Detox con le tinture madri, benessere in gocce

Quando la primavera è alle porte, il bisogno di detox si fa impellente. Ecco come purificarsi con l'aiuto delle tinture madri

<p>Le pulizie di <b>primavera</b> non si fanno solo in casa, la bella stagione rende necessaria anche una revisione in tema di <b>benessere</b>. Chili di troppo, pelle asfittica ma, soprattutto, <b>tossine</b>: ecco i regali dell'inverno, ancor più se si vive in città.</p><p>Come uscire dalla spirale del grigiore in tempo per un'<b>estate</b> splendente? Con un accurato programma <b><a href="https://www.donnamoderna.com/salute/come-disintossicarsi"  target="_self">detox</a></b>, che preveda <b>alimentazione</b> sana, fitness e l'aiuto di <b>rimedi naturali</b>.</p><p>Qui entra in gioco la <b>fitoterapia: </b>le piante, infatti, possono aiutare l'organismo a<b> purificarsi </b>in profondità. L'eliminazione delle tossine porta, come effetto benefico, la conquista di una <b>pelle luminosa</b>, capelli sani, una linea più leggera e un <b>umore</b> decisamente in rialzo.</p> Credits: Corbis

Le pulizie di primavera non si fanno solo in casa, la bella stagione rende necessaria anche una revisione in tema di benessere. Chili di troppo, pelle asfittica ma, soprattutto, tossine: ecco i regali dell'inverno, ancor più se si vive in città.

Come uscire dalla spirale del grigiore in tempo per un'estate splendente? Con un accurato programma detox, che preveda alimentazione sana, fitness e l'aiuto di rimedi naturali.

Qui entra in gioco la fitoterapia: le piante, infatti, possono aiutare l'organismo a purificarsi in profondità. L'eliminazione delle tossine porta, come effetto benefico, la conquista di una pelle luminosa, capelli sani, una linea più leggera e un umore decisamente in rialzo.

Per un detox corpo-mente, qui i rimedi naturali per l'ansia, frequente nel cambio di stagione

<p>Le <b>tinture madri</b> racchiudono i principi attivi delle piante in comode <b>gocce</b>, pronte all'uso: reperibili in <b>erboristeria</b> ma anche in farmacia e parafarmacia, sono sempre più consigliate anche da <b>dietologi</b> e nutrizionisti a sostegno di diete ipocaloriche.</p><p>Questi preparati vanno solitamente assunti <b>diluiti in acqua </b>o altra bevanda e sono conservate in <b>soluzione alcolica</b>: la dose giornaliera va calibrata nell'ambito di un programma personalizzato, di norma si aggira attorno alle <b>20-25 gocce </b>due o tre volte al giorno a seconda della pianta utilizzata.</p><p>Inoltre, la fitoterapia in <b>gravidanza</b> e <b>allattamento</b> è da riservare solo ed esclusivamente a prescrizione medica, sono molti infatti gli estratti vegetali vietati o<b> sconsigliati </b>in queste delicate fasi della vita femminile.</p> Credits: Corbis

Le tinture madri racchiudono i principi attivi delle piante in comode gocce, pronte all'uso: reperibili in erboristeria ma anche in farmacia e parafarmacia, sono sempre più consigliate anche da dietologi e nutrizionisti a sostegno di diete ipocaloriche.

Questi preparati vanno solitamente assunti diluiti in acqua o altra bevanda e sono conservate in soluzione alcolica: la dose giornaliera va calibrata nell'ambito di un programma personalizzato, di norma si aggira attorno alle 20-25 gocce due o tre volte al giorno a seconda della pianta utilizzata.

Inoltre, la fitoterapia in gravidanza e allattamento è da riservare solo ed esclusivamente a prescrizione medica, sono molti infatti gli estratti vegetali vietati o sconsigliati in queste delicate fasi della vita femminile.

<p><b>Soffia via le tossine</b></p><p>Il <b>tarassaco</b> lo conosciamo sin dall'infanzia: è il fiore più amato dai bambini, quello che si <i>soffia. </i>Si tratta di una pianta estremamente <b>resistente </b>alle intemperie, molto rustica e le cui proprietà sono altamente <b>detossinanti</b>. </p><p>La tintura madre di tarassaco ha la capacità di disintossicare in profondità il <b><a href="https://www.donnamoderna.com/salute/fegato-grasso"  target="_self">fegato</a></b>, cambiando addirittura la composizione della<b> bile</b> e apportando così benefici a tutto l'organismo. </p><p>Perfetto per il detox primaverile, il tarassaco agisce positivamente su: fegato, <b>pelle impura</b>, gastrite, eccesso di <b>acido urico</b>, sovrappeso, alti livelli di <b>colesterolo </b>cattivo e <b>ritenzione idrica</b>.</p><p>Inoltre, la tintura madre di tarassaco aiuta in caso di <b>stitichezza</b>, favorendo un regolare transito intestinale. Pianta antichissima, questo fiore-batuffolo è quindi in grado di riparare a bagordi e stravizi invernali. </p> Credits: Corbis

Soffia via le tossine

Il tarassaco lo conosciamo sin dall'infanzia: è il fiore più amato dai bambini, quello che si soffia. Si tratta di una pianta estremamente resistente alle intemperie, molto rustica e le cui proprietà sono altamente detossinanti.

