Finger food: il buffet in punta di dita

  • 1 2
    Credits: Toni Boselli

    Il finger food si mangia in un boccone, senza usare le posate. È l'ultima tendenza, anche per l'apparecchiatura

    L'arte dello stuzzichino
    Con il finger food si spizzica di tutto, dall'antipasto al dolce, ma in quantità mignon. Per mangiare si usano le dita, senza infrangere le regole del bon ton. Ed è così alla moda che esiste un campionato italiano di finger food a cui partecipano anche i grandi chef (per info www.chefinpuntadidita.it).

    Pillole di bontà
    Tartine, involtini, bicchierini colmi di creme, crostini, quiche, sfogliatine di riso, verdure, lasagnette, sushi: tutto può diventare "finger" purché servito in porzioni rigorosamente piccole e presentate alla perfezione.

    Menù d'autore
    Un finger food party come dovrebbe essere? Oltre ai cibi anche l'apparecchiatura deve seguire le regole del "food design". Bicchierini, ciotoline, stoviglie moderne ma anche foglie di limone, fette di cipolla, gusci di cozze diventano i nuovi protagonisti della tavola.

  • 2 2
    Credits: Toni Boselli

    Che cosa serve

    Il vassoio con le ciotole (1) in legno e ceramica (Excelsa, 19 euro).
    Le terrine pirofile (2) per le lasagnette o i cibi caldi (Le Porcellane d'Ancap, da 8 euro).
    I bicchierini (3) in vetro opalino per mousse e creme (Geneviève Lethu, 37 euro, set da 6).
    Le ciotoline (4) in corno (Zara Home, 5,90 euro).
    Le mini mug (5) per le bevande o per i dolci al cucchiaio (Geneviève Lethu, 15,50 euro, il set da 4).
    Il vassoio a scomparti (6) da comporre a piacere con coppette di varie misure (Gustito di Tescoma, da  16,60 euro).
    Il piattino (7) a scomparti tondi, per i frutti di mare (Le Porcellane d'Ancap, 18,60 euro).
    Il set in ceramica (8) in stile giapponese (Zara Home, 22,90).
    Le forchettine (9) per infilzare le olive o le verdure (Geneviève Lethu, 10,90 euro, 6 pezzi).
    La posata combinata (10) a triplice funzione (Elica di Sagaform, 8 euro).
    La ciotola lunga (11) per olive e sottaceti (Sagaform, 9,40 euro).
    La coppa (12) con lo spazio per il cucchiaio (Excelsa, 5,10 euro).
    I cucchiai (13) da finger food (Geneviève Lethu, 6,50 euro l'uno).
    Le micro ciotole (14) (Geneviève Lethu, 2 euro l'una).

/5

Il finger food si mangia in un boccone, senza usare le posate. È l'ultima tendenza, anche per l'apparecchiatura

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te