ragazza autobus

Bonus trasporti 2022: cos’è e chi può chiederlo (anche più volte)


Arriva una precisazione del ministero dei Trasporti: il bonus per i mezzi pubblici può essere chiesto anche una volta al mese, entro un importo massimo

Il bonus trasporti pubblici può essere chiesto più di una volta e anche mensilmente, fino a fine 2022. A precisarlo è il ministero del Lavoro in una FAQ, nella quale si chiarisce che la misura non è un una tantum. Il valore, però, rimane di 60 euro complessivi, quindi di fatto è possibile “frazionarlo”, senza però superare questa cifra.

Quante volte si può chiedere il bonus trasporti

«È possibile richiedere nuovamente il bonus abbonamenti mensili, per chi ne abbia già utilizzato uno nel mese di settembre o per abbonamenti annuali per coloro che non ne abbiano fatto ancora richiesta nel mese scorso» si legge nelle risposte del Ministero. Significa che, in caso di acquisto di un abbonamento di un valore inferiore a 60 euro, per usufruire dei mezzi pubblici settimanalmente o mensilmente, si potrà richiedere nuovamente il bonus per un nuovo abbonamento, fino al raggiungimento della cifra di 60 euro. Per chi, invece, fosse interessato all’abbonamento annuale e non avesse ancora fatto domanda, è possibile presentarla anche nei mesi di ottobre, novembre e dicembre, o comunque fino a esaurimento dei fondi disponibili. Il Ministero chiarisce ancora che «il buono è pari al 100% della spesa da sostenere ed è riconosciuto, comunque nel limite massimo di valore in misura pari a 60 euro per ciascun beneficiario» per acquistare un abbonamento annuale, mensile o relativo a più mensilità, entro il 31 dicembre 2022.

La precisazione arriva a oltre un mese e mezzo dal via alla possibilità di presentare domanda e ottenere il bonus.

Il via alle domande

Le domande si potevano presentare (e si possono ancora presentare) dal 1° settembre 2022. Ma i quella data, come era già accaduto, per esempio in occasione del click day per ottenere il bonus biciclette, era accaduto di nuovo: nel giorno in cui si era aperta la possibilità di ottenere il voucher per l’acquisto di un bonus per gli abbonamenti ai mezzi pubblici, il sito del Ministero era andato in tilt.

Bonus trasporti 2022

Insomma, il primo giorno non è iniziato sotto i migliori auspici, nonostante le intenzioni del Ministero e del Governo fossero le migliori, ossia incentivare il ricorso ai mezzi pubblici e permettere l’accesso con uno sconto. Dopo il bonus da 200 euro e quello da 550 euro, infatti, questo è un altro bonus di cui si può usufruire, pensato per mitigare l’impatto del caro energia sulle famiglie.

Perché il bonus trasporti

Lo scopo è contrastare l’aumento del prezzo dei carburanti e si rivolge a studenti e lavoratori che usano i mezzi di trasporto pubblico. La misura è stata introdotta nella seconda versione del Decreto Aiuti 2022, e prevede un fondo di 79 milioni di euro.

Arriva il bonus da 550 euro: come ottenerlo

VEDI ANCHE

Arriva il bonus da 550 euro: come ottenerlo

A chi spetta il bonus trasporti

Possono richiedere il bonus trasporti solo coloro che hanno dichiarato un reddito personale ai fini IRPEF inferiore ai 35.000 euro. Devono anche avere già attivi o sottoscrivere abbonamenti per i servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, quindi per i servizi di trasporto ferroviario nazionale.

Torna il bonus psicologo: domande dal 18 marzo

VEDI ANCHE

Torna il bonus psicologo: domande dal 18 marzo

Qual è l’importo del bonus trasporti pubblici 

Il bonus copre il 100% delle spese per l’acquisto o il rinnovo di abbonamenti per i trasporti pubblici, ma non può superare il limite dei 60 euro.

Come funziona il bonus trasporti pubblici da 60 euro

Se l’abbonamento costa di più, sarà necessario pagare la differenza. Il bonus trasporto è nominativo, cioè vale per la persona titolare dell’abbonamento ai mezzi pubblici ed è utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento. Inoltre, non è cedibile.

Bonus trasporti e Isee

Il bonus trasporti non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non rileva nel calcolo finale dell’indicatore ISEE né a fini previdenziali o assistenziali. 

Come utilizzare il bonus trasporti

Il bonus trasporti è spendibile presso un solo gestore dei servizi di trasporto pubblico e deve essere utilizzato entro il mese di emissione presentandolo alle biglietterie del gestore selezionato. Il servizio di trasporto, a sua volta, accede al portale verificandone la validità e in caso positivo rilascia l’abbonamento richiesto registrando sul portale l’utilizzo del bonus, con l’importo effettivamente utilizzato.

Voli aerei annullati: chiedi  aiuto alle app

VEDI ANCHE

Voli aerei annullati: chiedi aiuto alle app

Come richiedere il bonus trasporti 

Per richiedere il bonus trasporti pubblici da 60 euro si dovrà utilizzare la piattaforma www.bonustrasporti.lavoro.gov.it”

Quando si può ottenere il bonus trasporti 

Fino al 31 dicembre 2022 sarà possibile ottenere il bonus.

Bonus patente 2022: cos’è e chi ne ha diritto

VEDI ANCHE

Bonus patente 2022: cos’è e chi ne ha diritto

I bonus più convenienti e più richiesti dalle donne

VEDI ANCHE

I bonus più convenienti e più richiesti dalle donne

Riproduzione riservata