chiedere scusa troppo

Perché scusarsi troppo è nocivo e come cambiare questa attitudine

Molto spesso, chiedere scusa è un potente meccanismo di difesa che utilizziamo per evitare il conflitto o, più semplicemente, per deflettere una discussione. Le scuse disinnescano l'interlocutore poco interessato, ma la verità è una: sono più dolorose quelle del dover affrontare il problema per davvero

Ti capita di chiedere scusa troppo spesso? Se sei capitata qui, probabilmente, è perché "scusa" è un'interlocuzione potente che, spesso in maniera del tutto involontaria, utilizzi a sproposito. A volte, lo fai perfino quando non hai fatto niente di male e ne sei consapevole, ma è l'unico modo educato e garbato che ti sembra di avere a disposizione per uscire da un impasse in maniera elegante. A volte, lo fai per una cosa che ha fatto qualcun altro, e lo sai benissimo. Altre volte, invece, lo fai per prenderti la responsabilità di un problema che, a conti fatti, è fuori dal tuo controllo e di quello di tutti coloro che ti circondano.

Perché chiedere scusa troppo è un problema?

"Ti chiedo scusa, non ho sentito. Potresti per favore ripetere quello che hai detto?"; "Scusa, di solito la mia amica non si comporta così"; "Scusa, l'ordine che è arrivato al tavolo non è il mio, puoi cambiarlo?". Queste sono solo alcune delle situazioni in cui chiedere scusa non è opportuno, per il semplice fatto che, con tutta probabilità, la colpa non è tua. Eppure ti viene quasi naturale farlo, come se fosse una parola "rifugio", dietro alla quale tenti di nascondere l'imbarazzo provato per una situazione che non ti piace del tutto.

Perché chiedere scusa troppo è così deleterio? Perché stai disinnescando un problema o, peggio ancora, vuoi evitare il conflitto uscendone con una reputazione immacolata. Oppure, lo fai perché sei a disagio. Ci sono così tanti motivi per cui l'eccesso di scuse è un fenomeno da correggere.

Uno dei problemi più diffusi è quello di chiedere scusa per compiacere la persona che hai davanti. Il più delle volte, un interlocutore poco interessato penserà che sei una persona educata e gentile. Un interlocutore davvero interessato, però, ti chiederà con aria perplessa: "Perché ti stai scusando?". Molto spesso usi le scuse come un modo per non fare arrabbiare chi hai davanti, e forse sei anche troppo preoccupata per quello che il tuo interlocutore sta pensando. E preoccuparsi troppo di quello che pensano gli altri è la prima regola d'oro dell'infelicità – lo sai benissimo!

Chiedere scusa troppo come segnale di bassa autostima

Quando hai una bassa opinione di te stessa e di chi sei, è inevitabile chiedere scusa a ogni piè sospinto. È un segnale che denota la tua convinzione di stare facendo la cosa sbagliata o in maniera non del tutto perfetta e impeccabile. Talvolta, è la conseguenza del terrore atavico che hai di essere al centro dell'attenzione, di sentirti un peso o un problema o, ancora, di avere richieste che credi siano oltre le tue possibilità perché ti senti di valere poco.

Partiamo dal presupposto che chiedere scusa troppo è un sintomo, e non una causa, della bassa autostima. Impara a correggere questo comportamento facendo una valutazione razionale di ciò che hai davanti e fai come quando stai per arrabbiarti: prima di scusarti, conta fino a dieci. Ti renderai conto che molto spesso il tuo impulso quasi viscerale si sarà già trasformato in un desiderio meno impellente. Questo è un esercizio da perfezionare con il tempo e con la pratica: non scoraggiarti se le prime volte ti scappa detto. Ricordati però che le tue ragioni e la tua natura valgono tanto quanto quelle del tuo interlocutore.

Un sintomo d'ansia

Sin da quando sei bambina, impari a chiedere scusa quando commetti un errore? C'è una bella differenza, però, tra il chiedere scusa per una ragionevole colpa e farlo perché sei abituata. Chiedere scusa è un'importante azione sociale e spesso serve a minimizzare le ripercussioni negative e mettere una pezza a un incidente diplomatico. Fin qui, tutto bene.

Quando però chiedere scusa troppo diventa un pretesto per sfoderare la tua ansia, stai percorrendo un territorio pericoloso. L'ansia può indurti a farlo in maniera compulsiva. Hai paura di dire e fare la cosa sbagliata e dunque, inevitabilmente, finisci con il chiedere scusa addirittura quando hai fatto bene, per paura di offendere chi ha fatto meno bene di te.

Capire quando chiedere scusa

Ci sono momenti in cui le scuse sono l'unica soluzione razionale e civile per ridurre l'impatto di una situazione spiacevole. E queste scuse devono essere poste solo ed esclusivamente nel momento in cui hai fatto qualcosa di sbagliato, hai ferito i sentimenti di chi hai davanti o hai commesso un atto offensivo, irrispettoso o cattivo.

Ci sono altre cose, però, per cui non dovresti scusarti mai, in nessun caso. Non scusarti mai per quello che provi, per i tuoi sentimenti, per aver chiesto qualcosa che non sai, per non avere tutte le risposte o per tutto ciò che ti circonda e va storto che, però, non puoi controllare.

Chiedere scusa è una cosa buona. Al tempo stesso, i tuoi bisogni sono altrettanto validi di quelli di chi hai davanti e non c'è niente di male a provare qualcosa di diverso o avere una preferenza. Ragazza, apri gli occhi: non chiedere scusa solo perché esisti.

Riproduzione riservata