Training outdoor: perchè all’aperto bruci di più

Credits: Unopress

È il momento giusto per darsi al training outdoor. Cioè all'aperto. Proprio come fa Sadie Frost, l'attrice inglese ingiustamente nota soprattutto come ex moglie di Jude Law e che invece ha anche studiato teatro in Italia. "Approfittate del clima soleggiato ma con temperature ancora miti per uscire dalla palestra e regalarvi un allenamento davvero efficace" consiglia Francesco Munna, personal trainer e coordinatore del centro di medicina sportiva Physioclinic di Milano.

"Il sole vi regalerà non solo un anticipo di abbronzatura ma vi permetterà di fissare il calcio nelle ossa, assicurandovi un aiuto in più per allontanare lo spettro dell'osteoporosi" spiega l'esperto. "Se poi riuscite a raggiungere un parco lontano dal traffico, vi garantite una boccata in più di ossigeno, che arricchisce il sangue e nutre al meglio tutte le cellule del corpo, migliorando anche la circolazione periferica". E questo significa pelle più luminosa e tonica e cellulite ko.

Ma non basta. "Facendo esercizi all'aperto, infatti, il consumo calorico aumenta almeno del trenta per cento rispetto a un allenamento al chiuso" assicura Francesco Munna. Anche perché, per mantenere la temperatura costante, si suda di più. E, di conseguenza, si bruciano più calorie.

Per tenervi in forma durante la bella stagione, copiate le mosse di Sadie che, nonostante qualche errore (che il nostro esperto naturalmente non si è fatto sfuggire), ha la silhouette di una ragazzina. Segno che il training en-plain-air funziona. "Iniziate con una corsa leggera di un quarto d'ora" suggerisce Munna. "Se non ce la fate abbassate il ritmo e camminate velocemente, ma non saltate questa fase: scaldarsi è importantissimo per evitare lesioni muscolari o articolari. Dopo, potrete tonificare braccia, addominali, dorsali, glutei".

Quello proposto da Sadie Frost e dal suo personal trainer è un allenamento globale. Proprio l'ideale per modellare tutto il corpo e per ritrovarsi con un fisico asciutto nonostante le quattro gravidanze.

La corsa breve
Durante la corsa (15 minuti) dovete riuscire a chiacchierare. Ideale sarebbe fare jogging sull'erba: l'appoggio è più morbido e la spinta, visto che il fondo è elastico, è più intensa. Così si ottimizza il potenziamento delle gambe.

Credits: Unopress

Sgranchire le articolazioni
Il riscaldamento continua: con la mano destra toccate la caviglia sinistra e poi con il piede destro avvicinatevi alla mano sinistra. Continuate per tre minuti. Per non perdere l'equilibrio, mantenete il busto ben eretto.

Credits: Unopress

Tonificare pettorali e addominali
L'errore è evidente: bacino e spalle dovrebbero essere allineati e paralleli al terreno. Per una giusta postura: appoggiate bene i gomiti a terra e allungate le gambe, ben tese. Tenete la posizione per 20", ripetendo 3 volte.

Credits: Unopress

Allenare gli addominali obliqui
Rinforzare gli addominali in modo giocoso, prendendo a pugni il personal trainer. Le gambe in alto evitano contratture lombari. Eseguite mini-sessioni da 30" per tre volte, spingendovi bene in avanti con le spalle.

Credits: Unopress

Pettorali e braccia
Per intensificare l'esercizio, ponete la palla (va bene anche una panchina) non all'altezza delle cosce ma sotto le caviglie. Non inarcate la schiena: sovraffatichereste le vertebre lombari. Fate due serie da 10 ripetizioni.

Credits: Unopress

Glutei e interno cosce
Qui Sadie sbaglia. Dovrebbe stare in ginocchio, con gli avambracci a terra, e, mantenendo la schiena parallela al terreno, allungare all'indietro prima una gamba (tesa) e poi l'altra. Ripetete 10 volte per gamba per due serie.

Credits: Unopress

Stretching per anche e cosce
Utilissimo per sviluppare la  mobilità dell'anca e allungare i muscoli della coscia. Attenzione: facendo come Sadie, però, avreste inevitabili problemi di equilibrio e finireste per tenere il piede posteriore troppo indietro, come fa lei. Meglio appoggiarsi a un albero o a una panchina. Mantenete la posizione per 40".

Credits: Unopress

Per i muscoli laterali del busto
C'è un errore: Sadie si piega non solo lateralmente ma anche in avanti e  vanifica l'esercizio, che sarebbe più semplice se eseguito a terra, supine. Mantenete la posizione per 40", evitando di molleggiare. Il segreto è non esagerare ma eseguire gli esercizi lentamente e correttamente.

Foto

Correre, tonificare e scolpire il proprio corpo immersa nel verde ha dei vantaggi che neppure immagini. Fai come Sadie Frost

 

Riproduzione riservata