Dimagrire e depurarsi

ACQUA, FONTE DI VITA

Il dietologo Nicola Sorrentino, direttore scientifico delle Terme Sensoriali di Chianciano e autore del libro La dieta dell'acqua (Salani Editore),  ha ideato un regime alimentare per dimagrire, stare in forma e attivare il  metabolismo senza dimenticare il piacere della buona cucina. L'ingrediente capace di fare la differenza? L'acqua, di cui spesso si dimentica l'importanza. L'acqua influenza la performance fisica, ma anche la concentrazione mentale: basta perdere l'1% dell'acqua del nostro peso  per sentirsi più stanchi e meno reattivi. Veniamo al mondo in questo  elemento e il nostro organismo è composto principalmente d'acqua,  tuttavia la percentuale diminuisce con l'età e passa dal 75-80% dei  neonati al 60% per un uomo adulto, circa 55% per le donne.  Come possiamo conquistare la giusta idratazione?

La dieta dell’acqua

I consigli di Nicola Sorrentino per stare in forma e godersi la vita

 

Benessere a pranzo

IL GIUSTO NUTRIMENTO

Qualsiasi piatto, spiega il dottor Sorrentino, deve apportare tutti i nutrienti, ossia 55-60% di carboidrati, 15-20% di proteine e 25-30% di grassi. Sfatiamo un mito: «La pasta non fa ingrassare, è quello che utilizziamo come condimento ciò che la rende ingrassante», spiega l'esperto. Gli errori più frequenti? Il classico giro completo di olio può raggiungere le 300 calorie. Anche l'insalatona a mezzogiorno può nascondere un tranello: quando si esagera con gli ingredienti si finisce per superare anche due piatti di pasta quanto a apporto calorico. Viceversa, il classico panino non sempre è dannoso, soprattutto se sappiamo sceglierlo con intelligenza, dimenticando le salse a favore di verdure alla piastra e salmone. Ti sei ricordata di bere un bicchiere d'acqua prima di iniziare a mangiare? Una ricerca effettuata presso il College of Agriculture and Life Sciences, in Virginia, negli Stati Uniti, ha analizzato le abitudini alimentari di un gruppo campione scoprendo che grazie a due bicchieri d’acqua prima dei pasti è possibile perdere, in media, circa due chili rispetto chi non pratica questa buona abitudine.

Quanta acqua bere

QUANTO BEVI?

Il fabbisogno idrico è soggettivo e può dipendere da diversi fattori,  fra cui il tipo di attività fisica svolta, età, altitudine del luogo in cui ci troviamo: la dose  d'acqua consigliata per gli adulti è pari a circa 8  bicchieri al giorno. Attenzione agli zuccheri nascosti nei soft drink:  anche durante l'estate per reintegrare i liquidi può bastare una  semplice e sana acqua minerale, che, come spiega Nicola Sorrentino, può essere scelta fra le diverse tipologie esistenti e abbinata con allegria e passione, a seconda dei cibi e dell'occasione. Stai cucinando una ricetta saporita? Meglio accompagnarla con acqua frizzante, viceversa l'acqua naturale è ottima da abbinare con i cibi più delicati. L'acqua frizzante aiuta il senso di sazietà e durante l'estate può essere un'alternativa alle bibite gassate, che in realtà non soddisfano la sete: puoi aromatizzarla con una fetta di limone e menta fresca, oppure cetriolo.

Depurare l'organismo

DAL CORPO ALL'ANIMA

L'acqua aumenta il senso di sazietà e  aiuta a disintossicare l'organismo. Una ricerca clinica effettuata in  Germania nel 2003 ha indagato l'effetto dell'acqua sul metabolismo. Due  bicchieri d'acqua al giorno (500 ml) a temperatura ambiente, 22° C,  contribuiscono a aumentare il tasso metabolico del 30%, sia negli  uomini, sia per quanto riguarda le donne. Ma non tutte le acque sono  uguali. A Chianciano, presso le terme dove  Nicola Sorrentino è direttore, è possibile bere l'Acqua Santa, un'acqua  minerale ricca di bicarbonato-solfato, che sgorga alla sorgente a 33°  all'interno del parco termale. Nota da secoli  per la cura del fegato e consigliata dopo gli interventi chirurgici  sulle vie biliari oltre che per espellere i calcoli, oggi costituisce un  trattamento di bellezza capace di andare ben al di là del sintomo per  partecipare al benessere di tutto l'organismo in senso olistico. L'acqua combatte  l'invecchiamento, migliora l'epidermide e depura, soprattutto se bevuta a  digiuno, nelle prime ore del mattino e leggermente riscaldata, ma questo liquido prezioso, fonte di vita, è anche un viaggio attraverso le emozioni profondamente connesse all'inconscio e favorisce il rilassamento.

