Le foto più emozionanti di oggi

Credits: Matthias Nareyek

27 febbraio. L’ho già detto che adoro Elle Fanning? Sono sicura di si ma lo ridico di nuovo, la adoro. Si destreggia con un’eleganza unica tra la freschezza dei 21 anni e il peso di 36 film interpretati (a cui si aggiungono parti e camei in svariate serie tv). Ha un’eleganza senza tempo che talvolta accantona con decisione attraverso incursioni nella moda e nello stile propri della sua età. Con uno sguardo furbo e intelligente che stempera la naturale attitudine ad essere una diva. Facendola ancora più diva.

Credits: Francois Durand

27 febbraio. Il front row dell’Haute Couture di Parigi brilla di una nuova stella. E’ Pauline Ducruet, figlia della principessa ribelle Stéphanie di Monaco. Accantonata la carriera da tuffatrice sembra decisa ad immergersi nel mondo della moda. Segue le sfilate da qualche anno ed é stata protagonista di alcune copertine di femminili ma mai come quest’anno é stata presente e fotografata. Giambattista Valli, Peter Dundas, Armani Privé, Christian Dior e Iris Van Herpen l’hanno voluta in prima fila, elegante e regale come il casato di cui fa parte ma carica di una spigliatezza e fierezza tutte personali. Qui forse lo zampino di mamma c’é. E si vede.

Credits: Chaz Niell

26 febbraio. Maria Sharapova ha annunciato il ritiro dalle competizioni all'età di 32 anni. La tennista siberiana è stata una delle giocatrici più vincenti, più longeve e più pagate della storia del tennis professionistico femminile. E anche la più perseverante. Negli ultimi due anni Maria ha continuato a giocare nonostante i ripetuti dolori e infortuni, concludendo l'ultimo Australian Open in preda a una schiacciante "pesantezza". Lo ha dichiarato in una lettera-confessione ai giornali. Ma il bello verrà ora, perché guardando al futuro si chiede «come ti lasci alle spalle l'unica vita che tu abbia mai conosciuto?».


Credits: Esther Horvath, for The New York Times, WPP

25 febbraio. Un orso polare e il suo cucciolo si avvicinano alle attrezzature collocate dagli scienziati della nave Polarstern sui ghiacci dell'Oceano Artico. La Polarstern fa parte di una spedizione scientifica che studia le conseguenze del cambiamento climatico nell'Artico, progettata per resistere a temperature estremamente basse e rompere il ghiaccio più spesso. A bordo, circa 100 ricercatori e membri dell'equipaggio lavorano tutto l'anno per studiare gli effetti del cambiamento climatico sull'atmosfera, l'oceano, il ghiaccio marino e l'ecosistema. Lo scatto concorre come finalista nella categoria Environment al prestigioso premio fotografico World Press Photo 2020.




Credits: Carl De Souza

24 febbraio. La scuola di samba Unidos do Viradouro, una delle più famose per gli allestimenti scenografici del Carnevale di Rio, in questa edizione non ha tradito le aspettative! A troneggiare sul carro nientemeno che sirene scintillanti che hanno danzato sott’acqua a ritmo di samba!

Credits: Ali Ihsan Ozturk

24 febbraio. Mentre il nord Italia é alle prese con l’arrivo del nuovo Coronavirus in Turchia, nella provincia di Van, un terremoto - generatosi però in Iran - di magnitudo 5.9 ha colpito il distretto di Baskale. Edifici crollati, alcuni del tutto e molti solo parzialmente, 9 vittime e 37 feriti é il bilancio al momento.

Credits: Pietro S. D'Aprano

21 febbraio. È in pieno svolgimento la settimana della moda di Milano per presentare le collezioni Autunno/ Inverno 2020-2021. Lo storico marchio Luisa Beccaria immerge le sue modelle nelle atmosfere romantiche di un giardino d'inverno, un'installazione vivente tra gli ospiti all'evento. E romantici sono anche gli abiti, in chiffon, tulle o organza, con colli a jabot e rouches. Il tocco in più? Calze e stivali alti sono abbinati, tutti con micro-fiori stampati. E lo è anche il divano!

