Prima colazione

Sfoglia il menù

La prima colazione è chiamata in questo modo perché è il primo pasto della giornata. Proprio per questo motivo è ritenuta molto importante, poiché è il primo momento in cui assumiamo cibo, dopo le lunghe ore della notte. Troppo spesso, al giorno d’oggi, la colazione viene fatta di fretta, bevendo un caffè in piedi e sbocconcellando una brioche al volo: la fretta può essere nemica del nostro benessere e può incidere negativamente sull’umore della giornata. Per questo è consigliabile alzarsi sempre un po’ prima, sedersi e gustarsi la prima colazione! La più classica è quella a base di latte, biscotti frollini, succo d’arancia, caffè, fette biscottate con poco burro e marmellata, ma esistono diversi tipi di colazioni in tutto il mondo, molto diverse l’una con l’altra. La colazione italiana è costituita da brioches, biscotti, yogurt, cereali, latte, cappuccino, caffè espresso, talvolta frutta di stagione. La prima colazione greca e turca predilige il consumo di pomodori, feta e olive, mentre quella anglosassone, francese e tedesca, prevedono il consumo di caffè lungo o tè, orange juice, uova, pancetta saltata, fagioli, brioche salate e croissant molto burrosi. Simile a questa è quella a stelle e strisce, che aggiunge anche l’utilizzo di burro d’arachidi e wurstel o salsicce, rendendo la prima colazione davvero troppo pesante. A lungo andare, in termini di salute, questi tipi di colazione non ripagano. Per questo motivo è sempre consigliabile una via di mezzo, per poter acquisire le calorie necessarie ad affrontare la giornata ma senza doversi appesantire troppo, specialmente con l’assunzione di grassi in eccesso.