postazione di lavoro

5 errori che non dovremmo fare quando organizziamo la nostra postazione di lavoro

Organizzare la propria postazione di lavoro non è mai stato così semplice, basta evitare di commettere questi errori

Complici gli avvenimenti degli ultimi anni, molte persone si sono trovate a dover lavorare da casa. Allestendo degli angoli ad hoc nei posti più disparati della propria abitazione e spesso arricchendoli con oggetti più o meno di fortuna. Che sia per “obbligo” o per scelta di vita, però, è importante che la propria postazione di lavoro a casa (ma anche quella in ufficio) sia sempre funzionale e ben organizzata.

Per assicurarvi di svolgere il vostro lavoro nel migliore dei modi, comodamente e senza incorrere in quegli errori che un po' tutti abbiamo fatto. E che a lungo andare possono interferire con lo svolgimento stesso del nostro lavoro. Ecco, allora, cinque errori comuni che è bene evitare per ottenere una postazione di lavoro efficace e ben strutturata.

Non considerare l’illuminazione della postazione di lavoro

Spesso, anche il poco spazio a diposizione, si tende a non valutare adeguatamente l’importanza dell’avere la giusta luce nell’angolo della casa dedicato allo smart working. Un errore comune e dannoso allo stesso tempo. Poiché i nostri occhi, soggetti alle tante ore sul pc, hanno bisogno della giusta dose di illuminazione per vedere correttamente e senza affaticarsi troppo, in qualunque orario della giornata.

Ecco perché sarebbe bene orientare la vostra postazione di lavoro vicino a una finestra, per godere della luce naturale il più possibile, integrando il tutto con una o più lampade. Per garantirsi la stessa visuale anche col calare della sera.

Dare spazio al disordine

Sembrerà banale, ma uno degli errori più comuni che si fanno quando si organizza la propria personalissima postazione di lavoro, è quello di non predisporre uno spazio per ogni cosa, dando libero accesso al disordine e al caos. Sia sulla nostra scrivania che, di conseguenza, nel nostro lavoro quotidiano.

Un passaggio tanto trascurato quanto essenziale per organizzare al meglio ogni cosa (dalla forbice ai documenti importanti, fino anche ai pensieri) e per creare una linea di lavoro funzionale, efficace e smart, ovunque decidiate di lavorare. Sia in ufficio che a casa propria.

Non dotarsi di tutti gli strumenti necessari

Altro errore comune e che può rallentare notevolmente il vostro lavoro così come minarne la qualità, è quello di non predisporre la vostra postazione di lavoro con tutti gli strumenti di cui necessitate e che possono alleggerire o agevolare le vostre attività quotidiane.

Un esempio? Uno schermo del pc adeguato (o perché no, due), sufficientemente ampio e che vi consenta di vedere bene senza dovervi sforzare troppo. Ma anche una stampante, raccoglitori, calcolatrice, tappetino per il mouse, prese per la corrente, ecc. E tutto ciò che sapete di usare abitualmente e che è indispensabile avere sotto mano mentre lavorate.

Non considerare la comodità

Quando si parla di postazione di lavoro, la comodità è un elemento di assoluta importanza. E si intende soprattutto quella della sedia o poltrona che decidete di utilizzare e in cui passerete gran parte della vostra giornata.

Utilizzare una seduta generica, senza considerare come vi sentite una volta seduti, in che posizione obbligate la vostra schiena, l’altezza tra pavimento e gambe ecc., sono tutti errori che possono danneggiare la salute. Causando dolori da cattiva postura poco piacevoli e a lungo andare debilitanti. Ecco perché è sempre bene optare per una seduta ergonomica, che ben si adatti alle vostre caratteristiche personali e che vi accompagni dolcemente durante tutta la vostra giornata di lavoro.

Postazione di lavoro? Anche l’occhio vuole la sua parte

Infine, cosa spesso sottovalutata ma che fa molto bene all’umore, è l’estetica della vostra postazione di lavoro. Circondarsi di cose che ci piacciono (come fiori, piante, foto, ecc.) non è solo un vezzo ma è un vero e proprio aiuto a lavorare meglio, più serenamente e con meno stress.

Un aspetto che in tanti non considerano, dopotutto la postazione di lavoro serve per fare esattamente quello, lavorare. Ma che di fatto rende il tutto più leggero, portando maggior benessere agli occhi e alla nostra parte interiore. E quindi anche tanti benefici in ciò che si fa.

Insomma, basta davvero poco per evitare di commettere questi errori, così come sono poche le attenzioni che è bene dedicarsi per trasformare la propria postazione di lavoro in un luogo ben organizzato, sereno e funzionale. Permettendovi di lavorare efficacemente e in armonia, sia dentro che fuori. E di creare un ambiente ad hoc in qualsiasi posto vi troviate.

Riproduzione riservata