Allergie: come fare con i bambini

Credits: Corbis
1 5

I bambini che soffrono di allergie stagionali sono sempre più numerosi. Tale incremento fa riflettere sulle possibili motivazioni che stanno alla base di bimbi sempre più allergizzati, non solo ai pollini ma anche agli alimenti.

Le ipotesi a riguardo sono numerose e spaziano dal ruolo chiave dell'inquinamento atmosferico (e indoor) sino alla tipologia di cibi più frequentemente consumati, arrivando persino al tipo di svezzamento scelto per il bambino.

Basti pensare che, in poco più di mezzo secolo, i bambini allergici sono passati dal 10 al 30 per cento della popolazione italiana. In Italia, l'allergia infantile si manifesta per lo più con forme di asma bronchiale, rinite allergica e dermatite atopica. Non mancano poi casi di congiuntivite dovuti ad allergeni e rash cutanei con orticaria.

/5

Le allergie stagionali sono sempre più diffuse tra i bambini. Ai pollini ma anche alimentari, le forme allergiche non sono da sottovalutare. Ecco come comportarsi

Le allergie stagionali colpiscono un numero sempre più cospicuo di persone, di ogni età. Non sono risparmiati neppure i bambini che, anzi, sembrano essere sempre più allergici. Pare che un ruolo chiave sia svolto dall'inquinamento atmosferico, senza trascurare l'influenza dell'alimentazione e della provenienza del cibo. Le allergie infantili si manifestano al contatto dei più svariati allergeni, dai vari tipi di pollini fino ad alcuni alimenti, ma anche alla polvere e al pelo degli animali.  

Ciò che è importante sapere è che le allergie non andrebbero mai sottovalutate. Dunque, alla comparsa dei sintomi tipici (rinite, asma, congiuntivite, dermatite atopica, orticaria), è necessario portare il bambino dallo specialista in allergologia che prescriverà sia le prove allergiche necessarie, sia le eventuali terapie da seguire.

Inoltre, è bene sapere cosa fare in caso di emergenza. Sia a casa, sia a scuola. Per questo motivo, la formazione dei docenti e degli educatori riguardo al trattamento di pronto soccorso nel caso di anafilassi nei soggetti allergici, diventa sempre più urgente

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te