Women’s Fiction Festival: a Matera scopri il piacere di leggere

27 09 2018 di Isabella Fava
Credits: Shutterstock

Al “Women’s Fiction Festival” (a Matera dal 27 al 30 settembre) non si parla solo di donne. Ci sono anche tanti appuntamenti per i ragazzi. Ecco una mini-guida

GLI APPUNTAMENTI CON DONNA MODERNA

Donna Moderna è media partner del Women’s Fiction Festival, in programma a Matera dal 27 al 30 settembre. Il direttore Annalisa Monfreda dialoga con Veronica Raimo (Miden, Mondadori) e Violetta Bellocchio (La festa nera, Chiarelettere) il 28 settembre alle 18; poi, alle 19, con Alessandro Barbaglia (L’atlante dell’invisibile, Mondadori) e Matteo Bussola (La vita fino a te, Einaudi). Il 29 alle 18:30 c’è l'incontro con le gialliste che raccontiamo in quest'articolo. E il 30, alle 12, durante l’aperitivo letterario, raccontiamo il nostro libro Donne come noi (Sperling & Kupfer).

GLI OSPITI E I LABORATORI

Al Women’s Fiction Festival ti aspettano tanti ospiti italiani e internazionali. Roberto Moliterni, collaboratore di Donna Moderna, il 27 settembre alle 20,25 presenterà il suo La casa di cartone (Quodlibet) con Olivia Sudjic (Una vita non mia, Minimum Fax). Attesissime sono Dori Ghezzi (Lui, io, noi, Einaudi) e Jane Corry (Le tre bambine, Piemme). La graphic novel è protagonista il 30 alle 11 con Teresa Radice e Stefano Turcone (Non stancarti di andare, Bao publishing). Per gli aspiranti scrittori ci sono i laboratori del Congresso internazionale (ci si iscrive sul sito, anche per chiedere consulenze ad hoc).

________________________________________

Far scoprire ai bambini e ai ragazzi la potenza della parola scritta. È uno degli obiettivi dell’edizione 2018 del Women’s Fiction Festival, la manifestazione dedicata alla narrativa femminile in programma dal 27 al 30 settembre a Matera, di cui Donna Moderna è media partner. «La lettura è un mezzo per trasmettere dei valori e interpretare la realtà» dice Silvia Palumbo, responsabile delle attività nelle scuole, che si è avvalsa della collaborazione di Silvana Sola, cofondatrice della cooperativa culturale Giannino Stoppani di Bologna. «Perciò è importante coltivarla fin da piccoli».

Il potere della rivoluzione

I giovani lettori possono partecipare a laboratori o incontrare gli scrittori più amati. «Leggere è rivoluzionario, le parole si trasformano in azione» continua Palumbo. Tra i romanzi, e gli autori, protagonisti a Matera ci sono La stella rossa di Ivan (Istos – Libri Volanti) di Janna Carioli, sulla rivoluzione russa; Diritto di volare (Giunti) di Sofia Gallo, sul ’68 che fa da sfondo alla storia di 2 liceali torinesi. E rivoluzionarie sono le scienziate, giornaliste e maestre di Noi, ragazze senza paura di Daniela Palumbo (Il battello a vapore) e le donne dell’antichità di Corale greca (Einaudi ragazzi) di Beatrice Masini.

Il valore della legalità

Si parlerà di diritti delle donne e della Costituzione italiana attraverso 2 libri: 21 donne all’Assemblea (Bompiani) di Grazia Gotti e La Costituzione in tasca di Valeria Cigliola ed Elisabetta Morosini (Sinnos). Mentre sabato 29 settembre verrà inaugurata la “Biblioteca della legalità”: una collezione ragionata di libri per diffondere la cultura della giustizia tra le giovani generazioni. «Partendo da Matera vogliamo creare una rete a livello nazionale» spiega Palumbo. «E creare un punto di incontro e di confronto, di discussione e di riflessione per tutti: bambini, ragazzi e adulti».

Trovi info ed eventi sul sito www.womensfictionfestival.com

Riproduzione riservata