I test genetici ci salvano la vita?

Credits: Olycom
1 4

È boom dei test genetici anticancro. Si parla addirittura di un raddoppio delle richieste, come ha registrato uno studio del Sunnybrook Odette cancer center di Toronto. E i medici ne sono felici. Secondo gli specialisti, questi esami sono un vero passo avanti nella cura della nostra salute. Perché, in molti casi, sapere di essere a rischio consente di correre ai ripari per tempo, correggendo lo stile di vita e intensificando i controlli. Oppure, come ha fatto Angelina Jolie, sottoponendosi a un intervento salvavita.

Certo, l’idea di scoprire di essere predisposti a una malattia importante come il cancro non è facile da accettare psicologicamente. Ma chi sceglie di eseguire un test genetico deve tenere presente che, secondo un protocollo medico, si viene seguiti sia da un genetista sia da uno psicologo per valutare insieme diagnosi e possibilità terapeutiche. Ma quali esami si possono eseguire oggi? E a chi servono veramente?

/5

Dopo aver seguito le vicende di Angelina Jolie, in tante ora vogliono fare questi esami. Vi spieghiamo quali sono e a cosa servono davvero

Angelina Jolie, a rischio di cancro al seno e alle ovaie, si è sottoposta prima alla mastectomia preventiva e poi all’asportazione delle ovaie.

A Claira Hermet, presentatrice della Bbc, è stata consigliata una mastectomia preventiva. Prima dell’intervento ha organizzato un party d’addio al seno.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te