Cibi sfusi: 5 consigli per acquistare prodotti alla spina

Cibi sfusi: 5 consigli per acquistare nel modo migliore i prodotti alla spina

Acquistare cibi sfusi è un modo intelligente per ridurre sprechi, evitare la plastica e mangiare più sano. Scegliere con cura i prodotti alla spina vi aiuterà ad avere una vita più sana e fare del bene all'ambiente

Fare la spesa presso le grandi catene di distribuzione è un'abitudine familiare per tutti. Purtroppo però spesso si acquistano prodotti con packaging pieni di plastica, involucri superflui e dannosi per l'ambiente. L'ideale, per uno stile di vita sostenibile e green, è acquistare in negozi locali e prediligere i cibi sfusi. Acquistare prodotti alla spina, è la soluzione più semplice ed efficace per ridurre lo spreco di materiali inquinanti, non necessari.

Ovviamente, nei negozi specializzati non ci sono solo cibi sfusi, infatti è possibile acquistare moltissimi articoli alla spina. Non solo alimenti quindi, ma anche detersivi, cosmetici per la cura della persona, cibo per animali e altro. Una sorta di ritorno al passato, quando i grandi supermercati non c'erano e si sceglievano i prodotti artigianali, di zona, i cibi stagionali freschi che avevano un gusto tutto speciale.

Dove acquistare i cibi sfusi e prodotti alla spina?

Trovare prodotti sfusi per la spesa è sempre più semplice. I negozi che riservano angoli agli acquisti sostenibili, o le botteghe specializzate, sono in aumento. Uno strumento molto utile per approcciarsi agli acquisti alla spina è il sito Sfusitalia. Qui potete trovare l'elenco aggiornato dei negozi più vicini a casa che vendono diversi prodotti sfusi, dagli alimenti ai detersivi. Si tratta di un sito semplice e chiaro, ottimo per scoprire i negozi zero waste che vi circondano.

Oltre ai negozi fisici ci sono anche i mercati rionali, che permettono di acquistare frutta e verdura sfusa. L'importante è che al momento del pagamento specifichiate che non volete buste di plastica e utilizzate il vostro contenitore.

Quali contenitori usare?

Quando si acquistano i prodotti sfusi è necessario avere dei contenitori idonei al confezionamento, naturalmente essi andranno scelti a seconda del l'articolo da acquistare. Potete munirvi di sacchetti di carta, scatole di cartone, barattoli di vetro, shopper in cotone, bottiglie da riutilizzare, vecchi flaconi, contenitori ermetici e via dicendo.

Per detersivi e cosmetici per il corpo si possono usare flaconi di plastica vuoti, quelli usati in precedenza e dare loro una seconda vita. Tendenzialmente i negozi che vendono cibi sfusi e prodotti alla spina, forniscono anche i contenitori appositi, ovviamente riutilizzabili.

L'importante è rivolgersi sempre ai negozianti per chiedere informazioni precise. Ogni bottega ha le proprie regole ed è bene rispettarle per evitare di incorrere in inconvenienti oppure dover buttare il cibo riposto nel contenitore sbagliato.

Evitare sprechi acquistando al bisogno

A differenza dei prodotti confezionati, i cibi sfusi, il loro periodo di conservazione è inferiore. Bisogna stare attenti a scegliere i cibi che davvero ci servono, evitare grosse scorte e selezionare alimenti più semplici da conservare.

Acquistare prodotto in eccesso può essere un problema, si rischia infatti che i prodotti di sprecare cibo, buttando ciò che non si riesce a consumare e deperisce. É preferibile acquistare solo il necessario e recarsi al negozio una volta in più, specie se si tratta di prodotti freschi.

Scegliere prodotti locali e di stagione

Per migliorare la qualità dei propri acquisti, sostenere l'economia locale e ridurre l'inquinamento dovuto ai trasporti, è preferibile scegliere prodotti del posto, cibi di stagione a chilometro zero.

Per quanto riguarda i cibi sfusi, è bene scegliere frutta e verdura proveniente da agricoltori della zona, così da evitare prodotti da importazione e fare una scelta più green.

Se invece si acquistano alimenti derivati dagli animali, è la scelta migliore ricade sugli allevatori che rispettino il benessere del bestiame, oltre che agli standard di sostenibilità. In questi casi, acquistate poco e più spesso, perché i cibi artigianali non contengono tutti i conservanti degli alimenti raffinati e lavorati, quindi durano meno.

Programmare gli acquisti di cibi sfusi

Per evitare appunto sprechi e eccessi è bene fare una storta di menù, una programmazione che consente di pianificare cosa mangiare e quando. In questo modo è possibile regolarsi per la spesa ed evitare gli alimenti deperiscano in frigo nell'attesa di essere consumati.

Potete lasciarvi ispirare da libri per ricette oppure da ciò che avete notato sugli scaffali durante le spese precedenti. Quando ci si approccia all'acquisto di alimenti alla spina è bene essere certi di consumarli in tempi brevi, anche per goderne la freschezza e la stagionalità. I prodotti freschi hanno tutto un altro sapore.

Acquistare prodotti alla spina e cibi sfusi è solo uno dei tanti modi per rendere più sostenibile il proprio stile di vita. Una riduzione della plastica, della lavorazione dei prodotti e della catena di distribuzione porta ad un calo dell'inquinamento prodotto.

I benefici però non li avverte solo il pianeta, mangiare prodotti freschi e locali è una goduria anche per il palato e per la salute. Gli alimenti senza pesticidi, additivi, conservanti sono da preferire per un'alimentazione più sana.

Scegliere la via della sostenibilità ormai non è più un'opzione ma è una misura necessaria per evitare di peggiorare ulteriormente le condizione del nostro Pianeta. Un ritorno alle abitudini di un tempo, ai cibi che vengono dalla terra e non dallo scaffale, è essenziale.

Riproduzione riservata