Torta mele, dolce dietetico

Un profumo inconfondibile e un gusto che riporta inevitabilmente all'infanzia: la torta di mele è un grande classico, a cui non si dovrebbe mai rinunciare.

Neppure se si è a dieta: la buona notizia, infatti, è che si tratta di un dolce amico sia della salute sia della linea. L'importante è prepararla con gli ingredienti giusti, sani e light. Ma è altrettanto importante non esagerare con le porzioni e consumarla al momento giusto.

A colazione, una fetta di torta di mele con cannella e una tazza di tè verde sono un ottimo (e salutare) inizio di giornata.

Torta di mele, un dolce dietetico

La torta di mele è un classico della tradizione. Ma non è solo buona: questo dolce infatti fa bene alla salute e, se preparato con gli ingredienti giusti, anche alla linea

 

La torta di mele è un dolce tradizionale e buonissimo. Non solo per il palato, però. Grazie a vitamine, minerali e fibre contenuti nella mela, questa torta fa bene anche alla salute e persino alla linea. L'importante è prepararla con gli ingredienti più sani e leggeri. Il gusto non ne risentirà e il buonumore sarà garantito

Mele, tutti i benefici per la linea

Abbonda con le mele e diminuisci lo zucchero

La torta di mele è amica della nostra salute (e della linea) perché punta su un ingrediente sano e benefico come la mela. Questo frutto, a cui sono stati dedicati proverbi e addirittura poesie, è una miniera di salute. Ricca di acqua  e vitamine (A, C, B1, B2, PP), la mela andrebbe sempre mangiata con la buccia.

Quest'ultima, infatti, è fonte di preziose fibre in grado di rallentare l'assorbimento di grassi e zuccheri, nonché di aumentare il senso di sazietà.

Dunque, anche per preparare la torta di mele, sarebbe meglio utilizzare il frutto nella sua interezza, buccia compresa. Inoltre, è bene abbondare con la quantità di mele per poter ridurre drasticamente lo zucchero contenuto nel dolce. A tutto vantaggio di linea e salute.

Torta di mele a colazione

Con cannella e zenzero

Quando mangiare la torta di mele, sana, perché non pesi sulla linea? Il momento migliore è, senza dubbio, quello della prima colazione. Una fetta (senza esagerare con le porzioni) di dolce non sbilancia la dieta e fa bene all'umore.

Il segreto è accompagnarla con tanto tè verde e fare colazione dopo aver praticato un po' di attività fisica a digiuno (esercizi in casa, tapis roulant, corsa, una passeggiata di prima mattina).

Per dare una sferzata al metabolismo e prevenire anche i malanni stagionali, aggiungi sempre alla torta due spezie "magiche" e amiche della dieta: la cannella e lo zenzero. Quest'ultimo è termogenico (fa bruciare grassi e calorie), fa bene alla gola e protegge lo stomaco. La cannella, invece, è alleata di chi adora i dolci poiché rallenta l'assorbimento degli zuccheri da parte dell'organismo.

Torta di mele e buonumore

L'effetto madeleine

Ormai lo sappiamo e la scienza l'ha ampiamente dimostrato: il cibo può mettere di buonumore, scatenando diverse reazioni chimiche ed emotive. La torta di mele ci fa bene anche perché fa tornare il sorriso e predispone in modo positivo alla giornata e agli impegni da affrontare.

Molto è dovuto all'effetto proustiano di vera e propria "madeleine": in un attimo si ritorna al tepore dell'infanzia, ci si coccola e lo si fa in modo sano. Soprattutto se si è a dieta, concedersi uno sfizio goloso ma salutare è un regalo fondamentale per proseguire più motivate di prima.

Usa lo yogurt al posto del burro

Un'astuzia taglia-grassi

Per preparare una torta di mele tradizionale, occorre il burro e non in esigua quantità. Se si desidera gustare un dolce di mele ugualmente goloso ma con meno calorie e grassi, si può sostituire al burro lo yogurt (nella dose di un paio di vasetti, bianco o alla vaniglia).

In questo modo, la torta di mele verrà molto più leggera e digeribile. Per renderla ancora più soffice, si può aggiungere della fecola di patate sostituendola a una parte uguale di farina.

Oltre allo yogurt, per conferire la giusta consistenza all'impasto, va aggiunto anche un bicchierino di olio di semi di mais o di girasole. Da evitare l'olio EVO: ha un sapore troppo forte per sposarsi con quello più fruttato e delicato della mela.

Riproduzione riservata