Credits: Marco Craig

21 febbraio. Il fotografo Marco Craig presenta presso la Galleria Still di Milano il suo progetto Witness 1:1” una sorta di campionario di cimeli che raccontano alcune delle più grandi imprese sportive mondiali. Tra gli oggetti il casco di Giacomo Agostini, la maglia di Michael Jordan e il guanto di Michael Schumacher, tutti fotografati in pianta, stampati in scala 1:1 e inseriti in una busta sottovuoto, accompagnata da una piccola etichetta descrittiva. Questa è la bicicletta da corsa rossa sulla quale Giuseppe Saronni vinse i campionati del mondo in Gran Bretagna nel 1982, con “la fucilata di Goodwood”, la più bella volata della storia delle due ruote, davanti a Greg Lemond e Sean Kelli.

Credits: Ivan Romano

21 febbraio. La ruspa colpisce la Vela Verde, il primo dei palazzoni di Scampia simbolo del quartiere di Napoli identificato per decenni come luogo di spaccio di droga e di violenza. Entro 40 giorni tre delle quattro Vele saranno demolite, per un totale di 50mila metri cubi, cui seguirà un progetto di riqualificazione dell'intera area. Le Vele di Scampia furono costruite tra il 1962 e il 1975 come progetto di edilizia pubblica all’avanguardia che prevedeva alloggi, negozi e corridoi di collegamento che avrebbero dovuto favorire la convivialità tra gli abitanti. Oggi più di 800 nuclei familiari sono stati trasferiti in nuovi appartamenti di edilizia residenziale pubblica. Tra i cittadini presenti alla demolizione qualcuno applaude e qualcuno si commuove, molti sperano che insieme agli edifici vengano demoliti anche i pregiudizi.


Credits: Franck Robichon

20 febbraio. Piccoli emulatori di Yayoi Kusama crescono! Scherzi a parte, a Tokyo si é inaugurata oggi “Rooms 40”, una biennale di design e moda. E a colpire l’occhio dei visitatori - più di ogni altra - é l’installazione Dazzle Room di Shigeki Matsuyama: una stanza camouflage che ha il preciso intento di distorcere le informazioni che derivano dalla comunicazione esclusivamente visiva. Di più: la percezione della stanza cambia se la si osserva dal vivo (il senso di confusione sarà minore) oppure attraverso foto o video perché in questo secondo caso la sensazione di straniamento sarà ancora maggiore.

Credits: Christopher Furlong

19 febbraio.  Un arcobaleno appare sopra i campi allagati nella Wye Valley, dopo il passaggio della tempesta "Dennis" a Hereford, in Inghilterra. "Storm Dennisha messo in ginocchio tutto il Nord Europa, ma in modo particolare la Gran Bretagna, con centinaia di proprietà allagate, intere famiglie bloccate nelle case invase dall'acqua, morti e dispersi, strade trasformate in torrenti nei quali le auto vanno alla deriva. Mentre i livelli dei fiumi Severn, Teme e Wye minacciano di superare le barriere d'emergenza, lo stato di allerta rimane ai massimi livelli. Attenzione!



Credits: Brendon Thorne

18 febbraio. La campionessa di cricket Meg Lanning, nominata per il premio "Australian of the Year", scherza con un koala al Taronga Zoo di Sydney. Quello di Taronga è uno zoo volto alla conservazione delle specie animali in via di estinzione e senza fini di lucro, che ospita molti animali colpiti dagli ultimi incendi in Australia. La capitana della nazionale detiene un record eccezionale: è diventata la prima australiana in assoluto a segnare 2.000 punti. Forse perché all'inizio del liceo la mancanza di una squadra femminile l'ha costretta a giocare con la squadra dei ragazzi. oggi Meg ha realizzato il massimo nello sport. La sua soddisfazione più grande? Essere un modello di riferimento per le giovani generazioni.


Credits: Julian Romadhon

17 febbraio. In Europa Greta, in Indonesia le sirene! Contesti diversissimi (l’una parla all’ONU ed é stata candidata a vincere il Nobel per la Pace, le altre con i piedi nel fango espongono silenziosi ma colorati cartelli) ma un unico, nobilissimo progetto: salvare il pianeta dall’inquinamento e dalla cattiva gestione dei governi degli adulti.

