Ragazza cellulare strada

La app per segnalare i disservizi della amministrazione pubblica

Scuole, trasporti, servizi locali: se c’è qualcosa che non va, anche in fatto di rispetto delle norme anticontagio, puoi segnalare i disservizi con un'app. Ecco come funziona

Scuole, trasporti, servizi locali: se c’è qualcosa che non va, anche in fatto di rispetto delle norme anticontagio, puoi segnalare i disservizi con l’app “Nessuno escluso”, messa a punto dalle associazioni Assoutenti, Adiconsum, Lega Consumatori e Ctcu, nell’ambito di un progetto finanziato dal ministero dello Sviluppo.

Come funziona

Per il momento puoi scaricarla gratuitamente da Play Store, ma entro ottobre sarà disponibile anche su Apple Store. Ti basta poi selezionare Regione e Comune, e rispondere a una serie di domande per valutare la qualità dei servizi nella tua città. Poi puoi aggiungere le tue segnalazioni.

Che cosa puoi segnalare

I settori interessati: oltre ai mezzi di trasporto, servizi scolastici, mense, materne e nidi, aree verdi, spiagge e centri estivi, nettezza urbana, biblioteche e musei.

Chi si occupa delle segnalazioni

Oltre a censire le valutazioni, le associazioni dei consumatori prendono in carico le segnalazioni e forniscono assistenza ai cittadini attraverso la rete degli sportelli “Nessuno escluso”.

App IO, come funziona e a cosa serve

VEDI ANCHE

App IO, come funziona e a cosa serve

Spid: cos’è, come funziona, come si chiede

VEDI ANCHE

Spid: cos’è, come funziona, come si chiede

Riproduzione riservata