La tintura madre di tarassaco ha la capacità di disintossicare in profondità il fegato, cambiando addirittura la composizione della bile e apportando così benefici a tutto l'organismo.

Perfetto per il detox primaverile, il tarassaco agisce positivamente su: fegato, pelle impura, gastrite, eccesso di acido urico, sovrappeso, alti livelli di colesterolo cattivo e ritenzione idrica.

Inoltre, la tintura madre di tarassaco aiuta in caso di stitichezza, favorendo un regolare transito intestinale. Pianta antichissima, questo fiore-batuffolo è quindi in grado di riparare a bagordi e stravizi invernali.

<p><b>Combatti acne e infiammazioni</b></p><p>Il problema della <b>pelle impura</b>, con punti neri e comedoni, può colpire anche chi non ha mai sofferto di acne, neppure durante l'adolescenza. Per questo si parla spesso di acne tardiva oppure di pelle temporaneamente reattiva.</p><p>L'epidermide è la cartina al tornasole della cura che dedichiamo alla salute e al benessere del nostro organismo, tant'è che quando il <b>fegato</b> e l'intestino soffrono anche la pelle presenta un conto salato: <b><a href="https://www.donnamoderna.com/bellezza/viso-e-corpo/come-schiacciare-brufoli"  target="_self">foruncoli</a>,</b> arrossamenti e cute asfittica sono tra i principali sintomi di tale negligenza.</p><p>Anche in questi casi, però. la natura dà un grande aiuto per purificare in profondità corpo e pelle: la<b> tintura madre di bardana</b> è un toccasana per l'epidermide impura e iper-reattiva. La bardana, infatti. stimola l'attività epatica e, al contempo, svolge un'azione<b> ipoglicemizzante</b>: si tratta, dunque, di una pianta adatta ai diabetici e a chi è in <b>sovrappeso. </b></p> Credits: Corbis

Combatti acne e infiammazioni

Il problema della pelle impura, con punti neri e comedoni, può colpire anche chi non ha mai sofferto di acne, neppure durante l'adolescenza. Per questo si parla spesso di acne tardiva oppure di pelle temporaneamente reattiva.

L'epidermide è la cartina al tornasole della cura che dedichiamo alla salute e al benessere del nostro organismo, tant'è che quando il fegato e l'intestino soffrono anche la pelle presenta un conto salato: foruncoli, arrossamenti e cute asfittica sono tra i principali sintomi di tale negligenza.

Anche in questi casi, però. la natura dà un grande aiuto per purificare in profondità corpo e pelle: la tintura madre di bardana è un toccasana per l'epidermide impura e iper-reattiva. La bardana, infatti. stimola l'attività epatica e, al contempo, svolge un'azione ipoglicemizzante: si tratta, dunque, di una pianta adatta ai diabetici e a chi è in sovrappeso.

<p><b>Pulisci le vie urinarie e sconfiggi la ritenzione idrica</b></p><p>La <b>betulla </b>è una pianta la cui linfa agisce molto efficacemente sull'organismo, soprattutto nel periodo del <b>cambio di stagione.</b></p><p><b> </b> Innanzitutto, la betulla depura a fondo fegato e intestino ma il vero plus di questa pianta è la sua capacità di effettuare una sorta di lavaggio e <b>drenaggio</b> delle<b> vie urinarie</b>, eliminando acido urico in eccesso e tossine. Per questo, la tintura madre di betulla è consigliata in caso di: <b>ritenzione idrica</b>, cellulite, <b>gotta,</b> calcoli biliari,<b> cistite </b>ricorrente e sovrappeso.</p><p>Le sostanze benefiche e attive per il detto di primavera sono l'<b>acido betulico</b>, l'acido caffeico, le speciali resine e gli oli essenziali. </p><p>Solitamente, il dosaggio della tintura madre di betulla è più alto rispetto alle altre tinture madri utilizzate in fitoterapia ed è anche associato a una massiccia assunzione di <b>liquidi </b>(acqua oligominerale a basso contenuto di sodio) per amplificarne gli effetti drenanti. </p> Credits: Corbis

Pulisci le vie urinarie e sconfiggi la ritenzione idrica

La betulla è una pianta la cui linfa agisce molto efficacemente sull'organismo, soprattutto nel periodo del cambio di stagione.

Innanzitutto, la betulla depura a fondo fegato e intestino ma il vero plus di questa pianta è la sua capacità di effettuare una sorta di lavaggio e drenaggio delle vie urinarie, eliminando acido urico in eccesso e tossine. Per questo, la tintura madre di betulla è consigliata in caso di: ritenzione idrica, cellulite, gotta, calcoli biliari, cistite ricorrente e sovrappeso.

