È morto Sandro Mayer e sono in tanti a ricordarlo sui social

30 11 2018 di Alessia Sironi
Credits: Getty Images

Si è spento a 77 anni il giornalista, scrittore e direttore del settimanale Dipiù e di Dipiùtv diventato famoso al grande pubblico con le ospitate in vari salotti televisivi e soprattutto come presidente della giuria di Ballando con le stelle

Sandro Mayer è stato non solo giornalista e direttore di importanti testate nazionali, ma anche scrittore, autore teatrale e soprattutto personaggio televisivo, non solo nei "salotti" televisivi più gettonati, ma soprattutto per la sua presenza fissa nel programma "Ballando con le stelle" come presidente di giuria. 

"Vivevo a Napoli e mi sono formato ascoltando la gente dei bassi, mescolati ai discordi dell’aristocrazia partenopea. Poi ci trasferimmo a Milano e vinsi un posto fisso in Fiat ma non ci andai mai e partii per Londra, dove ho fatto il cameriere per imparare l’inglese", a Mayer piaceva raccontarsi così. Perché è proprio da lì che è arrivato al giornalismo, alla direzione di Dolly, Novella 2000 e della mitica testata Epoca (nel 1981) e poi per vent’anni del settimanale Gente e dal 2004 direttore delle testate di Cairo Editore, Dipiù e Dipiù Tv.

Nato a Piacenza nel 1940 - avrebbe compiuto 78 anni fra pochi giorni, il 21 dicembre - Sandro Mayer ha lavorato anche come autore e regista teatrale, firmando commedie come "Il silenzio dei sogni" e "Bivio d'amore", entrambe tratte da due suoi romanzi, oltre al musical "Il miracolo di Padre Pio".

Ma nella sua lunga carriera non si è dedicato solo al gossip e alla cronaca rosa: Mayer ha intervistato anche politici quali Gheddafi, Indira Gandhi e perfino Ronald Reagan: "Ero andato a Los Angeles per alcuni divi del cinema e si parlava solo di Reagan, un attore che stava per diventare presidente degli Stati Uniti. Comprai un biglietto sul suo stesso volo, ma quando fummo a bordo lui era nelle prime file con il suo staff, io ovviamente in ultima. Mi venne l’idea di chiedere di passare per andare alla toilette e fece il gesto di farmi passare. E io: “Sono qui per intervistare lei”. Lui senza battere ciglio disse: “Come on my friend” e mi fece sedere vicino a lui. Parlammo per il resto del viaggio".

Questo era Sandro Mayer: un uomo che, a modo suo, ha cambiato il modo di fare giornalismo nel nostro Paese.

Uno dei primi a commentare la notizia è stato il direttore del Corriere dello Sport-Stadio Ivan Zazzaroni.


E l'amica di sempre e di Ballando con le stelle, Milly Carlucci.

Ma anche la conduttrice Simona Ventura.


L'amica Mara Venier...

Cristiano Malgioglio...

Ma a mandare l'ultimo saluto a Sandro Mayer non è solo il mondo dello spettacolo: ecco il tweet del vicepremier Matteo Salvini.

Riproduzione riservata