Credits: Jane Barlow

17 febbraio. La premier scozzese Nicola Sturgeon, con la parte femminile del suo governo (Jenny Gilruth ministro per l’Europa e lo sviluppo internazionale, Kate Forbes segretario alle finanze e Fiona Hyslop segretario per l’economia, il lavorar equo e la cultura), dichiara che la Scozia vuole tornare a far parte dell’Unione Europea ma da paese indipendente. Quindi l’obiettivo primo é un referendum per sondare la volontà degli scozzesi di staccarsi dal Regno Unito. Attenzione: un referendum e non una dichiarazione d’indipendenza da parte del governo. Solo a me fanno specie tanta pacatezza e tanto buon senso da parte di un governo?

Credits: Didier Bizet, France, Professional competition, Documentary, Sony World Photography Awards 2020

14 febbraio. Una coppia di giudici esamina i dettagli di un gruppo di “Reborn Dolls” durante il “Doll Show” di Valencia, in Spagna. Le “Reborn Dolls” sono bambole iperrealistiche che ricordano i neonati, con dettagli come vene, capelli, pori della pelle, a volte saliva, indistinguibili dalla realtà. Queste bambole sono apparse per la prima volta negli anni ’90 negli Stati Uniti. Oggi alcuni centri medici le utilizzano per alleviare la sofferenza dei pazienti con l’Alzheimer o come antidoto alla solitudine. In alcuni casi le bambole vengono adottate da adulti che si preparano a diventare genitori. Eh sì, attenzione… Le reborn dolls non si comprano, ma si “adottano”. Questa immagine fa parte della serie “Baby Boom” del fotografo francese Didier Bizet, finalista nella categoria “Documentary” al Sony World Photography Awards 2020.

Credits: Ben Birchall

13 febbraio. Oggi Bristol si è svegliata con una nuova opera d’arte (quasi sicuramente) frutto dello street artist Banksy. Il murales mostra una ragazzina (paragonabile a Cupido) intenta a lanciare con una fionda dei fiori (il famoso dardo dell’amore) che vanno a formare una macchia quasi a voler ricordare del sangue a terra. Un messaggio che vuole sottolineare come l’altra faccia dell’amore sia l’odio, come un sentimento che dovrebbe essere l’espressione massima dell’essere umano possa degenerare nel buio totale , come passione e rispetto cedano il posto alla crudeltà. Allora per questo giorno di San Valentino oltre ai fiori, ai cioccolatini e ai pelouches regaliamoci un po’ di amore e di rispetto da usare tutti i giorni dell’anno e, se per caso se ne abusa, non vi preoccupate al massimo genera solo un po’ di felicità!

Credits: Filippo Monteforte

12 febbraio. Oggi é il suo giorno. Il giorno in cui l’aula del Senato finalmente si esprimerà sul comportamento dell’ex ministro Matteo Salvini nel caso della nave Gregoretti e dell’accusa di sequestro di persona (131 migranti bloccati per 4 giorni sulla nave) che pende sulla sua testa. Lui chiede a gran voce ai suoi di votare a favore del processo ma loro ovviamente non lo faranno perché sentono già la zappa pronta a calare sui piedi. Nelle ultime settimane Salvini si é autoparagonato a Silvio Pellico (“Se mi arresteranno scriverò Le mie prigioni”), oggi in aula si é appropriato di alcune parole di Indro Montanelli (“L’unico consiglio che do é: combattete per quello in cui credete, magari perderete tante battaglie ma vincerete quella davanti allo specchio”). Orgoglioso, spavaldo, per nulla intimorito…come chi é certo di avere la ragione dalla propria parte. Così si é presentato oggi in aula, in attesa del verdetto che arriverà in serata.

Credits: Bennett Raglin

11 febbraio. Forti e attenti all'ambiente. Gli atleti Usa alle prossime olimpiadi indosseranno divise da materiale riciclato al 100%. Durante la settimana della moda di New York, Nike ha presentato il kit della nazionale statunitense per Tokyo 2020. Niente più blu ma bianco. Le divise da gara e da premiazione sono state  realizzate da 2 milioni di bottiglie di plastica e da altri materiali riciclati, presentati per l'occasione da un modello eccezionale: l'ex atleta olimpico Carl Lewis.

