Occhio alle trappole su WhatsApp

07 10 2016 di Giovanni Ziccardi
Credits: Olycom

Anche su WhatsApp gli hacker si ingegnano per cercare di ingannare gli utenti. Ecco che cosa bisogna fare per non cadere nelle trappole

Su WhatsApp gli hacker si ingegnano di continuo per cercare di ingannare gli utenti. Le tecniche sono le più varie. Per esempio, un messaggio ti informa di essere stata aggiunta a un gruppo e ti chiede di cliccare su un’immagine o su un link per farti vincere un premio. Se lo fai, il telefono si blocca e ti viene chiesto un riscatto per “liberarlo”.

Oppure l’inganno del “finto rinnovo” di WhatsApp: un messaggio chiede di rinnovare il servizio con un clic. Anche in questo caso, viene inoculato un virus. O ancora quello che ti avvisa che il tuo account è a rischio di disattivazione e ti chiede una “verifica” aprendo un link.

Occhio anche alla diffusissima truffa del buono Ikea: se compili un finto questionario puoi vincere un buono da spendere nello store. Ma in realtà, stanno rubando i tuoi dati. Morale: se ti arrivano messaggi da chi non conosci non cliccare, non compilare, non ti fidare.


Cosa ne pensi? Scrivi a dallatuaparte@mondadori.it

Riproduzione riservata