Infertilità: come affrontarla in coppia 

Chi scopre di non poter avere un figlio vive un trauma. Che rischia di travolgere anche il rapporto a due

di Natascia Gargano

PREPARARSI ALL’ETEROLOGA

Dal 2014 anche in Italia è possibile ricorrere alla fecondazione eterologa, cioè il trattamento di riproduzione medicalmente assistita realizzato con i gameti di donatori esterni alla coppia (ovuli, seme o entrambi). Una possibilità che porta con sé anche dubbi e paure.

«Prima di affrontare questo percorso è importante conoscere tutti gli aspetti che entrano in gioco, anche quelli psicologici, spesso sottovalutati» spiega Raffaella Visigalli. «Molti futuri genitori, ad esempio, hanno il timore di non riconoscere il bambino come proprio. Ma la genitorialità è un concetto molto più ampio del singolo gamete e ha a che fare con la cura, l’educazione, l’affetto. Io consiglio sempre alle coppie di affidarsi a uno psicologo esperto in materia per affrontare con meno sofferenza e più risorse l’impossibilità di concepire in modo naturale: è un diritto chiederlo in tutti i centri di procreazione assistita. Lo hanno stabilito le Linee Guida del 2008».

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
mamme/rimanere-incinta/come-affrontare-infertilita$$$Infertilità: come affrontarla in coppia
Mi Piace
Tweet