Pinterest

Il web è come un'immensa scatola in cui sono raccolte migliaia di immagini: idee e ispirazioni sono a nostra disposizione, ma spesso, dopo averle trovate, le perdiamo di vista. Pinterest è un social network che ci permette di fare ordine e di stimolare la nostra fantasia. Fondato cinque anni fa, Pinterest ha oltre 11 milioni di utenti e nel maggio 2014 è stato valutato 5 miliardi di dollari. A usarlo sono soprattutto donne, ma ultimamente il social punta a catturare anche l'interesse maschile.

Pinterest: cos’è, perché usarlo e come funziona

Primi passi in uno dei social più amati dalle donne

Pinterest è uno dei social più usati e amati dalle donne, che scelgono la piattaforma di condivisione di immagini per creare "board" tematiche dedicate ai più svariati argomenti, dall'arredamento alla moda, dai film ai posti da visitare, dagli accessori agli animali.

Come si usa e qual è il modo migliore per ottenere followers che condividano le tue stesse passioni? Te lo spieghiamo in alcuni semplici punti: sfoglia la gallery per scoprirli tutti e buon divertimento.

Ogni cosa al suo posto

Una volta effettuato il login inserendo la tua email o i dati del tuo profilo Facebook o Twitter, puoi creare dei "board", ossia degli album in cui raggruppare le foto che più ti piacciono. Ogni board ha un titolo che permette di capire con quale criterio hai selezionato le immagini. Puoi scegliere se rendere la tua board pubblica, privata o condividerla con altri utenti a tua scelta. Jane Wang, la mamma di uno dei fondatori di Pinterest, è una degli utenti più seguiti e ha creato 117 board che trattano gli argomenti più diversi: da "giraffe" a "cappelli" a "salute".

Inizia la caccia

Una volta creato il tuo profilo, puoi navigare all'interno del social specificando la categoria che ti interessa di più. I post degli utenti vengono raggruppati secondo macrocategorie fra cui, ad esempio, arte, DIY, cucina, decorazione d'interni, matrimoni e così via. Puoi cercare quindi qualcosa di specifico o lasciare che le immagini ti regalino nuova linfa creativa.

Pin e repin

Il bello dei social è che spesso si scoprono persone con i nostri stessi interessi che possono darci molti spunti ed ispirazioni. Il termine "pin" e la sua icona rievocano la puntina con cui si appuntano i ritagli e le note sui tabelloni di sughero. Ogni volta che ti piace un pin puoi "ripinnarlo" e inserirlo in una delle tue board. Riceverai una mail ogni volta che un altro utente ripinnerà un tuo post. Se la cosa ti dà fastidio puoi togliere quest'opzione modificando le impostazioni.

Verso l'infinito e oltre

Se navigando per il web trovi le istruzioni per un'acconciatura, una ricetta o un bella soluzione per la casa che vorresti ricordare, puoi aggiungere alla barra degli strumenti il "Pin It Button". Basta andare sulla sezione "About" del sito di Pinterest e poi sul lik "Pulsante del browser". Una volta scaricato il pulsante, puoi salvare nelle tue board tutte le immagini che preferisci.

Cura i tuoi contenuti

Per trasformare un pin in un post interessante, scegli delle belle immagini, preferibilmente verticali (si vedono meglio dagli smartphone) e con una buona definizione. Aggiungi una descrizione chiara e sintetica. Ricordati che gli occhi corrono veloci sul web e tu devi catturare la loro attenzione.

Ora puoi fare sul serio

Pinterest può creare dipendenza: ogni argomento presenta una varietà di spunti tale che presto le tue board saranno ricche di immagini e potrai trasformarti in un vero curatore della tua galleria personale. Per conquistare più follower aggiorna il tuo profilo con regolarità, lascia commenti interessanti sui post che ti colpiscono, crea contenuti nuovi e tagga le tue immagini con parole chiavi semplici da trovare.

Anche per lavoro

Sono molti i marchi, le riviste e le case editrici che hanno aperto il loro profilo Pinterest. Puoi farlo anche tu con la tua attività, considerando ogni board come fosse la vetrina del tuo negozio. Anche se gli argomenti più popolari del social sono il cibo e la moda, non per forza devi postare su questi temi. Al contrario devi andare incontro agli interessi del tuo pubblico: pensa a tutti gli aspetti correlati al tuo brand e racconta il tuo mondo attraverso le immagini. Non mostrare solo i tuoi prodotti, ma quello che le persone possono fare con i tuoi prodotti.

Riproduzione riservata