come far durare amore

Esiste la ricetta dell’amore che dura?

Oltre ad essere una questione di chimica e (forse) di fortuna, l'amore è anche prendersi cura del partner e dei sentimenti che legano la coppia: i consigli della psicologa per far durare a lungo una storia d'amore

Come far durare l'amore nel tempo

Esiste l'amore “per sempre”? Oppure le storie hanno una data di scadenza?

Che sia eterno, o solo “finché dura”, l'amore ha certamente bisogno di essere nutrito e rinforzato di complicità, intimità e determinazione, che si costruiscono giorno per giorno e che aiutano a superare i momenti di crisi.

Se infatti chimica, destino, coincidenze e fatalità hanno la loro importanza, è altrettanto vero che, in amore, sono l'impegno e la volontà di stare insieme (al tempo stesso causa ed effetto di un sentimento forte) a determinarne il grado di felicità.

Non si tratta quindi solo di far durare un rapporto a due, ma anche di vivere una relazione appagante.

Per provare a farlo, basta dedicare all'amore piccole attenzioni quotidiane, avere un atteggiamento positivo e buone abitudini di coppia.

Ecco alcuni consigli suggeriti da Monica Zantellini, psicologa, per far durare l'amore nel tempo.

Non solo amore: le regole per una relazione felice sono queste

VEDI ANCHE

Non solo amore: le regole per una relazione felice sono queste

Parlare chiaro

Chiarezza nel comunicare i propri bisogni, il proprio punto di vista, le proprie aspettative e ciò che non si approva. Saper chiedere (che non significa pretendere) e saper disapprovare o dire di no quando qualcosa non va.

Non sentirsi vittime delle scelte

Non prendere nulla sul personale, non sentirsi vittime delle scelte o degli atteggiamenti del partner. Se decide di comportarsi in un certo modo avrà i suoi motivi per farlo, ed è meglio cercare di sondare e parlare delle sue motivazioni piuttosto che macerare nel vittimismo e rinfacciargli/le di aver subito le conseguenze del suo agire.

Essere empatici

Perché le discussioni risultino fruttuose, servono capacità di immedesimazione nell’altro e atteggiamento positivo: così facendo si evita di accusare l’altro di essere la causa dei propri malesseri. Meglio invece comunicare come ci si sente quando lui/lei fa o dice cose che non si approvano.

Ritagliare degli spazi per la coppia

Creare spazi di benessere per la coppia che va tutelato ed alimentato massimizzando e ottimizzando il tempo dedicato al piacere reciproco perché facilita la costruzione di un rapporto solido, indispensabile nei momenti critici.

Evitare di rimuginare su pensieri negativi

Astenersi da ogni forma di supposizione: al bando i pensieri negativi. Insinuare, interpretare senza sapere genera pensieri tossici e spinge a rimuginare. Meglio arrestare questa condotta non appena prende il sopravvento. Come? Imponendosi di deviare il pensiero verso orizzonti positivi e costruttivi per la coppia e per sé.

Assecondare i cambiamenti

Convincersi che “provare amore” non basta a garantire la durata di un rapporto: occorre attivarsi nei confronti di questo sentimento con impegno costante e imparare a riconoscere ed assecondare i suoi cambiamenti e trasformazioni. Tutto si evolve, anche l'amore.

E dopo i consigli per la coppia, proviamo a vedere quali sono gli atteggiamenti a cui ispirarsi: consigli per lei e per lui

Consigli per lei

Coltivare la propria identità

La donna non deve identificarsi esclusivamente con l’immagine della moglie: in coppia è necessario che la donna mantenga vivi i propri stimoli e la tendenza a realizzarsi in un ambito che non sia unicamente quello di coppia, per scongiurare eventuali dipendenze dal partner.

Non cercare di cambiarlo

“Io ti salverò”, “io ti cambierò”… Queste espressioni rimandano ad alcune tendenze molto spesso femminili che è opportuno abbandonare: i cambiamenti si fanno insieme e consapevolmente. Laddove qualcosa non va come ci si aspetta è necessario esplicitarlo senza cercare di attuare strategie e tattiche per indurre un cambiamento nell’altro senza che lui ne sia consapevole.

Non rimuginare

Non interpretare gesti o parole del compagno: basarsi al contrario sui fatti e sulla realtà e non aspettare che qualcosa si realizzi o cambi magicamente. Questa condotta, infatti, induce insoddisfazione e delusione che, inevitabilmente, portano a liti e discussioni sterili.

Valorizzare la personalità

L'estetica è importante, ma concentrarsi eccessivamente su questo per sentirsi desiderabile e amabile diviene un punto di debolezza perché non valorizza altri aspetti della propria personalità e porta a cadute di autostima e a grandi difficoltà nell’accettazione di sé. Meglio impegnarsi nel valorizzare la propria persona nella sua interezza; altrimenti, si rischia di sentirsi insoddisfatte e alla continua ricerca di conferme da parte del proprio compagno, il quale a lungo andare potrebbe sentire il peso delle richieste anche inconsce della propria compagna.

Consigli per lui

Prestare più attenzione alla partner

Imparare a riconoscere i segnali che si celano dietro ad alcune richieste o atteggiamenti della compagna. Molto spesso le donne vorrebbero che il loro compagno fosse in grado di anticipare i loro bisogni, il che spiega perché quando questo non accade non si sentono capite. L’uomo che chiede alla propria compagna cosa si aspetta da lui e come poter fare per soddisfarla imparerà a conoscere i suoi desideri più reconditi e, quindi, a soddisfarla maggiormente.

Non dare tutto per scontato

Non pensare che quello che va bene per sé vada bene per gli altri. Questa è una tendenza egocentrica che spesso induce gli uomini a non spostare il proprio punto di vista: si pensa che se oggi è così, allora anche domani e dopodomani saranno identici. Ma la donna è più soggetta al cambiamento, al mutamento, alla trasformazione nel corpo e nel sentimento. Quindi, sviluppare una certa tolleranza e flessibilità nei confronti dell’ambiente circostante è un ottimo esercizio per entrare maggiormente in sinergia con i vissuti della propria compagna.

Astenersi dai paragoni

“Le altre le guardo, ma amo solo te”: questa espressione non è sufficiente a far sentire speciale e unica la propria compagna. Stimolare una competizione tra la propria compagna e le altre non giova al rapporto. Parlare delle proprie ex e delle prestazioni sessuali avute con loro ha un effetto devastante sulla psiche femminile, contrariamente a quello che l’uomo potrebbe pensare. Attenzione: l’uomo che si comporta così, per gratificare ed innalzare il proprio ego di macho, dovrebbe sapere che una donna parla delle prestazioni dei suoi ex proprio per mortificare l’attuale compagno.

Abbandonare l'idea dello stereotipo maschile

Ogni uomo dovrebbe accettare e imparare a ricoprire nuovi modelli e ruoli. Perseverare con modelli obsoleti, caratteristici della famiglia patriarcale, oggi è controproducente. Alle donne piace avere al proprio fianco un uomo che collabori nella gestione della casa e della famiglia: l’uomo multitasking è il modello vincente.

Se hai bisogno di qualche piccola strategia per trasformare il partner in un perfetto casalingo, ecco un articolo interessante. Uomini e pulizie: come collaborare con il tuo partner all’insegna della complicità.

Riproduzione riservata