Le sostanze benefiche e attive per il detto di primavera sono l'acido betulico, l'acido caffeico, le speciali resine e gli oli essenziali.

Solitamente, il dosaggio della tintura madre di betulla è più alto rispetto alle altre tinture madri utilizzate in fitoterapia ed è anche associato a una massiccia assunzione di liquidi (acqua oligominerale a basso contenuto di sodio) per amplificarne gli effetti drenanti.

<p><b>Sgonfia le gambe e drena i liquidi in eccesso</b></p><p>Appena arriva la bella stagione, si sente l'urgenza di ritrovare <b>leggerezza</b> e armonia. Le <b>gambe </b>sono uno dei punti deboli nella stagione calda, poiché <b>ritenzione idrica</b> e cellulite spesso le mettono a dura prova. </p><p>Un cattivo funzionamento nel <b>drenaggio</b> dei liquidi e l'<b>infiammazione </b>dei noduli sottocutanei (in caso di cellulite) non sono per forza di cose legati al sovrappeso, colpendo spesso anche le donne magre. </p><p>Piuttosto, invece, ritenzione idrica e cellulite sono legate a doppio filo con <b>sedentarietà </b>e cattiva alimentazione. Il primo step per assicurarsi gambe belle e leggere, quindi, resta l'abbinamento <b><a href="https://www.donnamoderna.com/salute/rimettersi-in-forma/gambe-toniche"  target="_self">fitness</a></b> e dieta equilibrata.</p><p>Ma anche la fitoterapia aiuta a stimolare il <b>microcircolo</b> e il corretto drenaggio dei liquidi in eccesso, aiutando nella guarigione dalla cellulite. La <b>tintura madre di pilosella</b> è un efficace diuretico nonché antinfiammatorio: la cellulite, infatti, è prima di tutto un'infiammazione e come tale va curata. </p> Credits: Corbis

Sgonfia le gambe e drena i liquidi in eccesso

Appena arriva la bella stagione, si sente l'urgenza di ritrovare leggerezza e armonia. Le gambe sono uno dei punti deboli nella stagione calda, poiché ritenzione idrica e cellulite spesso le mettono a dura prova.

Un cattivo funzionamento nel drenaggio dei liquidi e l'infiammazione dei noduli sottocutanei (in caso di cellulite) non sono per forza di cose legati al sovrappeso, colpendo spesso anche le donne magre.

Piuttosto, invece, ritenzione idrica e cellulite sono legate a doppio filo con sedentarietà e cattiva alimentazione. Il primo step per assicurarsi gambe belle e leggere, quindi, resta l'abbinamento fitness e dieta equilibrata.

Ma anche la fitoterapia aiuta a stimolare il microcircolo e il corretto drenaggio dei liquidi in eccesso, aiutando nella guarigione dalla cellulite. La tintura madre di pilosella è un efficace diuretico nonché antinfiammatorio: la cellulite, infatti, è prima di tutto un'infiammazione e come tale va curata.

<p><b>Via le calze e…nessun rossore!</b></p><p>Quando le <b>gambe </b>sono appesantite e il <b>fegato</b> non funziona a dovere, a farne le spese sono anche le <b>pareti venose</b>. Il risultato di questa intossicazione, agevolata dalla sedentarietà invernale, sono <b>vene varicose </b>e <b>capillari </b>visibili e antiestetici sulle gambe.</p><p>Diventa, dunque, necessario ripristinare un adeguato funzionamento del<b> microcircolo</b> e del drenaggio dei liquidi. Un ruolo decisamente attivo è svolto dalla tintura madre di <b>vite rossa</b>, rinforzante delle pareti venose e stimolante sulla circolazione. E quando il sangue circola correttamente, anche il liquidi vengono drenati efficacemente.</p><p>La vite rossa è dunque indicata in caso di: ritenzione idrica, cellulite, <b>fragilità capillare</b>, insufficienza venosa, <b>pesantezza </b>agli arti inferiori e <b>couperose. </b></p> Credits: Corbis

Via le calze e…nessun rossore!

Quando le gambe sono appesantite e il fegato non funziona a dovere, a farne le spese sono anche le pareti venose. Il risultato di questa intossicazione, agevolata dalla sedentarietà invernale, sono vene varicose e capillari visibili e antiestetici sulle gambe.

Diventa, dunque, necessario ripristinare un adeguato funzionamento del microcircolo e del drenaggio dei liquidi. Un ruolo decisamente attivo è svolto dalla tintura madre di vite rossa, rinforzante delle pareti venose e stimolante sulla circolazione. E quando il sangue circola correttamente, anche il liquidi vengono drenati efficacemente.

La vite rossa è dunque indicata in caso di: ritenzione idrica, cellulite, fragilità capillare, insufficienza venosa, pesantezza agli arti inferiori e couperose.

Riproduzione riservata