Gravidanza: come migliorare la circolazione  

In gravidanza, soprattutto nell'ultimo trimestre, la circolazione può essere messa a dura prova. Ma con un po' di attività fisica e alcune astuzie, si ritrova la leggerezza anche con il pancione

di Serena Allevi

 

La circolazione in gravidanza può subire alcuni "intoppi", soprattutto nell'ultimo trimestre di attesa ovvero quando il pancione cresce. In questo periodo, sono frequenti gonfiori diffusi e particolarmente fastidiosi per gli arti inferiori. Piedi e gambe, infatti, tendono a subire maggiormente questa condizione e a gonfiarsi, diventando pesanti come macigni ed esteticamente più ingombranti. Ristabilire la corretta circolazione, si può. La prima cosa da fare è muoversi di più, ovviamente salvo diverse indicazioni del medico (per esempio, prescrizione di riposo assoluto). L'ideale è praticare attività fisica in acqua: proprio il movimento dell'acqua, infatti, esercita un efficace massaggio naturale linfodrenante e sgonfiante. Ma può bastare anche soltanto una lunga passeggiata quotidiana. Quando si è a casa, è bene evitare di stare sedute a lungo ed è consigliabile adottare spesso posizioni che ristabiliscano il corretto ritorno venoso, sollevando le gambe con un cuscino, oppure appoggiandole a una parete

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/Gravidanza/migliorare-circolazione$$$Gravidanza: come migliorare la circolazione
Mi Piace
Tweet