Rimedi naturali contro le scottature

Credits: Shutterstock
/5

Piccoli incidenti domestici causano spesso lievi scottature mentre si stira, si cucina, si accendono fornelli ecc. Come rimediare alle piccole bruciature di normale "amministrazione" casalinga

Per lenire la pelle scottata

La scottatura è per definizione un'infiammazione: per alleviarla si può ricorrere alla Calendula (calendula officinalis), o sotto forma di pomata o sotto forma di impacco. Quest'ultimo si prepara facendo bollire una manciata di fiori di calendula, che poi sarà lasciato raffreddare.

Alla calendula si può associare l'Iperico (Hypericum perforatum), che ha proprietà calmanti.

Per uso locale si usa l'oleolito (concentrato oleoso dell'iperico), da spalmare sulla scottatura per tutto il giorno, finché non si avvertono i primi effetti di riparazione. Sulla pelle calda e arrossata si può usare il gel estratto dalle foglie carnose dell'aloe (Aloe Vera).

Altri rimedi naturali

Alle scottature giovano le proprietà del platano (Platanus orientalis MG 1 DH) in tintura madre: 30 gocce 2 o 3 volte al giorno. A cui si può associare l'olmo (ulmus campetris MG 1 DH), soprattutto in caso di vesciche.

Contro le infezioni

Per prevenire le infezioni, dato che la pelle "nuova" è sovra-esposta a batteri, si può ricorrere al Cedro (Cedrus libani MG 1 DH), 50 gocce 1 volta al giorno. Le infezioni possono ritardare infatti la rigenerazione dei tessuti scottati.

Per rimarginare la ferita

Ad effetto cicatrizzante delle piccole scottature domestiche c'è l'echinacea (Echinacea angustifolia), che stimola la formazione di nuovi tessuti: si diluisce 20 gocce in poca acqua, tale composto verrà "spennellato" sulle ferite.

Da non dimenticare è la centella (centella asiatica), da utilizzare in infuso concentrato per compresse fredde da applicare sulla scottatura 2 o 3 volte al giorno.

Cosa fare subito in caso di scottature

- Immergere la parte ustionata in acqua fredda fino alla scomparsa del dolore;

- disinfettare la ferita con garze e prodotti sterili. Dopo 12 ore dalla scottature, applicare una garza imbevuta di connettivina, speciale sostanza ad altissima concentrazione di acido ialuronico che ricostituisce il tessuto danneggiato;

- non bucare in nessun caso le vesciche.

Effetti collaterali

Si ricorda che i rimedi naturali alle erbe possono essere controindicati in caso di gravidanza e allattamento.

Si raccomanda pertanto di rivolgersi al medico, in questi casi e soprattutto se l'ustione dovesse essere correlata a sintomi quali: febbre, vomito e diarrea o se il dolore dovesse durare per più di 12 ore.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te