Bonus tv per tutti: come funziona

È stato approvato l’incentivo per l’acquisto di un nuovo apparecchio. Non serve l’Isee. È uno sconto del 20% per un massimo di 100 euro

Arriva il bonus tv e sarà per tutti, senza limitazioni di reddito. Si tratta di un incentivo per l’acquisto di nuovi televisori con uno sconto del 20% e fino a una valore massimo di 100 euro, senza dover presentare l’Isee.

A prevederlo è il decreto attuativo messo a punto dai ministeri dell’Economia e dello Sviluppo economico e previsto dalla legge di Bilancio. La misura è stata decisa, manca solo la pubblicazione del decreto attuativo, che è in attesa dopo un riassetto delle frequenze tv. Una volta pubblicato, entrerà in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Cos’è e perché arriva il bonus tv

La misura è stata pensata in vista della “rivoluzione” che riguarderà il settore televisivo, a partire dal 1° luglio del 2022, quando scatterà l’adattamento allo standard di trasmissione Dvb-T2 e cambieranno le frequenze. Questo passaggio non permetterà più di vedere i programmi tv con vecchi apparecchi. Da qui la necessità di acquistarne di nuovi, potendo usufruire di uno sconto statale.

Nuovo digitale terrestre: scopri se ti serve una nuova tv

VEDI ANCHE

Nuovo digitale terrestre: scopri se ti serve una nuova tv

A quanto ammonta il bonus

Il bonus, previsto dalla legge di Bilancio, è previsto in caso di acquisto di un nuovo televisore e consiste in uno sconto del 20% sul prezzo (Iva compresa), fino a un valore massimo di 100 euro.

Il termine è il 31 dicembre 2022

Il fondo complessivo stanziato dal Governo per i bonus tv ammonta a 250 milioni di euro. Gli incentivi saranno a disposizione fino al 31 dicembre 2022 o salvo esaurimento fondi. Secondo un'indagine Auditel-Ipsos, sarebbero 9 milioni gli apparecchi da cambiare.

Non serve l'Isee

Per poter ottenere l’incentivo non occorrono requisiti relativi al reddito: significa che non servirà presentare alcun Isee e il bonus sarà fruibile da tutti i cittadini, diversamente da quanto previsto finora con il “vecchio” bonus tv. Quest’ultimo, infatti, era da 50 euro e soprattutto potevano averne diritto solo i nuclei familiari con Isee inferiore ai 20mila. Con il “nuovo” bonus tv, che potrà arrivare fino a un valore di 100 euro, invece, l’unica condizione sarà il fatto di essere in regola con pagamento del canone tv Rai ed essere residenti in Italia.

È necessario rottamare il vecchio televisore

Sarà indispensabile, però, anche rottamare un vecchio apparecchio, cioè un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018 e non compatibile con la nuova tecnologia di trasmissione, che prevede codifica Hevc o H-265. L’elenco dei nuovi apparecchi compatibili è consultabile sul sito del ministero dello Sviluppo Economico. Il nuovo bonus è cumulabile con quello previsto dal decreto del 18 ottobre 2019.

Come funziona in pratica

Per poter usufruire dello sconto sull’acquisto di un nuovo tv occorrerà presentarsi in un qualsiasi punto vendita con il vecchio apparecchio, che sarà smaltito dal rivenditore, e il bonus sarà applicato al prezzo del nuovo tv. In alternativa ci si può occupare in prima persona dello smaltimento della vecchia televisione, recandosi in una discarica autorizzata e ottenendo la ricevuta dell’avvenuta consegna. Il modulo, a cui sarà allegata copia di un documento di identità, potrà essere consegnato al negozio in cui si intende comprare un nuovo apparecchio. Le regolarità delle operazioni sarà verificata dall’Agenzia delle Entrate, tramite una piattaforma apposita.

Riproduzione riservata