Arriva il bonus famiglia: cos’è e come funziona

Il governo ha stanziato 400 milioni per aiutare le famiglie a basso reddito. Ecco come funzionerà il bonus famiglia

Il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, alle prese in questi giorni con la legge di stabilità (la legge che regola anno per anno i conti dello Stato), ha annunciato l'arrivo per il 2017 di un bonus per le famiglie che hanno almeno due figli. 

Quanto stanzia il governo per il bonus famiglia

Il governo è pronto a stanziare 400 milioni di euro e sarà pensato per le famiglie della cosiddetta classe medio-bassa. Sarà pensato cioè non per le fasce più povere, per le quali è stato istituto la scorsa estate il reddito minimo, ma per quelle famiglie che pur non vivendo in condizioni di indigenza, si trovano comunque in una situazione economica particolarmente precaria

Chi può avere il bonus famiglia

La misura è ancora allo studio e i dettagli saranno resi noti solo nelle prossime settimane quando la legge sarà approvata dal Parlamento. Sarà valida per chi ha almeno due figli minorenni e sarà legata all'Isee del proprio nucleo familiare. Secondo indiscrezioni la soglia massima dell'Isee dovrebbe oscillare fra i 10.000 e i 15.000 euro

Ritorna il bonus bebé

Non sarà l'unica misura di cui le famiglie a basso reddito potranno beneficiare il prossimo anno. Il governo è intenzionato a confermare il bonus bebé anche per il prossimo anno: un assegno di 960 euro annui verrà quindi assegnato alle neomamme per ogni bambino nato o adottato nel prossimo anno.

Nel 2017 è atteso anche l'arrivo del nuovo congedo parentale, la possibilità di chiedere un permesso per assistere o accompagnare i propri bambini: il congedo parentale non retribuito potrà essere richiesto finché il figlio non ha compiuto almeno 12 anni (finora si fermava agli 8 anni) mentre il congedo retribuito del 30% si potrà chiedere fino a 6 anni (e fino agli 8 anni per le famiglie a basso reddito).

Riproduzione riservata