Verruche: cosa sono e come curarle 

Formazione cutanea provocata da un virus e piuttosto contagiosa, la verruca si sviluppa sopratutto in ambienti umidi come piscine, centri sportivi e docce comuni. Vediamo come riconoscerla e curarla

di Lidia Pregnolato

Infezioni virali che si presentano come escrescenze cutanee benigne, le verruche sono causate dal contagio da Papilloma Virus, che fu isolato nel 1949.

È curioso però sapere che già greci e romani ne danno testimonianza; Aurelio Cornelio Celso in uno scritto del 30 a.C. descrive bene queste manifestazioni della pelle.

Le verruche comuni possono colpire diverse sedi corporee, tuttavia le zone più spesso interessate sono le mani, i gomiti, le ginocchia e i piedi. Il contagio può essere agevolato da fattori di rischio quali la scarsa igiene, il camminare scalzi in ambienti umidi come saune, piscine e bagni pubblici, l'indossare calze e/o scarpe bagnate e il contatto diretto con verruche di altre persone.

Come curarle? Ci si può affidare a rimedi chirurgici, come il laser, a farmaci tradizionali sotto forma di tinture o pomate a base principalmente di acido salicilico, a cure dolci come l'agopuntura o gli oli essenziali, e si possono provare anche terapie più "casalinghe" come l'uso di pietra pomice e anche della patata.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/vita-sana/verruche-cosa-sono-come-curarle$$$Verruche: cosa sono e come curarle
Mi Piace
Tweet