi avvocati volessero mandarlo a processo, convinti che potesse uscire assolto. Invece è stato trovato un accordo con Virginia Giuffre, le cui affermazioni scoperchiarono proprio il caso Epstein. Sembra che Andrea abbia pagato 10 milioni di dollari, alcune fonti dicono 12.

Il principe Andrea e lo scandalo: in arrivo nuove accuse

VEDI ANCHE

Il principe Andrea e lo scandalo: in arrivo nuove accuse

Nel frattempo la Regina gli aveva tolto tutti i titoli. Il figlio prediletto di Elisabetta II era stato quindi espulso dalla famiglia.

Getty Images
1 di 10
Getty Images
2 di 10
Getty Images
3 di 10
Getty Images
4 di 10
Getty Images
5 di 10
Getty Images
6 di 10
Getty Images
7 di 10
Getty Images
8 di 10
Getty Images
9 di 10
Getty Images
10 di 10

La stessa sorte era toccata a Lady D. E la mente torna a quei giorni del 1995, a quell'intervista pubblica alla BBC (che ora sappiamo essere stata manipolata) rilasciata dalla Principessa del Galles Diana, che aveva scatenato una macchina mediatica, un'inchiesta ufficiale, un divorzio e l'eliminazione di quel titolo (Sua Altezza Reale) che ai tempi era apparso a tutti un prezzo troppo alto da pagare. Ma, si sa, negli anni Novanta le cose erano diverse.

Getty Images
1 di 20
Getty Images
2 di 20
Getty Images
3 di 20
Getty Images
4 di 20
Getty Images
5 di 20
Getty Images
6 di 20
Getty Images
7 di 20
Getty Images
8 di 20
Getty Images
9 di 20
Getty Images
10 di 20
Getty Images
11 di 20
Getty Images
12 di 20
Getty Images
13 di 20
Getty Images
14 di 20
Getty Images
15 di 20
Getty Images
16 di 20
Getty Images
17 di 20
Getty Images
18 di 20
Getty Images
19 di 20
Getty Images
20 di 20

Di fatto, con la scelta (forzata, si intende) di rimettere nelle mani della Regina tutti gli incarichi, i gradi militari e il nome di rappresentanza di famiglia, il Duca di York (unico nome con cui potrà essere chiamato da oggi), torna ad essere a tutti gli effetti un privato cittadino. Al quale è toccato quindi sborsare di tasca sua il costo di un accordo extragiudiziale con gli avvocati della Giuffre.

Chissà se ha davvero venduto lo chalet di lusso in Svizzera, amato dall'ex moglie-nuova fidanzata Sarah Ferguson e dalle figlie Beatrice ed Eugenia, dove hanno trascorso insieme in vacanza di Natale, visto che la regina, Carlo e William avevano fatto sapere di non poterlo né volerlo coprire con le risorse dell'appannaggio reale. Per il bene della Monarchia.

Jeffrey Epstein: nella mente di un predatore

VEDI ANCHE

Jeffrey Epstein: nella mente di un predatore

Chi è Ghislaine Maxwell, l’ex compagna di Jeffrey Epstein che è stata arrestata

VEDI ANCHE

Chi è Ghislaine Maxwell, l’ex compagna di Jeffrey Epstein che è stata arrestata

Riproduzione riservata