Come ottenere una promozione anche lavorando da remoto

Disponibilità, fiducia e obiettivi raggiunti anche a distanza: come chiedere la promozione al capo se lavori da remoto

La prima cosa da mostrare al datore di lavoro, nel caso in cui si volesse ottenere una promozione, è che il lavoro da remoto ci gratifica. Ovviamente anche i risultati lo devono dimostrare. Essere appagate migliorerà certamente le performance e la resa sul lavoro. Essere propositive, motivate e concentrate, sono condizioni che daranno un'immagine professionale accattivante. I pro del lavoro da remoto, una volta trovato l'equilibrio, e delimitati i confini tra la sfera privata e dall'ufficio in smart working, ci sono, e non sono affatto pochi.

Dimostra motivazione e concentrazione

L'home office può essere una soluzione ideale soprattutto per le persone molto sensibili o per i dipendenti che hanno bisogno di tanta concentrazione. Il pendolarismo, poi aumenta notevolmente lo stress (e questo il capo lo nota): in poco tempo, lavorando da remoto, si è pronte ad iniziare a lavorare con maggior lucidità e freschezza, rispetto alle due ore passate tra treni, metropolitane o in auto nel traffico.

Disponibilità e organizzazione

Ripeterlo una seconda volta, serve per cementificare il concetto: vita professionale e privata vanno tenute il più possibile separate, per fare al meglio il proprio lavoro. Il titolare o i vertici dell'azienda devono sapere che, ad orari stabiliti, possono trovarvi e comunicare con voi. Il computer non si dovrebbe accendere a tarda sera o nei giorni di riposo, anche se può accadere uno strappo alla regola. Siate disponibili e flessibili in caso di urgenze (se lo sono davvero) e per un tempo limitato: essere costantemente a disposizione del proprio datore di lavoro, non dà di noi un'immagine migliore.

Offri per progetti facoltativi e cerca di raggiungere tutti gli obiettivi prefissati. Se dimostrerai di essere un asset prezioso per la tua azienda, le probabilità di ottenere una promozione aumenteranno molto.

Concorda orari e comunicazioni

Anche in questo caso la parola d'ordine è: separazione. Il numero di telefono del lavoro, ad esempio, deve essere diverso da quello privato. Concordare con il datore di lavoro quando sei disponibile e come, e quando non lo sei è sempre un buon modo di lavorare sereni da entrambe le parti. Saper di poter contare su un collaboratore, anche e soprattutto a distanza, rasserena e migliora i risultati. Allo stesso tempo, assicuratevi di poter essere effettivamente contattati durante le ore di lavoro concordate. È fondamentale non dare l'impressione di occupare le ore lavorative con altre attività come hobby, sport o addirittura il parrucchiere o la spesa al mercato.

Piena fiducia con i vertici

Le imprese e le start-up, in particolare, si stanno aprendo sempre più al lavoro da remoto. Anche se non si ha il contatto personale con i colleghi e i datori di lavoro, mostrarsi integrate nella squadra di lavoro, fa crescere la stima. L'azienda o il management, al tempo stesso, devono dimostrare di avere un buon rapporto e soprattutto molta fiducia.

Chiedi feedback sul tuo lavoro

Chiedere regolarmente - senza essere ossessive -al capo come stai lavorando, è un ottimo modo di stabilire un rapporto di fiducia e stima reciproca. Se il capo risponde positivamente, significa che stai facendo bene, e che la promozione potrebbe arrivare presto. Davanti ad eventuali critiche, però, è meglio evitare di prenderla sul personale o mettersi sulla difensiva. Mettere in pratica i suggerimenti dimostreranno che sai fare tesoro di ciò che il superiore dice.

Documentare gli obiettivi raggiunti in smart working

Se volete essere presi in considerazione per un ruolo più importante o ottenere una promozione ( quindi anche economica) dovete essere in grado di promuovere voi stesse. Non dare per scontato che tutti ricordino i progetti a cui avete partecipato e i risultati che avete già portato a casa. Anche il modo in cui presentate i successi raggiunti fa parte della strategia di persuasione.

Raccogli tutte le prove che testimoniano i tuoi traguardi in azienda. Quando parlerai al capo della promozione, numeri e dati che descrivono la tua prestazione, sono tutti punti a favore che dimostrano che sei pronta ad assumerti più responsabilità.

Mostrare empatia e leadership

“Ovunque voi siate nel vostro percorso professionale, mostrate empatia”, lo ha suggerito anche Jessica Saranich, Responsabile delle operazioni di monday.com. E poi, fate capire al vostro capo o ai vertici aziendali che siete in grado di coordinare più menti e più azioni La leadership convince anche a distanza. Guidare un team, nel settore IT, è probabile che richieda una preparazione tecnica adeguata. Non dovete necessarie avere competenze tecniche superiori ai colleghi, ma dovete dimostrare che siete in grado di coordinare queste competenze.

Vuoi una promozione? Chiedila

Verità fondamentale: per quanto ci possa essere sintonia con il proprio superiore, egli non è in grado di leggere nel pensiero. Se c’è un’opportunità di ottenere una promozione, chiedetela. Se si desidera migliorare la propria carriera, ma non si esprime la volontà di crescere, non si saprà mai.

È importante non solo pensare strategicamente ai propri obiettivi, ma anche renderli noti con chi ha il potere di concretizzarli. Parlare dei vostri obiettivi al responsabile delle assunzioni, alle risorse umane o a un consulente per la ricerca di lavoro è fondamentale.

Promuovete voi stesse

Potrebbe essere necessario fare di più che parlarne. Probabilmente dovrete fare un po’ di promozione di voi stesse, lavorare sulla rete della vostra azienda e far sapere che aspirate a un posto più alto perché ve lo meritate, senza sgomitare.

Riproduzione riservata