Tempo per il proprio benessere

PRENDITI CURA DEL TUO RELAX

L'acqua non è solo un elisir di bellezza dall'interno, ma un  trattamento che si prende cura di noi avvolgendo il corpo in un abbraccio primordiale capace di combattere ansia e stress. Già note al  popolo etrusco, fra le sorgenti di Chianciano si ricordava Sillene, dea  della bellezza, che secondo la leggenda usava fare il bagno presso le  fonti che ancora portano il suo nome: ricca di carbonato di calcio e bicarbonato, l'acqua termale possiede un'azione antinfiammatoria per il sistema  muscolo-scheletrico e ha una funzione eutrofica sulla pelle. Immergersi nell'acqua è un ritorno ancestrale, una culla embrionale in cui perdere memoria per ritrovare l'essenza. Grazie al processo di vasodilatazione, le cellule si rivitalizzano e inizia un processo di profondo rilassamento muscolare. Ricca di ricca di oligoelementi, l'acqua termale classificata bicarbonato-solfato calcica al suo interno possiede gli elementi del corpo umano: grazie a questa magica alchimia rallentano i processi di acidificazione e si combatte l'invecchiamento.

Benefici dell'acqua termale

PELLE PIÙ BELLA, MENTE PIÙ RILASSATA

Lo stress svolge un ruolo fondamentale per il metabolismo: le ricerche hanno dimostrato che quando siamo stressati i problemi legati alla fame nervosa aumentano. Rincorrendo i ritmi frenetici di una vita sempre in corsa, spesso dimentichiamo quanto sia importante liberare la mente dal peso della quotidianità. Immergersi nell'acqua termale calda crea l'effetto di un rilassamento profondo, che lentamente avvolge il corpo sciogliendo contratture e ansia. Si combatte la cellulite, migliorando la circolazione e alla disintossicazione dell'organismo si aggiunge il detox mentale. Perché lasciar cadere ogni preoccupazione e vivere con un pizzico in più di leggerezza è possibile, soprattutto quando ci lasciamo andare ai ritmi del corpo e ritroviamo la connessione con la natura.

In forma con le ricette del Mediterraneo

SEMPLICITÀ, QUALITÀ, GUSTO

Grazie all'acqua è possibile dimagrire in modo più rapido e mitigare  il senso di fame, per questo 8-10 bicchieri al giorno nell'arco della  giornata e una dieta ricca di liquidi, soprattutto frutta e verdura, aiutano il metabolismo con risultati visibili in poco tempo. Aspetto, consistenza e sapore sono tre ingredienti fondamentali per mangiare bene, chiarisce il dottor Sorrentino, che apprezza la buona cucina mediterranea e ama insegnare il gusto per il buon cibo, lavorato con amore. Usa sale e olio a piccole dosi: due cucchiaini di extravergine sono sufficienti, spesso è la quantità di condimento ciò che fa danni. La frutta secca, ricca di minerali e a basso indice glicemico, è lo snack perfetto quando hai fame, insieme alle verdure crude. Il buon giorno inizia con una colazione a base di yogurt e una manciata di cereali: evita i formaggi, di cui abusiamo spesso e per i pasti scegli pane integrale o pasta con condimenti leggeri, pesce, tante verdure, qualche volta la carne, preferibilmente bianca. Le regole da non dimenticare? Prodotti del territorio, qualità, cotture semplici e... la giusta moderazione: un valore da riscoprire, la chiave per apprezzare il cibo e restare in forma con il sorriso.

Riproduzione riservata