Val Ridanna Alto Adige autunno
La Val Ridanna vanta uno dei panorami più belli dell’Alto Adige: le Alpi dello Stubai, il Monte Neve e il Monte Giovo incorniciano i boschi.

Weekend d’autunno in Alto Adige

Se cerchi un’idea per il weekend punta su Vipiteno e la Val Ridanna. Ti aspettano feste, passeggiate e spa da sogno

È tutto pronto per la festa del raccolto di Vipiteno. Si parte venerdì 29 ottobre all’ombra della Torre delle Dodici con il mercato contadino dove i produttori locali portano miele e tisane dell’Alta Val Isarco, pane fatto in casa, vini bio e le tradizionali Tirtlan, le frittelle ripiene di spinaci e ricotta. Si prosegue sabato 30 ottobre con le bancarelle di cappelli di feltro della Val Ridanna, i tappeti di lana di pecora e le creme beauty a base di pino mugo della Val Sarentino. Tutto accompagnato da street food e musica tipica (suedtirol.info).

I sentieri sono tutti vista Alpi

Se dopo una passeggiata lungo via Città Nuova, la strada principale di Vipiteno incorniciata da case colorate e portici, vuoi fare un trekking nella natura, ti basta prendere la cabinovia che a pochi passi dal centro ti porta al Monte Cavallo (è aperta fino al 31 ottobre e poi dal 4 dicembre). In cima ti aspettano un altopiano sempre soleggiato perché esposto a sud e tanti sentieri per tutte le gambe: l’escursione alle malghe della Valmigna e quella al laghetto Kastellacke sono semplici, la salita al Monte Cavallo dura due ore e mezzo ed è per trekker esperti (montecavallo.com). Chi preferisce andare in bicicletta può puntare alle valli Racines e Ridanna che offrono antichi sentieri minerari e strade forestali con percorsi adatti anche ai free riders.

Ridnauntal Val Ridanna Alto Adige autunno
Val Ridanna

L’accoglienza è unica

La Val Ridanna, a 15 km da Vipiteno, è anche il luogo ideale dove rilassarsi immersi nel silenzio delle Alpi dello Stubai. Tante le esperienze che si possono fare qui. Il pacchetto I piaceri dell’autunno del Plunhof Hotel ti permette di partecipare a un corso di cucina tipica con lo chef Egon e a un’escursione per avvistare gli animali selvatici con Erwin, guida esperta. In più, è possibile degustare vini, seguire un seminario di enologia sulle etichette sudtirolesi e assaggiare i formaggi locali in malga. L’albergo è a conduzione familiare da generazioni: i bisnonni Volgger hanno cercato e trovato l’argento tra queste montagne, i nipoti sono pronti a raccontarti la loro storia fatta di tradizioni e passione (da 133 euro a notte a persona in camera doppia, con colazione e cena, plunhof.it).

È l’accoglienza il fiore all’occhiello anche dell’Hotel Schneeberg Family Resort & Spa, a partire dalle degustazioni di vino nella scenografica cantina. L’albergo a impatto zero, incorniciato dal Monte Giovo e dal Monte di Neve, ha una Spa di 8.000 metri quadri, un parco acquatico, ottimi ristoranti (da 99 euro a testa, schneeberg.it). Ed è il punto di partenza ideale per raggiungere le piste innevate del comprensorio Racines-Giovo.

Visitare Ponza in autunno

VEDI ANCHE

Visitare Ponza in autunno

Alla scoperta dei vigneti del Veneto: itinerari in Valpolicella

VEDI ANCHE

Alla scoperta dei vigneti del Veneto: itinerari in Valpolicella

Riproduzione riservata