Credits: Rich Graessle

11 febbraio. Un Pomerainian poco prima dell'esibizione durante il 144esimo Westminster Dog Show a New YorkCirca 3mila cani di oltre 200 razze arrivano da tutto il mondo nella grande mela per la più prestigiosa competizione canina del mondo e si sfidano per due giorni in abilità e bellezza. Questa sera, il gran finale al Madison Sqare Garden. Scopriremo quale sarà il cane più bello del mondo!

Credits: Valerie Macon

10 febbraio. Cosa starà passando per la testa di Renée Zellweger in questo preciso istante mentre guarda con amore totale l'Oscar appena vinto come miglior attrice protagonista per la pellicola Judy? Soddisfazione (più che meritata), felicità (ovvia e sacrosanta), orgoglio per il tanto, tantissimo lavoro fatto. E gratitudine: lei stessa nel discorso di ringraziamento si é detta grata e orgogliosa di aver potuto celebrare Judy Garland:” Sono i migliori di noi ad ispirarci, donne e uomini coraggiosi, eroi non sempre celebrati”. Ha ricevuto questo onore al posto della Garland, che non l’ ha potuto ricevere in vita. Tutto questo c’é nella sua espressione. Questo e, sono certa, molto altro.

Credits: Zul Kifli

10 febbraio. Servono super poteri per tenere il nostro mondo pulito? Siamo tutti certi che no, non servano; bastano attenzione, voglia, rispetto, intelligenza. Ma se tutto questo non basta ecco uno Spider Man volenteroso che lotta contro le plastiche abbandonate sulla spiaggia di Pare-Pare, in Indonesia.

Credits: Francesco Prandoni

7 febbraio. Buon compleanno Vasco! Per festeggiare i 68 anni del Blasco questa sera a Zocca si accenderanno le luminarie che riproducono il testo di "Albachiara", il suo grande successo del 1979. Oggi il rocker continua a mietere successi: è tra gli autori della canzone di Irene Grandi “Finalmente io”, tra le prime posizioni nella classifica provvisoria al 70° Festival della canzone italiana di Sanremo. Un legame che continuerà, perché a giugno Irene aprirà i concerti di Vasco Rossi al Circo Massimo di Roma.

Credits: epd

7 febbraio. A chi piace Robert Pattinson? Secondo il chirurgo estetico delle celebrità Julian De Silva l'attore è il più bello del mondo o meglio, il più simile ai canoni estetici degli antichi greci. Il risultato deriva dalla mappatura computerizzata del viso del bel Robert. Fronte, naso, mento, labbra e occhi coincidono per il 92,15% con il rapporto aureo che gli antichi utilizzavano come canone per misurare la bellezza. Dove si può ammirare? Nel nuovo lungometraggio diretto da Robert Eggers "The Lighthouse", candidato agli Oscar 2020 per la migliore fotografia e prossimamente nel nuovo "The Batman".

Credits: Kena Betancur

7 febbraio. Coco Rocha presenta una creazione di Christian Siriano che dà il via alla settimana della moda autunno/inverno 2020 a New York. Su una passerella rosa shocking che ricorda le ambientazioni dei fumetti della DC Comics come Joker e Harley Quinn, la modella canadese ha indossato diversi modelli e ha chiuso lo spettacolo con una creazione a balze dalle forme architettoniche e un grande cappello da ballerina di flamenco, sotto gli applausi entusiasti della prima fila.


Credits: Asaad Niazi

6 febbraio. In Iraq la folla anti-governativa non si ferma. Nemmeno dopo l’uccisione di 7 manifestanti da parte della repressione che sostiene il religioso radicale sciita Moqtada Sadr, sostenitore a sua volta del premier designato Mohammed Allaw. La folla che manifesta taccia questo nuovo governo di corruzione ed eccessiva vicinanza all’Iran. Bruciano gomme, bloccano ponti che sono arterie vitali di Nassiriya, sono giovani e sono arrabbiati. Non finirà in breve tempo…

Credits: Lynn Johnson / National Geographic

6 febbraio. Siamo sempre poco propensi a vedere e riconoscere la fortuna e la facilità delle nostre vite. Sono tanto occidentali e tanto comode che - davvero - a volte dobbiamo fermarci un secondo per realizzare che non per tutti la vita é così. Pensate solo a cosa significhi avere acqua potabile e corrente e non dover quindi spostarci a piedi, carichi di taniche sulle spalle da riempire chissà dove e chissà con cosa. Questa é invece la quotidianità di donne e bambine di etnia Gabra, oggi, in Kenya. Questa e altre storie di donne nel mondo le puoi vedere nella mostra Women, un mondo in cambiamento, scatti dell'archivio del National Geographic all'Oratorio di Santa Maria della Vita a Bologna.

