Una madre rivela un segreto a sua figlia

Genitori anziani: non aspettare di parlare con loro di queste cose

Il testamento, la gestione del conto corrente, l'assistenza a lungo termine. Quando si hanno genitori anziani, bisognerebbe cominciare a parlare con loro anche di queste cose. Non è facile, ma basta porre le domande giuste

Pensavi che la spiegazione dei fiori e delle api fosse l'argomento più imbarazzante che avresti mai dovuto affrontare con i tuoi genitori? Purtroppo non è così. Ora che sei adulta e loro sono anziani, ecco che si affacciano all'orizzonte altre discussioni forse ancora più delicate. Testamento, finanze, assistenza a lungo termine, problemi di fine vita: non importa quanto possa essere triste e difficile parlarne, meglio farlo prima piuttosto che troppo tardi, o addirittura mai. Ecco come gestire con cura questi argomenti delicati, porre tutte le domande giuste e prepararsi ad affrontare le difficoltà che la vita inesorabilmente ci mette davanti.

La grande domanda: hai fatto testamento?

Il testamento serve per determinare il futuro non solo di denaro e proprietà, ma anche di animali domestici e persino di ricordi simbolici. Quando qualcuno muore senza averlo fatto, il rischio è che gli eredi litighino tra di loro e che, alla fine, si arrivi davanti a un giudice che decide a chi spettano i beni. Ma sono pratiche costose e, comunque, molto dolorose. Laddove possibile, sarebbe meglio prevenire, preparando le proprie ultime volontà. Certo, affrontare la questione con i propri genitori anziani non è facile. Ma potresti provare a porre una domanda diretta, magari dicendogli: «Non voglio turbarti ma, se ti succedesse qualcosa, vorrei sapere che i tuoi desideri sono stati onorati. Hai un testamento?».

Genitori anziani: chi pensa alle questioni finanziarie?

Con il testamento vengono disposte le proprie ultime volontà. Ma che cosa succede se subentra una invalidità, se non si è più in grado di gestire le proprie finanze? Per quanto possa essere difficile parlarne, tutti i figli dovrebbero affrontare l'argomento con i propri genitori anziani. Ecco alcune domande da fare: hai un consulente finanziario affidabile che può aiutarti ad anticipare le tue esigenze man mano che invecchi? Conferirai a me o a un'altra persona di fiducia la procura sui tuoi affari finanziari nel caso in cui ci sia un momento in cui non puoi gestirli da solo? C'è qualcuno di tua fiducia che è autorizzato ad agire sui tuoi conti bancari e di investimento? Hai bisogno di aiuto per gestire alcune delle tue responsabilità finanziarie, come ricontrollare gli estratti conto della carta di credito? Sei disposto ad avere un conto corrente cointestato con me, così posso aiutarti a pagare le bollette, se necessario?

Genitori anziani: quando non si è più autosufficienti

La destinazione dei propri beni, non è l'unico argomento del quale discutere con i propri genitori anziani. Un'altra grande domanda è: hai pensato a una eventuale assistenza a lungo termine? Hai una assicurazione ad hoc? Potresti chiedere: «Ho letto di quanto può costare la vita assistita e sono rimasta sbalordita. Vorrei che tu avessi la migliore assistenza se mai si arrivasse a questo. Hai valutato l'ipotesi di una assicurazione per l'assistenza a lungo termine?».

La gestione della casa, gli aiuti necessari

Altre domande importanti, potrebbero essere: vuoi vivere nella tua casa il più a lungo possibile? Ci sono cose, lavori, ristrutturazioni che possiamo fare a casa tua in modo che sia sicura e comoda per te mentre invecchi? Possiamo apportare alcune di queste modifiche adesso? Sei disposto a trasferirti in un posto più piccolo e più facile da gestire? E se prendessimo qualcuno che ti aiuti a casa se non puoi più farlo da solo? Prenderesti in considerazione l'idea di trasferirti da me o da uno dei miei fratelli se siamo tutti d'accordo sul fatto che hai bisogno di aiuto o non sei più al sicura a casa da sola?

Genitori anziani: il "testamento biologico"

Un tema importante che non bisognerebbe trascurare è quello del testamento biologico. Prendere decisioni durante una crisi, è difficile se non ci sono istruzioni chiare e scritte che proteggano le famiglie dall'essere invischiate in discussioni o, peggio ancora, in azioni legali. Ai tuoi genitori potresti chiedere: «Se tu fossi mai attaccato a un supporto vitale, sarei davvero sconvolta e non nel miglior stato d'animo per prendere una decisione. So che abbiamo parlato di come ti senti, ma penso che darebbe un po' di sollievo a entrambi se lo mettessi per iscritto». Altre importanti domande da porre: posso accompagnarti a qualche appuntamento dal dottore? Posso aiutarti a tenere traccia di tutto ciò che il tuo medico dice durante la tua visita. Se hai documenti di pianificazione delle cure anticipate, dove li conservi?

Riproduzione riservata