Miglior esercizio pancia piatta

Pancia piatta? Tonifica la zona del “core” con questo allenamento

Per conquistare un addome perfetto e avere un core allenato, servono dieta ed esercizio costante. Scopri l'allenamento funzionale, con i consigli dell'esperto

Pancia piatta: allenamento funzionale per la zona del core

Un ventre perfetto è piatto e tonico. Per conquistarlo, non basta la dieta così come non è sufficiente il solo esercizio fisico.

La strategia migliore, infatti, è quella combinata: fitness più un'alimentazione controllata sia dal punto di vista calorico sia dal lato qualitativo.

Abbiamo chiesto a Simone Nera, personal trainer, come si fa a conquistare una pancia piatta, ovvero l'addome dei sogni. Scopriamo quindi insieme, i trucchi e gli esercizi migliori per tonificare la zona del "core" (addominali).

Ecco gli esercizi addominali da fare per la pancia piatta

VEDI ANCHE

Ecco gli esercizi addominali da fare per la pancia piatta

La dieta per la pancia piatta

«Senza dubbio, non è sufficiente la sola attività fisica per dimagrire e sfoggiare una pancia piatta. La dieta è parte integrante del percorso: non c'è bisogno di fare la fame ma è opportuno seguire un'alimentazione equilibrata e sana» spiega Simone Nera.

Quindi, per intaccare il grasso addominale, è bene modificare lo stile di vita a 360° e iniziare a mangiare un po' meno (porzioni più ridotte) ma soprattutto meglio. Cosa significa?

  • Meno grassi "cattivi" e più grassi "buoni" (pesce azzurro),
  • tanta verdura depurativa (grazie alle fibre),
  • frutta ricca di acqua e potassio,
  • cereali integrali,
  • proteine magre,
  • acqua e tisane sgonfianti ( finocchio, tè verde, melissa, cumino),
  • no a zuccheri semplici, alcol, alimenti conservati, salumi e in generale cibi ricchi di sodio.

Pancia piatta: il circuito per gli addominali

Per dimagrire e smaltire grasso addominale, è bene allenare tutti i gruppi muscolari (soprattutto i grandi gruppi, come le gambe) con un training "a circuito". Abbiamo chiesto a Simone Nera cosa significa.

«Per dimagrire, sono necessari 50 minuti circa di allenamento a circuito per almeno 2-3 volte alla settimana. Si inizia con una prima fase di allenamento cardio ad alta frequenza cardiaca (80-85% della frequenza cardiaca massima del soggetto) per i primi 10-15 minuti.

Si continua, poi, alternando esercizi e fasi cardio a una frequenza media (65-75% della frequenza cardiaca massima del soggetto)» spiega Simone.«Per esempio, si segue uno schema di questo tipo: cardio-addominali-cardio-gambe-cardio-pettorali-cardio-braccia.

Non bisogna mai dimenticare che, per smaltire il grasso addominale, vanno comunque sempre allenate anche le gambe e, in generale, i grossi gruppi muscolari» conclude l'esperto.  

plank

Allenamento funzionale per la pancia piatta: il plank

Esiste un esercizio che tonifica gli addominali al meglio, allenando tutta la zona del "core". «Stiamo parlando degli addominali funzionali, di cui il plank è un ottimo esempio di esercizio di partenza» spiega Simone Nera.

Ecco tre varianti del plank:

Plank sulle braccia

A terra, prone e in posizione da "flessione", con i gomiti appoggiati a terra e i talloni sollevati. Si tiene questa posizione, con la schiena ben dritta, obbligando quindi tutte le fasce muscolari dell'addome (anche i fianchi, quindi) a lavorare intensamente, appiattendo la pancia.

Plank variante scalatore

Sempre nella posizione del plank ma appoggiandosi sulle mani e non sui gomiti (proprio come quando fate le flessioni). Si piega un ginocchio per volta portandolo al petto.

Plank variante mano-ginocchio

Si esegue l'esercizio dello "scalatore" toccando il ginocchio portato al petto, con la mano opposta.

Se vuoi saperne di più leggi Tutti i benefici del plank, l’esercizio per ottenere un corpo forte e scolpito

Riproduzione riservata