Guida ai fermenti lattici e ai probiotici

  • 1 12
    Credits: Corbis

    Sono un gruppo di microrganismi benefici (batteri, ma non solo), reperibili in integratori e cibi, analoghi a quelli che si trovano a decine di migliaia di miliardi nel tuo intestino e anche in altre sedi, come la vagina.

  • 2 12
    Credits: Corbis

    Vivono in simbiosi, una specie di collaborazione che offre vantaggi reciproci: tu fornisci loro il nutrimento che necessitano e questi batteri ti aiutano nella digestione del cibo, contrastano lo sviluppo di microbi che provocano infezioni, sostengono il funzionamento del tuo sistema immunitario e sintetizzano alcune vitamine che ti servono, come la K e la biotina.

  • 3 12
    Credits: Corbis

    I batteri “amici” sono presenti anche in una serie di alimenti e integratori.

    Assumendoli puoi rimpinguare quelli del tuo intestino, riequilibrando la microflora intestinale in tutte quelle circostanze in cui sia stata indebolita (assunzione di antibiotici, stress, alimentazione sbilanciata, stitichezza, diarrea). I probiotici infatti, una volta nell’intestino, possono moltiplicarsi e colonizzarlo.

  • 4 12
    Credits: Corbis

    No: esistono tante specie e persino ceppi diversi di probiotici, ognuno con caratteristiche ed effetti benefici differenti.

    Tra i più importanti ci sono quelli appartenenti ai lattobacilli (come Lactobacillus acidophilus - sicuramente il più noto -, L. brevis, L. rhamnosus ecc.) e al genere dei bifidobatteri (Bifidobacterium bifidum, B. breve, B. infantis e altri).

  • 5 12
    Credits: Corbis

    Alcuni cibi ottenuti dalla fermentazione del latte, come yogurt e kefir, e altri alimenti fermentati, quali i crauti e il miso e il tempeh ottenuti dalla soia, contengono batteri lattici, ma la maggior parte di loro viene inattivata dai processi digestivi e dalle alte temperature di cottura.

    Invece, i minidrink a base di latte fermentato contengono probiotici che arrivano vivi all’intestino. Infine, fra i probiotici più efficaci, ci sono quelli contenuti negli integratori di fermenti lattici in vendita in capsule, flaconcini e polveri, che sono ampiamente variabili per tipo e quantità di batteri che contengono.

  • 6 12
    Credits: Corbis

    Le ricerche scientifiche sono sempre più numerose. E mettono in evidenza effetti ad ampio raggio dei probiotici, nella prevenzione e nel trattamento di tanti disturbi, tra cui sindrome dell’intestino irritabile, malattia di Crohn, colite ulcerosa, diarree di vario genere (acute nei bambini, dovute all’uso di antibiotici, del viaggiatore) infezioni urinarie, candidosi, malattie da raffreddamento, allergie e molto altro.

    Specie e ceppi diversi di probiotici offrono benefici diversi.

  • 7 12
    Credits: Corbis

    Dipende molto dalla necessità. Ad esempio, per migliorare il benessere digestivo e la salute generale di tutto il corpo puoi prendere da 3 a 10 miliardi di fermenti al giorno, in genere suddivisi in due assunzioni.

  • 8 12
    Credits: Corbis

    Se sono gastroresistenti quando vuoi. Se no, è meglio dopo i pasti, perché il cibo tampona l’acidità dello stomaco e i fermenti lattici hanno più possibilità di arrivare inalterati all’intestino.

  • 9 12
    Credits: Corbis

    I probiotici sono sicuri e offrono diversi benefici durante la gravidanza e l’allattamento sia per la mamma sia per il bambino, tra cui il miglioramento della digestione, la promozione di un sano sistema immunitario e la prevenzione di allergie ed eczemi.

  • 10 12
    Credits: Corbis

    Alcuni sono stabili a temperatura ambiente, ma la maggior parte sta meglio in frigorifero, specie quando fa caldo: le basse temperature preservano le possibilità di sopravvivenza dei probiotici e la loro efficacia nel tempo.

  • 11 12
    Credits: Corbis

    Gli integratori di fermenti batterici in commercio variano molto per contenuto, qualità e prezzo. Impara a decifrare l’etichetta e considera questi 4 aspetti.

    1. Le specie e i ceppi contenuti.
    Usi particolari a parte, per benefici ad ampio raggio dovrebbero essere presenti almeno 5 tipi di batteri diversi.

    2. Il numero di microrganismi vivi per dose (anche indicati come UFC, unità formanti colonie).
    Va da pochi milioni a decine e persino centinaia di miliardi di batteri.

    3. Meglio se sono gastroprotetti o acidoresistenti, per attraversare indenni lo stomaco e arrivare vitali e in grande numero all’intestino.

    4. La data di scadenza.
    Non puoi sapere quanti batteri vivi il prodotto contiene nel momento in cui lo acquisti. La data di scadenza ti aiuta a determinare la probabilità che lo siano ancora in numero sufficientemente elevato (più è lontana e meglio è).

  • 12 12

    I probiotici sono tra i rimedi più sicuri. A volte inizialmente possono dare qualche fastidio intestinale, specie se ne assumi troppi. Per evitare, comincia con la dose più bassa consigliata e aumenta gradualmente nei giorni successivi. I probiotici possono essere controindicati per chi ha difese immunitarie molto compromesse: in questi casi è necessario parlarne col medico.

    L’unico rischio di interazione con i farmaci è solo teorico e riguarda gli anticoagulanti, come il warfarin: l’assunzione di probiotici, specie se in quantità significativa, potrebbe rendere necessario un più stretto monitoraggio dei parametri del sangue e un aggiustamento del dosaggio del medicinale.

/5

I probiotici sono uno dei rimedi non farmacologici più utilizzati. Ma sei sicura di acquistare quelli giusti e di assumerli nel momento migliore? E, ancora, fanno veramente così bene? A queste e altre domande risponde il nostro esperto

Tutti li conoscono come fermenti lattici, un termine non completamente corretto, perché indica solo che si tratta di batteri che producono acido lattico: invece, tra di loro, ci sono anche quelli in grado di avere effetti benefici per l’organismo.
Sono chiamati probiotici. Difficile trovare qualcuno che non sia ricorso a essi almeno una volta nella vita, per rimettere a posto l’intestino in disordine, riequilibrare le difese immunitarie o altre necessità: i fermenti lattici sono uno dei prodotti salutistici più utilizzati.

Ma sei sicura di saperli scegliere bene tra i tanti in commercio e di conoscere tutto ciò che serve per un’assunzione corretta e consapevole? Ecco le risposte a ogni tua domanda, per garantirti un impiego sicuro ed efficace di questi rimedi tanto diffusi, così salutari e giustamente apprezzati.

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te