Yoga a casa? Ecco tutte le dritte fondamentali

Credits: Shutterstock

Fare yoga anche se a casa e da soli è un ottimo gesto di benessere. Vediamo i consigli per praticare al meglio ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Come fare yoga a casa da soli

Quando si inizia a fare yoga - ma anche quando lo si fa da tempo - la principale questione da gestire è il tempo (e lo spazio aggiungeremmo). Sembra banale, e invece è fondamentale: quante volte diventa impossibile frequentare la scuola di yoga che abbiamo scelto perchè è troppo lontana da casa, oppure organizza corsi in orari per noi impossibili?

In questi casi l'unica alternativa che ci resta è tentare di fare yoga a casa da soli. Anzi può essere un buon modo per fare pratica il più spesso possibile, anche se nel frattempo si frequenta un corso: ricorda infatti che l'ideale nella pratica yoga è eseguirla tutti i giorni, non solo nei giorni in cui puoi seguire lezioni.

Insomma, appurato che fare yoga a casa è un'opzione valida per poter approcciare questa disciplina e godere di tutti i benefici dello yoga, dobbiamo però ricordare che è importante farlo in sicurezza, conoscendo e ascoltando i limiti del nostro corpo e stando attenti ad evitare ogni possibile rischio legato alla pratica non seguita da un'insegnante.

Tra le opzioni disponibili per fare yoga da soli ci sono i corsi online tramite abbonamento e le app in cui sono presenti diversi stili di yoga, realizzati da insegnanti certificati, come ad esempio AloMoves, Asana Rebel, Gaia o Daily Yoga . Per chi invece non vuole iniziare con un abbonamento, su Youtube è possibile trovare tantissimi canali sia italiani che inglesi/americani dove ci sono intere lezioni da seguire come Yoga with Adriene o Yoga by Candace.

L'attrezzatura per fare yoga a casa

Cosa ti serve per fare yoga a casa? Non dimentichiamo che un minimo sindacale di attrezzatura per fare yoga sarà utile. Lo yoga è una disciplina decisamente basic, infatti si può praticare anche senza attrezzi. Ecco la dotazione base, con i link alle guide dedicate che trovi su Donnamoderna:

  • Abbigliamento per fare yoga: ti occorre un abbigliamento comodo,e preferibilmente aderente, che non intralci i tuoi movimenti in alcun modo. L'ideale sono i leggins sportivi, abbinati a un reggiseno sportivo e a un top sportivo comodo.
  • Tappetino specifico per fare yoga (cliccando sul link trovi la guida all'acquisto), di seguito i più venduti su Amazon:
  • Blocchi per fare yoga: si tratta di veri e propri "mattoncini" utile ad appoggiarsi e a tenere determinate posizioni che ci risultano ostiche, sono quindi particolarmente utili per i principianti
  • Yoga wheel, una sorta di "ruota" molto resistente e rivestita utilissima per una vasta serie di posizioni yoga, specie quelle che prevedono l'apertura del petto e l'inarcamento della schiena
  • Cuscino per yoga: è il classico cuscino a mezzaluna che si usa anche per la meditazione, anche questo particolarmente utile per i principianti per tenere più a lungo e più facilmente la posizione seduti a gambe incrociate

I consigli

I consigli per chi sceglie questa strada sono:

  1. Prima di iniziare la lezione, fai un minimo di riscaldamento per preparare le articolazioni.
  2. Parti da un livello base e solo nel tempo, una volta che hai fatto pratica, avanza.
  3. Segui attentamente ogni indicazione e se possibile usa i supporti, come ad esempio i blocchi o la yoga wheel.
  4. Non strafare, cerca di ascoltare il tuo corpo e se senti un limite, un fastidio o un dolore non forzarti. Ognuno di noi è più o meno flessibile e ci si lavora con il tempo. Non tutto può arrivare alle prime lezioni.
  5. A livello pratico, se puoi usa un tappetino dove non scivolino mani e piedi (non usare le calze, per lo stesso motivo!)
  6. Evita le distrazioni: concediti un momento solo per te, in uno spazio confortevole. La pratica yoga è pensata non solo per il corpo ma anche per la mente, quindi dovresti seguire la lezione dimenticandoti del mondo esterno, delle cose da fare e via dicendo. Spegni il telefono e chiedi a chi vive con te di non interromperti
  7. Non saltare la parte di rilassamento finale, è una delle parti più importanti e con il tempo ne apprezzerai il valore
  8. Prova diversi corsi online per capire le differenze e trovare lo stile di yoga più adatto a te

Le controindicazioni

Come tutte le attività non seguite, i rischi maggiori di fare yoga a casa da soli sono quelli legati all'inesperienza e all'inesattezza delle posizioni. Mentre pratichi in una scuola yoga normalmente l'insegnante sta attenta a come ti posizioni e ti aiuta e corregge se fai i movimenti giusti. 

Infatti, pur non essendo uno sport estremo, a seconda della posizione ci sono degli allineamenti da seguire. Oltre a questo, ognuno di noi può avere dei limiti fisici dovuti alla propria conformazione o a qualche infortunio. In questo caso, bisogna prestare attenzione per evitare di farsi male.

Se si pratica da soli è importante capire quali movimenti possono dare fastidio ed evitare di voler a tutti i costi arrivare alla posizione completa. Spesso l'insegnante dà diverse opzioni (ad esempio, le gambe leggermente flesse nei piegamenti in avanti) ed è bene seguire le opzioni facilitate se c'è l'esigenza.

Contenuto sponsorizzato: Donnamoderna.com presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Donnamoderna.com potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati.

Riproduzione riservata