Credits: Carsten Rehder

5 febbraio. Anche nella frenetica Germania c'è chi, di  fronte a un cielo così blu, invece di correre dietro alla quotidianità si siede comodamente su una panchina ad ammirare il mare che si infrange sulla scogliera perdendosi nella bellezza della natura e riuscendo  a dedicarsi un po’ di tempo.

Credits: ETTORE FERRARI

5 febbraio. Nonostante le numerose polemiche che hanno preceduto la kermesse più famosa della musica italiana, la prima serata del festival di Sanremo è da record: più di 10 milioni di spettatori e uno share altissimo . Sarà stato grazie alla presenza stratosferica di Fiorello o il desiderio di milioni di spettatori un po’ cattivello dell’ennesima gaffe di Amadeus , sarà stato per le bellezze (ops si può ancora dire????) che accompagnavano il conduttore o grazie a un Tiziano Ferro commosso che cantava Mia Martini sta di fatto che gli italiani anche quest’anno non hanno mancato l’appuntamento con il festival nazionale . Ma per me il colpo di genio, il momento più alto del festival è stata la performance di Achille Lauro: presentatosi con un tunica nera si è spogliato per rimanere con una tutina color carne stile Jlo ma senza spanx che ha lasciato tutti senza parole(me compresa) , facendo dimenticare il festival , la musica e tutto il resto, ma tenendo gli spettatori incollati allo schermo chiedendosi perché. Per fortuna poi lo stesso artista ha spiegato sui social che la sua performance era un omaggio alla vita di San Francesco, alla rinuncia di ogni bene materiale. Grazie per lo show!

Credits: NASA

5 febbraio. Dalla Nasa arriva un’immagine straordinaria del sole catturata dal veicolo spaziale dell’ESA il Solar Orbiter grazie al quale si potranno acquisire varie informazioni sull’ambiente magnetico e aiutare a comprendere le tempeste solari.

Credits: Alessandra Magliaro

4 febbraio. Ricordate Sonia Zhou, una delle ristoratrici cinesi più note della Capitale? E’ rispuntata oggi, non in carne ed ossa bensì dipinta in un murales della street artist romana Laika. Vestita di una tuta protettiva e con il viso coperto da mascherina anti-contagio dalla bocca le esce un fumetto che invita alla solidarietà con la comunità cinese e a non aver paura del contagio per il solo fatto di trovarsi nei paraggi di persone cinesi, molte delle quali la Cina non l’hanno neanche mai vista di persona, perché cinesi di seconda o addirittura terza generazione. Perché l’ignoranza é peggio di molti virus.

Credits: Riccardo Antimiani

4 febbraio. Siamo alle battute d’inizio. Per la 70esima volta si alza il sipario sul Festival di Sanremo all’Ariston. E’ chiaro, quest’anno più che mai, che a tenere banco sono sempre più le polemiche che le canzoni. Questa sera le donne che affiancheranno Amadeus nella conduzione della serata saranno Diletta Leotta e Rula Jebreal: dopo l’antipatica polemica sulla sua partecipazione, poi non partecipazione e poi infine confermata partecipazione, questa sera la giornalista palestinese calcherà il palco parlando di violenza sulle donne. Tema delicato ed importante, a conferma che forse le canzoni non sono tutto a Sanremo.

Credits: Maurizio Galimberti

3 febbraio. Si chiama “La Carezza”, è il progetto fotografico realizzato dall’artista Maurizio Galimberti dedicato alle donne, in mostra presso le sale d’attesa dei centri senologi e di alcune Breast Unit di tutta Italia. Le immagini sono una rilettura di alcuni scatti iconici  di autori come Paul Outerbridge e Man Ray, attraverso la tecnica del ready made”, che focalizza l'attenzione sul particolare attraverso la fotografia istantanea. Le dieci opere esclusive trasmettono un grande coinvolgimento emotivo e un senso di protezione e di cura di sé. L'obiettivo? Sensibilizzare sull'importanza della prevenzione del tumore al seno.


Foto
Riproduzione riservata