Frutti esotici per dimagrire e depurarsi: è boom

L'Italia è tra i Paesi europei che consuma più frutti esotici, freschi o come integratori: per stimolare il metabolismo, depurarsi, contrastare l'invecchiamento

I frutti esotici piacciono sempre di più. Lo dicono i numeri: l’Italia è uno dei primi Paesi in Europa per quanto riguarda gli acquisti. Secondo gli ultimi dati emersi al Tropical Fruit Congress che si è tenuto lo scorso maggio a Rimini, il loro consumo a tavola è stato pari al 12% su tutta la frutta consumata. Piacciono non solo perché sono gustosi, ma perché sono un concentrato di sostanze alleate della salute e del benessere. «Contengono un pool di minerali, vitamine e antiossidanti che favoriscono il corretto funzionamento dell’organismo» spiega Simona Grossi, biologa nutrizionista e naturopata. Tanto che negli ultimi anni gli estratti di semi, foglie, polpa e buccia di questi frutti vengono impiegati in molti integratori alimentari disponibili in farmacia e in erboristeria sotto forma di capsule, compresse, polveri, tisane, infusi e succhi. «Abbinati a un’alimentazione equilibrata e a uno stile di vita sano, grazie ai loro principi attivi danno un aiuto in più all’organismo per affrontare nei periodi più intensi piccoli malesseri come affaticamento, gonfiore, cali di energia e pesantezza» precisa l’esperta. «Bisogna però stare attenti a non prenderli di testa propria. Meglio prima chiedere un parere al proprio medico ed evitarli in gravidanza e durante l’allattamento».

Per assumerli in sicurezza il suggerimento è scegliere prodotti di aziende presenti nel registro degli integratori alimentari del Ministero della Salute (salute.gov.it), evitando il fai da te. «Vanno presi secondo le istruzioni riportate sulle confezioni, per cicli di 3 settimane al massimo » raccomanda Simona Grossi. Ecco una guida per individuare quelli più utili in questo periodo.

MANGO Per stimolare il metabolismo

«Questo frutto originario dell’Asia è ricco di vitamine del complesso B, che favoriscono il buon funzionamento del metabolismo, il meccanismo che permette al corpo di bruciare calorie e mantenere la linea. In più, contiene vitamine A, E e C. Queste sostanze antiossidanti aiutano a contrastare lo stato di infiammazione dell’organismo che favorisce l’accumulo dei chili in eccesso» spiega l’esperta. Usalo così «Se tendi a mettere su peso, assumi una capsula di estratto secco da 600 mg due volte al dì. In alternativa, aggiungi una volta al giorno un cucchiaino da caffè di polvere di mango essiccato e liofilizzato nello yogurt al naturale, nel porridge oppure nei frullati» dice la nutrizionista e naturopata Simona Grossi.

COCCO Per favorire la depurazione

Il cocco ha proprietà depurative che aiutano a combattere l’accumulo delle tossine. «Il merito è di vitamina C, potassio e magnesio che favoriscono la diuresi e agevolano l’eliminazione delle sostanze di scarto che affaticano l’organismo» spiega l’esperta. Usalo così «Per liberarti della sensazione di pesantezza assumi un integratore a base di acqua di cocco privo di zuccheri aggiunti (glucosio, saccarosio ecc.). Bevine due bicchieri al dì, uno al mattino appena sveglia e l’altro nel corso della giornata, preferibilmente lontano dai pasti» consiglia Simona Grossi.

FEIJOA Per combattere il caldo

Conosciuto anche come acca sellowiana, questo frutto originario della Nuova Zelanda ha proprietà idratanti e toniche. «È ricco di vitamina C e minerali che migliorano la risposta dell’organismo alle temperature elevate. Contiene magnesio e potassio che favoriscono la reidratazione salina e compensano la sudorazione». Usala così Se l’afa ti butta giù e ti senti spesso priva di forze, consumala sotto forma di infuso freddo. «Lava accuratamente 8 frutti di feijoa. Lasciali in infusione per un paio di ore a temperatura ambiente in un litro di acqua con il succo di un limone e consuma la bevanda più volte al giorno» dice l’esperta.

PAPAYA Per ridurre il gonfiore

Originario del Brasile e del Messico, questo frutto è ricco di preziosi antiossidanti. «I semi contengono flavonoidi e polifenoli, che hanno proprietà antinfiammatorie e vasoprotettrici. Favoriscono il miglioramento del microcircolo e stimolano l’ossigenazione dei tessuti, contrastando i disagi dovuti a una cattiva circolazione, come il senso di pesantezza delle gambe» dice Simona Grossi. «In più, questo frutto è ricco di papaina, un enzima che agevola la digestione e l’eliminazione dei gas intestinali, responsabili della pancia gonfia» aggiunge l’esperta. Usala così Assumi l’estratto secco di papaya in polvere. «Ne basta un cucchiaino da caffè al giorno da sciogliere in un bicchiere di acqua».

MANGOSTANO Per contrastare l’invecchiamento

Questo frutto è un potente antiage. «Fornisce in quantità vitamina C e polifenoli, in particolare xantoni, antiossidanti che proteggono dallo stress ossidativo, responsabile della comparsa precoce delle rughe» dice l’esperta. Usalo così «Assumilo sotto forma di estratto secco in polvere. Diluiscine un cucchiaino da caffè in un bicchiere di acqua e bevilo una volta al giorno lontano dai pasti. Oppure prendi una compressa al dì da 1200 mg prima dei pasti» consiglia Simona Grossi.

Dieta: per dimagrire non contare le calorie

VEDI ANCHE

Dieta: per dimagrire non contare le calorie

Il caso curcuma: siamo “malati” di integratori?

VEDI ANCHE

Il caso curcuma: siamo “malati” di integratori?

Riproduzione riservata