Metabolismo: i legami con la tiroide

Credits: Olycom
1 5

Se nonostante le diete non riesci a dimagrire o se noti un aumento di peso, malgrado non abbia cambiato alimentazione e frequenza di attività fisica, è il caso di approfondire la funzionalità tiroidea. Come? Attraverso un semplice esame del sangue, prescritto da medico curante, che valuterà i livelli di TSH, F3 e F4, ovvero gli ormoni secreti dalla tiroide.

Questi variano in base alla velocità con cui lavora la ghiandola a forma di farfalla posta al centro del collo: se è lenta, tutte le funzioni del tuo organismo rallenteranno, compreso il metabolismo che ti fa bruciare gli alimenti ingeriti e trasformarli in energia.
Viceversa, se la tiroide lavora troppo, si è in una  condizione di ipertiroidismo, e il metabolismo sarà accelerato con conseguenze non sempre positive sulla salute.

/5

Se la tiroide funziona poco, il metabolismo rallenta e si può accumulare peso e cuscinetti, anche se si mangia poco o come sempre

La tiroide è una ghiandola endocrina a forma di farfalla posta al centro del collo. La sua funzione è quella di sintetizzare due ormoni principali (la Triodotironina e laTiroxina) che influenzano fortemente tutto il metabolismo. Questa ghiandola secerne inoltre un ormone chiamato Calcitonina,importante nella regolazione del calcio e del fosforo.

Gli ormoni tiroidei aumentano sia il metabolismo basale dell’individuo che l’attività metabolica di tutti i tessuti.Quest'ultima è la velocità di utilizzazione delle sostanza energetiche. Ecco che per mantenere il metabolismo ad un livello normale deve essere continuamente secreta una giusta quantità di ormoni tiroidei, infatti piccole variazioni possono avere ripercussioni notevoli sull'organismo. La sintesi e la secrezione degli ormoni tiroidei è controllata da ghiandole presenti nel cervello: ipotalamo e ipofisi.

Il nutrizionista risponde
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te