smettere con la pillola

Cosa succede quando smettiamo di prendere la pillola dopo un lungo periodo?

Quando cominci a prendere un contraccettivo ormonale, di solito, percepisci dei netti cambiamenti all'interno del tuo corpo. Va da sé che, in tutta probabilità, avvertirai dei cambiamenti anche quando smetterai di prendere la pillola. È perfettamente normale: ecco cosa può cambiare

Le pillole contraccettive contenenti ormoni possono cambiare in maniera anche molto significativa il rapporto con il nostro corpo. Siano esse a basso, medio o alto dosaggio, il nostro corpo è destinato a reagire in maniera molto particolare – e spesso quasi unica nel suo genere – all'assunzione di questo tipo di sostanze. Non stupirti, pertanto, se decidi di smettere con la pillola e finisci per ritrovarti con qualche piccolo effetto collaterale. È una circostanza perfettamente fisiologica che dipende, di solito, da cosa è cambiato quando hai cominciato ad assumerla.

Smettere con la pillola dopo tanti anni

La sindrome post-pillola è un insieme di (molto spesso) piccoli sintomi che si verificano dopo che hai smesso di prendere la pillola anticoncezionale ormonale, ma anche tutti gli altri metodi contraccettivi basati sugli ormoni. Prima di interrompere, ricordati che si tratta di una decisione che non deve mai essere presa con leggerezza: può capitare, infatti, che l'interruzione della pillola possa causare qualche effetto collaterale, spesso molto simile a quelli che avevi quando hai iniziato a prenderla.

Pur non essendo una decisione da prendere di punto in bianco, non preoccuparti troppo. Si tratta di una condizione temporanea e spesso, dopo aver individuato l'origine del problema, facilmente risolvibile con i consigli di un bravo ginecologo.

Tra i sintomi che si possono manifestare troviamo nausea, mal di testa, sbalzi d'umore, acne, amenorrea, mestruazioni dolorose, perdita di capelli e periodi di infertilità. Sembra qualcosa di insormontabile, ma in realtà non è affatto così: stai semplicemente togliendo al tuo corpo una sostanza che era abituato a ricevere, e adesso attraverserai un periodo di fisiologico squilibrio. L'organismo cerca di riprendersi e combatte con le sue armi migliori, impiegando a volte poche settimane, altre volte fino a un anno.

Se hai smesso di usare la pillola anticoncezionale dopo tanti anni e stai sperimentando sintomatologie spiacevoli, non allarmarti troppo: hai davanti una sindrome post-pillola da manuale. Se i dolori dovessero risultare molto forti, parlane con il tuo medico di fiducia, ma tendenzialmente si tratta di una situazione che tende a rientrare da sola entro pochi giorni.

Smettere con la pillola: i vantaggi

Interrompere l'uso della pillola non porta solo svantaggi, tutt'altro. I contraccettivi ormonali interrompono le mestruazioni e prevengono l'ovulazione, provocando qualche effetto collaterale. Tuttavia, l'interruzione della pillola ha anche tanti vantaggi interessanti. Per esempio, molte donne affermano di riscontrare un miglioramento sensibile dell'umore e una diminuzione dell'ansia. Smettere con la pillola aiuta anche a dormire meglio, migliorando addirittura la qualità delle nostre ore di sonno. Va da sé che meglio ci si riposa, più proficue saranno le nostre giornate di lavoro. La pillola peggiora l'assimilazione delle vitamine e dei minerali, ma una volta che il metabolismo si sarà liberato del suo effetto chimico saremo in grado di trarre il massimo dalle sostanze nutritive che assumiamo.

Molto spesso, questa decisione provoca anche un aumento della libido e un sensibile accrescimento delle percezioni sessuali. Ciò significa non solo che la penetrazione sarà meno dolorosa, ma che sarà anche più facile raggiungere l'orgasmo. Allo stesso modo, chi smette con la pillola noterà un miglioramento della lubrificazione e dei fluidi, che andranno anche a creare una barriera naturale contro i funghi e i batteri.

Smettere con la pillola fa ingrassare?

Capita spesso che il bugiardino della pillola anticoncezionale citi tra gli effetti collaterali un possibile aumento di peso. Spesso, è vero. Tuttavia, gli studi scientifici hanno dimostrato che smettere con la pillola non ha nessuna correlazione con l'aumento del peso. Tutto l'opposto. Molte donne che interrompono l'uso degli anticoncezionali ormonali sperimentano una diminuzione del peso, specialmente se la pillola assunta fino a quel momento ha avuto l'effetto di farle ingrassare.

Non è detto che sia il tuo caso: di solito, questo fenomeno si verifica quando si è manifestato un aumento di peso in concomitanza con l'inizio dell'assunzione.

Esistono casi in cui interrompere la pillola fa ingrassare? Molti dottori online affermano che non esistono correlazioni tra la pillola e l'ingrassamento. Può capitare però che un cambio d'abitudini così importante possa in qualche modo modificare le nostre abitudini o provocare un rilassamento fisiologico, facendoci distogliere l'attenzione da una dieta sana e bilanciata e portandoci a fare qualche strappo alla regola in più.

Smettere con la pillola e assenza di ciclo mestruale

In seguito all'interruzione di una cura ormonale contraccettiva, può succedere che si verifichi un periodo di amenorrea. Questa parola significa assenza di mestruazioni. L'amenorrea post-pillola può durare fino a 90 giorni e oltre, e colpisce dal 30 al 50% delle donne che hanno deciso di smettere con la pillola.

Stai tranquilla: questo problema si risolve, di solito, in pochi mesi, senza bisogno di terapie particolari. Se hai qualche dubbio o la situazione ti crea ansia costante, non esitare però a contattare il tuo ginecologo. Il tuo medico sarà in grado di prescriverti tutti gli esami del caso e tranquillizzarti.

Riproduzione riservata